Il piatto forte

Un brindisi di gran moda con il succo dell'agave

Un brindisi di gran moda con il succo dell'agave
0

di Andrea Grignaffini

La Tequila, come comunemente viene chiamata, in verità nel suo luogo d’origine, il Messico, è il Tequila, è un’acquavite ricavata dalla fermentazione e dalla distillazione in purezza della parte interna della pianta grassa spinosa dell’agave blu Weber. Una pianta alla quale per arrivare a giusta maturazione occorrono più di otto anni, la cui parte centrale del fusto, raggiunto il giusto rigonfiamento, viene tagliato, ripulito dalle foglie e portato in distilleria per il procedimento di fermentazione e distillazione. Tre sono le versioni della tequila 100% agave: bianca, dorata e anejo. La bianca o argento non subisce invecchiamento, o solo per pochissimo tempo, si presenta incolore, trasparente, luminosa, al naso profumi vegetali, erbacei, agrumati e un quid di frutta esotica, al gusto un rimando di agave. La dorata, invecchia in barili usati per un anno, è di un brillante color giallo paglierino, rilascia sensazioni erbacee e agrumate, in bocca è morbida e delicata con cenni floreali e fruttati. La Anejo è  affinata in botti per tre anni, si presenta di color ambrato luminoso con aromi di vaniglia, tabacco e legno, al palato è molto morbida, avvolgente, suadente. Ora facciamo un passo indietro per parlare della sua storia. Già verso il 300 a.C. gli aztechi consumavano, durante alcune cerimonie religiose, una bevanda alcolica chiamata pulque. Si racconta che la scoperta del pulque fosse casuale, durante una forte tempesta, un fulmine colpì una pianta di agave, spaccandola e il succo scaturito a contatto con l’aria fermentò trasformandolo in una bevanda dal basso contenuto alcolico. Il suo consumo presso la popolazione continuò fino al 1500, quando i Conquistadores occuparono il Messico ed ebbero l’occasione di gustarla e compresero le potenzialità di questa bevanda dal sapore acidulo e asprigno ottenuta dalla fermentazione dell’agave, una pianta selvatica che cresceva spontaneamente in quel territorio. L’ingegno spagnolo comprese che per migliorarne il sapore occorreva distillarla, passando poi con il tempo a cambiare varietà di agave, lasciandola fermentare e distillandola. Ottennero così una bevanda molto più gradevole che chiamarono Mezcal, anzi Vino de Mezcal.  Molto più tardi prese il nome di Tequila dalla città dello stato di Jalisco dove si produceva la migliore Tequila. Solo verso la metà del secolo scorso venne esportata verso altri Paesi, in primis gli Stati Uniti. La Tequila si può consumare liscia, aspirando prima una presa di sale
 e succhiando poi uno spicchio
 di limone; oppure berla liscia accompagnata da una Sangrita, una miscela di succo  di pomodoro e frutta. E’
 anche  utilizzata come base di tanti cocktail,  fra i più conosciuti il Margarita.

Margarita - ¾ Tequila, 1/8 succo d’arancia, 1/8 succo di limone. Una spruzzata di sciroppo  di lampone. Un cucchiaio di Cointreau, ghiaccio.

Brinare il bordo del bicchiere, la classica coppa margarita, con succo di limone e passarlo nel sale fino. Versare nello shaker gli ingredienti e unire ghiaccio, shakerare energicamente, filtrare con l’osito passino nella coppa, guarnire con una rondella di lime.

Tequila Sunrise - 1/3 Tequila, 2/3 succo d’arancia bionda. Un cucchiaio di granatina. Ghiaccio. Ciliegina rossa


Mettere alcuni cubetti di ghiaccio nel tumbler alto, aggiungere tequila e succo d’arancia. Mescolare, prima di servire completare con la granatina in superficie per ottenere l’effetto sunrise. Guarnire con rondella d’arancio e ciliegina rossa. Servire con cannucce.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Scompare frase parodia, per il web è censura

televisione

Heather Parisi e quell'elogio delle rughe che ha conquistato il web Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

referendum

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

PERSONAGGIO

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

2commenti

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

2commenti

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

7commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

USA

Sente un tonfo e va in soffitta: c'è il cadavere del nipote scomparso da 2 anni

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)