19°

Il vino

Un blend «antico» per il vino del Libano

Un blend «antico» per il vino del Libano
Ricevi gratis le news
0

di Andrea Grignaffini

«E’ un vino vivo»:  in queste parole è racchiusa l’espressione dell’anima e dell’essenza del vino di Serge Hochar, proprietario della Maison Chateau Musar. Un mito per i rossi, lo stesso per i bianchi, meno noti ma forse ancor più straordinari.
Siamo in Libano, nella Valle della Bekaa, terra fertile incuneata fra due rilievi montuosi, non distante dal Mar Mediterraneo da cui ne trae tutto i benefici.
Gaston Hochar, fondatore di Chateaux Musar, attorno al 1930 torna in Libano dalla Francia e si stabilisce nel castello di Ghazir, non lontano da Beirut. L’incontro e l’amicizia durante il periodo della seconda Guerra Mondiale, con Ronald Barton, proprietario di Chateaux Leoville Barton a Bordeaux, convinsero Gaston Hochar a dedicarsi alla viticoltura, intuendo la potenzialità di questo territorio. La struttura del terreno formata da strati calcarei con la presenza di argilla e sabbia, il clima pur temperato ma con forti escursioni termiche, rende la vendemmia di grande qualità.
Parliamo del bianco: un blend di uve autoctone di obaideh e merwah. L’uva obaideh è considerata la capostipite degli chardonnay, la merwah, i cui vigneti sono vecchi di oltre ottant’anni e allevati secondo il metodo biologico, discende dal vitigno semillon: la Francia, che geograficamente è lontana,  ci pare più vicina.
La vinificazione di queste uve prevedono la diraspatura, la fermentazione alcolica e la malolattica in modo completamente naturale, in parte in barrique e in parte in acciaio cui fa seguito l’affinamento in barrique di rovere francese sulle fecce fini, per sei mesi e per almeno quattro anni in bottiglia prima della vendita.
Il risultato è un vino che nel tempo esprime una forte vitalità che lo rende «vivo» riprendendo la frase succitata di Serge Hochar.

Una dimostrazione è Chateaux Musar White 1995: un vino di eccellente finezza ed eleganza dalle delicate fragranze di frutta a polpa gialla e leggere nuances iodate. In bocca è cremoso, arrendevole con una forte carica di acidità che conserva anche nel finale. Ma farebbe sorridere accennare solo a quest’annata visto che si potrebbe andare in là nel tempo fino agli Anni 50.
Vini, ancor oggi (e lo dimostra un’uscita limitatissima di cassette con il meglio degli ultimi decenni), di un’integrità e di una vitalità a dir poco incredibili: una cosa stupefacente per un vino bianco che assurge tra i più grandi di ogni tempo e di ogni luogo.
DAL LIBANO ALLA BORGOGNA:  HUBERT DE MONTILLE
Un omaggio ai grandi di Francia
Masciarelli è, insieme a Valentini, il più famoso produttore abruzzese. Molti non sanno che dietro l’anima dei suoi vini c’è anche l’amore per la Borgogna (e nei bianchi, Chardonnay, in primis, lo possiamo anche intuire).
Proprio per questo si è inventato importatore del celeberrimo Domaine de Montille. Un fatto, e non potremmo mai stupirci conoscendo il tipo, soprattutto dovuto all’amicizia con la proprietà, in primis con Etienne figlio del grande Hubert de Montille.
Proprietari di un’azienda in cui ha prevalso l’amore e l’attaccamento allo stile borgognone che conferisce ai vini una grande piacevolezza: moderata gradazione alcolica, estrazione di colori e aromi e utilizzo del legno nuovo ma sempre bilanciatissimo come si arguisce dai tannini equilibrati.
Straordinari i pinot noir: vini apprezzatissimi in quanto espressione al massimo livello del vitigno, ottenuti attraverso una vinificazione con lunghe macerazioni, affinamento in barrique, di cui un trenta per cento nuove, e l’imbottigliamento senza filtraggio.
I vini sono di classe, eleganti, con un frutto sempre in grande spolvero e aromi in cui il fiore integro si interseca con la parte fruttata rossa perfettamente definita.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro