-2°

Il piatto forte

La «lampada magica» della Belle Epoque

La «lampada magica» della Belle Epoque
0

Un’evocazione del mondo elegante e raffinato dell’hotellerie liberty: la cucina alla lampada. Quando ancora i maitre avevano un compito, quello di essere una sorta di braccio elegantemente armato del cuoco direttamente in sala. Un’arte che si sublimava proprio nel flambare. Un vocabolo che deriva dal francese flamber (infiammare, dare fuoco) un termine che si riferisce a una metodologia di cucinare i piatti direttamente al tavolo, davanti ai commensali, mediante l’ausilio di un’apposita lampada, un fornellino alimentato ad alcol o a gas. Un rituale questo che sa di magia per la capacità del mâitre di esibire le sue doti artistiche e di alchimia per l’effetto che ne risulta. Questa preparazione così spettacolare e scoppiettante era molto in uso nei lussuosi locali  all’epoca della Bella Époque dove anche una semplice preparazione flambata dava luogo a un’atmosfera di grande fascino.
Lo testimonia un aneddoto: alla fine dell’Ottocento, il principe di Galles, diventato poi  Enrico VII, trovandosi con una bellissima donna a Montecarlo si recò al Cafè de Paris chiedendo qualcosa di speciale e lo chef Henry Charpentier, anche se la cucina era già chiusa, risolse il problema preparando con la lampada posta sul carrello accanto al tavolo del principesco ospite, delle semplici crêpes di grande effetto scenografico e di deliziosa bontà e leggerezza. Il principe onorato da una così fantasiosa preparazione le chiamò crêpes suzette in omaggio alla sua bella amica. Ovviamente si parla di preparazioni culinarie di un certo rilievo da eseguire con cura e oculatezza nelle quali il cosiddetto «tour des mains» gioca un ruolo fondamentale: il concetto che sta alla base è quello di bagnare con uno spirito una vivanda già calda che al contatto con la base alcolica sprigionerà una fiammata per distruggere l’alcol esaltandone solo l’aroma. Occorre pertanto una certa attenzione per non esagerare nel fiammeggiare che potrebbe rilasciare uno sgradevole sentore di bruciato. L’effetto flamber si ottiene inclinando la padella verso l’esterno, irrorare sulla vivanda la componente alcolica, allontanare la padella dal fuoco fino ad esaurimento della fiammata, il tutto deve essere fatto mantenendosi a giusta distanza dal fuoco per evitare spiacevoli incidenti. Ormai sono rari i casi in cui ci si possa imbattere in un virtuoso della lampada. Da segnalare però che ad Ameglia alla Locanda dell’Angelo, il figlio proprio di Angelo Paracucchi, mai troppo compianto cuoco di primissimo rango e grande artista della lampada, ancora oggi tramite il suo bravo mâitre si
sbizzarrisce in curatissime preparazione alla fiamma come gli spaghetti ai frutti di mare o la frutta flambata.  Andrea Grignaffini

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente in Autocisa. Nebbia: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Nebbia in A1 (foto d'archivio)

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

12commenti

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

Brescia

Neonata abbandonata in strada

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti