11°

Il vino

Produttori e regioni, giù le mani dal vero rosé

Ricevi gratis le news
0

 

Anni e anni di investimenti delle imprese sulla difesa della qualità vitivinicola di un prodotto tradizionale come il rosè «non possono essere messi a rischio» dal via libera all’assemblaggio di uve bianche e rosse ipotizzato nelle direttive comunitarie dell’Ocm (Organizzazione comune di mercato) del vino. È questo il grido d’allarme dei vignaioli italiani e francesi rispetto a una «ipotesi inaudita che – come sottolinea l’assessore della Regione Puglia Enzo Russo in qualità di coordinatore della Commissione Politiche agricole che raccoglie tutti gli assessorati regionali – apre le porte a una vinificazione non in purezza, e quindi non controllabile».

Si tratta di un «vero e proprio dietro-front – sottolinea Russo – rispetto alle scelte di tracciabilità agroalimentari sempre più richieste da consumatori e produttori. Per questo occorre che il governo faccia, a Bruxelles, una seria lobby istituzionale, magari con i francesi per scongiurare ogni rischio di disconoscimento della vinificazione di qualità. L'Europa che produce i due terzi dei rosè, e in particolare i Paesi di area mediterranea, devono fare fronte comune – propone Russo – per difendere con fermezza i veri rosè che stanno peraltro ritrovando l’attenzione degli enoappassionati in tutto il mondo». «Impressiona che la direttiva per trasformare il rosè in un miscuglio indistinto abbia già raccolto un primo benestare» – commenta il direttore del Consorzio Tutela Vini Oltrepo Pavese Carlo Alberto Panont che si appella all’Organizzazione per il commercio mondiale, dove gli altri Stati hanno tempo due mesi «per bloccare questa follia. Se Bruxelles dovesse ratificare la decisione di stravolgere i criteri produttivi del rosè si distruggerà una cultura». Secondo Antonio Romano, enologo dell’azienda pugliese Conti Zecca che di rosè produce 500 mila bottiglie l’anno, «è un grossissimo errore quello sta facendo l’Unione Europea; una ipotesi da combattere assolutamente. Qualitativamente verrebbe meno l’identità del rosato di qualità che per disciplinare, oggi, è ottenuto solo da vinificazione in bianco di uve rosse che hanno avuto un certo periodo di macerazione. Si andrebbe così a bandire un prodotto Made in Italy che, negli ultimi cinque anni, ha visto aumentare le vendite internazionali, soprattutto nel Regno Unito e nei Paesi scandinavi. E che, a sentire gli operatori, ha un trend di vendite in crescita». Il rischio di un via libera al melange di vini bianchi e rossi nei rosè «dequalifica – secondo l’assessore all’Agricoltura della Provincia di Lecce Cosimo Durante – gli sforzi d’innovazione produttiva delle aziende vitivinicole che proprio sul legame di territorio e tracciabilità hanno conquistato i consumatori. Una identità che va garantita – conclude Durante – in etichetta e nella bottiglie di rosè vinificati con metodo tradizionale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Balli, brindisi e bellezza al Primo Piano: una serata con Francesca Brambilla

FESTE

Balli, brindisi e bellezza al Primo Piano: una serata con Francesca Brambilla Foto

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

GAZZAFUN

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

22commenti

Gianni Morandi "D'amore d'autore" il nuovo album di inediti  in uscita venerdì 17 novembre

MUSICA

Gianni Morandi, nuovo album e nuovo tour Videointervista

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Morte in solitudine per Riina: nessun parente al capezzale del boss

PARMA

Stamattina l'autopsia di Riina. La figlia Maria Concetta al Maggiore: "Non ho niente da dire"

Dopo l'esame autoptico la salma sarà portata in Sicilia

TRIBUNALE

Tre anni e sei mesi a Jacobazzi

WEEKEND

Sabato: appuntamento con lupi, fantasmi e ghiottonerie

Scuola

Il Romagnosi sarà anche linguistico

1commento

SALSO

Si fingono i vicini di casa: anziana derubata

serie b

Parma non ti distrarre e batti anche l'Ascoli Diretta dalle 15

I crociati hanno fatto 12 punti nelle ultime 5 gare e hanno ritrovato la verve offensiva. Gli ospiti sono ultimi. Ci sarà festa per Lucarelli

FESTIVITA'

Accese le luminarie di Natale a Parma Foto

Stazione

Cibi mal conservati in due negozi: multe e disinfestazione dei locali

Controlli della polizia municipale

INCIDENTI

Investito sulle strisce in via Budellungo. Auto contro camion a Soragna

1commento

Intervista

Il «Re Leone»: nello sport non contiamo più nulla

Lutto

E' morta Liliana, la maestra di Lagrimone

FECCI A ROMA

Delrio: «La tangenziale di Noceto si farà»

Ponte chiuso

Casalmaggiore chiede lo stato d'emergenza

PARMENSE

Terremoto, lieve scossa a Fornovo nella notte

Magnitudo 2.0

ECONOMIA

Lanzi, via al collegamento tra l'interporto e la Norvegia

tg parma

Renzi alla Galloni di Langhirano: "Esempio per l'Italia" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Imprenditrici e donne. Il valore aggiunto

di Patrizia Ginepri

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

In fiamme un palazzo a New York: 5 feriti Video

Tribunale

Allarme bomba a Milano, trovata granata

SPORT

rugby

Roselli: "Il rugby italiano sta facendo bene, occorre tempo" Video

GAZZAFUN

Cittadella-Parma: finalmente gli attaccanti...

SOCIETA'

IL DISCO

Sound e riti tribali: Peter Gabriel fa IV

A macchia d'olio

Violenze, accuse (anche) a Stallone. Lui: "Falso e ridicolo"

MOTORI

NOVITA'

Nuova Bmw X3. Sa fare tutto (da sola)

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto