19°

29°

Il piatto forte

Quei boccioli spinosi da assaporare a crudo

Quei boccioli spinosi da assaporare a crudo
Ricevi gratis le news
0

di Andrea Grignaffini

Nello splendido scenario della laguna di Venezia fra le altre spicca Sant’Erasmo, un’isola dalla forma allungata. Per certi versi stranamente, per altri no, da oltre cinquecento anni è un importantissimo centro orticolo vuoi per il terreno di natura argillosa ben drenata, vuoi per la ricca salinità che permette la coltivazione «elettiva» di verdure in qualche maniera già saporite. In primis un carciofo (non eccessivamente spinoso) più unico che raro che si presenta con le brattee di colore violetto scuro, carnose eppur molto tenere, dalla forma allungata. Il carciofo violetto di Sant’Erasmo inizia la prima raccolta a fine aprile con le tenerissime e imperdibili castraure, dal gusto unico e particolare con quel quid di amarognolo che ne esalta la sapidità.

Questi primi germogli apicali del carciofo vengono tagliati per permettere alla pianta di far crescere altri germogli, botoli, circa una ventina durante tutta la stagione che termina verso la fine di giugno con i fondi, altrettanto teneri e saporiti anche se le prime hanno una centratura del gusto «green» di grande appeal. Per la tutela di questo squisito ortaggio è stato costituito il Consorzio per la tutela del carciofo violetto di Sant’Erasmo nell’anno 2000, quando un gruppo di produttori, oggi soci fondatori, hanno avviato una proficua attività promozionale con varie iniziative. Così nel 2002 hanno ottenuto l’identificazione di Presidio Slow Food per il carciofo violetto di Sant’Erasmo. A tutt’oggi il Consorzio è costituito da dieci aziende agricole che cercano di rilanciare questo prodotto di qualità veramente eccellente. Un quid pluris per gli amanti del carciofo, un ortaggio tra i più affascinanti e sfaccettati del mondo vegetale. Un prodotto della terra che è un mix di sensazioni organolettiche – tra l’amaricante e l’allappante - tali da diventare una delle pochissime materie prime che rendono l’abbinamento con il vino davvero impervio.

Il carciofo trova molti estimatori dalla fine del Cinquecento, tanto da essere citato nel 1600 da Tanara che ne aveva stilato un lungo elenco: «Da trent’anni in qua si è cominciato a mangiare il carciofo nella sua vera e tenera perfezione, condito in diversi modi. Si serve lesso, in insalata, se ne fa ottima minestra o solo o accompagnato e tanto con grasso quanto con olio; tagliato in quattro o sei parti per il lungo, fritto in padella serve per antipasto o per intramezzare o arricchire i pasti; dà grato gusto a ogni stufato».
Ovviamente in un caso come quello di Sant’Erasmo il miglior consiglio è di gustarlo crudo, irrorato di olio di personalità ma non esuberante con un tocco di sale (magari in fiocchi, meno invasivo) e una macinata lieve di pepe bianco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

MISS ITALIA

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Protesta

«Cittadella abbandonata»

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

7commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

NAPOLI

In codice rosso aspetta 4 ore: muore 23enne

5commenti

SPORT

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

Moto

Travolto dopo l'incidente, paura per Federico Caricasulo

SOCIETA'

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

perugia

Oca lo becca al parco, nonno risarcito dalla Regione

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti