10°

19°

Il vino

I grandi classici dell'antica Taurasia

I grandi classici dell'antica Taurasia
0

La storia enoica dell'Irpinia affonda le radici nella notte dei  tempi, ma furono soprattutto gli antichi Romani ad apprezzare il vino proveniente da Taurasia come già citava anche Tito Livio. Poi il declino, quasi l'oblio. Per rivedere il sole occorre risorgere alla fine del 1600 con il ripristino di alcune vigne. Ma bisogna attendere la fine dell'Ottocento per ritrovare il Taurasi come sinonimo di vino di qualità, per opera di Michele Mastroberardino e di suo figlio Angelo.
E l'Irpinia ritorna a essere territorio vocato alla viticoltura, vuoi per l'atipicità del terreno in cui sono allevate le vigne, colline la cui altitudine  compresa fra i 300 e i 700 metri sul livello del mare, vuoi per i terreni ricchi di depositi alluvionali e di residui vulcanici fortemente mineralizzati, vuoi per la notevole escursione termica non solo fra il giorno e la notte ma anche nei diversi passaggi stagionali.
Da qui si evince come il vino di queste vigne autoctone sia in forte espansione, e il Taurasi esprime al meglio i caratteri peculiari di un grande rosso, corposo, potente, minerale. E la famiglia Mastroberardino continua non solo in Irpinia ma anche in altre aree della Campania la storia vitivinicola con il Cavalier Antonio che nel secondo dopoguerra valorizza e impianta nuovi vigneti recuperando vitigni autoctoni storici di grande pregio impedendo che un patrimonio enologico andasse disperso per sempre. E tutto ciò, nonostante la tentazione a volte, per fortuna subito abbandonata, di voltare pagina per nuovi vitigni meno delicati e più remunerativi. Per giungere a traguardi importanti occorre, poi, anche l'esperienza, la professionalità di un enologo capace come il francese Denis Dubourdieu che imprime ai vini dell'azienda una marcia in più verso il traguardo dell'eccellenza.
Così il figlio del cavalier Antonio, Piero, docente universitario e presidente della Federvini, si dedica a reinterpretare e rilanciare quei vitigni classici nelle numerose tipologie che la cantina propone con l'aiuto di tecnologie all'avanguardia per la produzione di grandi vini. L'azienda Mastroberardino oggi possiede oltre 300 ettari di tenute agricole che rendono grande questa regione nel comparto enologico italiano in grado di dare nuovo slancio, rinnovamento e dinamismo al settore.
Fra le stelle della sua cantina da non perdere Mastroberardino Riserva Radici Taurasi 2003, un grande vino dal colore rosso rubino tendente al porpora intenso. Olfattivamente ricco di sensazioni terrose, balsamiche, minerali con delicate note dolci; al palato è solido, elegante, caldo, notevole l'accenno tannico e finale lungo e persistente.
Altro vino al top il Taurasi Riserva Centotrenta 1999, in ricordo dei 130 anni dal primo imbottigliamento della famiglia, al naso intensi profumi di erba e sottobosco, in bocca coinvolgente, morbido, complesso, intenso. Un fuoriclasse autentico, forse sottovalutato da un mondo del vino a volte un po' modaiolo.
UN NUOVO RICOSCIMENTO  PER L'AZIENDA ARIOLA
Il mondo delle Malvasie
Nel panorama enologico, la nostra provincia continua a farsi onore aggiudicandosi premi e riconoscimenti. Oggi è toccato all'azienda Ariola di Marcello Ceci, che ha conquistato la medaglia di bronzo al concorso «Il mondo delle Malvasie» con un punteggio di 79,33. Un risultato a sorpresa anche perchè, diciamo così, in una trasferta non da tutti. Il premio   stato consegnato nei giorni scorsi dopo la solenne inaugurazione della sedicesima Mostra Internazionale dei Vini e delle Attrezzature Vinicole «Vinistra 2009» dal presidente generale dell'organizzazione,  Federico Castellucci. La cerimonia si è tenuta in Croazia a Parenzo nella sede del palazzetto dello sport «Zùatika».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

3commenti

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

7commenti

Occhiello

230317 Notizia 8

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Droga

San Leonardo ostaggio dei pusher: ecco come funziona "il rito"

21commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

Lutto

Addio a "monnezza": è morto il grande Tomas Milian Gallery Video

1commento

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

motogp

Qatar, prime libere: domina Vinales. Rossi solo nono

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery