Il vino

Quel vino leggero che ama la pizza

Quel vino leggero che ama la pizza
0

Asprinio, un nome che la dice lunga a livello aromatico e gustativo di un vino dai tratti acidi e leggermente selvatici, il cui vitigno autoctono si trova in un comprensorio di ben 22 comuni estesi nel casertano e a Nord di Napoli, compresa la Doc Asprinio di Aversa.
Siamo in Campania, terra ricca di un patrimonio vitivinicolo autoctono fra i più stimati d’Italia e  l’asprinio ne è un testimone che inizia a tornare alla ribalta.
Emblematico il sistema di allevamento della vite, l’antico sistema «maritato» che appoggia la vite a tutori vivi come pioppi, frassini e olmi, che le permettono di raggiungere gli oltre 20/30 metri di altezza, da cui si evince la difficoltà di vendemmiare l’uva soltanto se muniti di lunghe scale strette, comportando pertanto una serie di gravi pericoli e di complessità logistiche.
Oggi si cerca di attuare sistemi di allevamento più pratici senza peraltro inficiare il patrimonio «genetico» del frutto.
I suoi grappoli sono piccoli, e gli acini di colore giallo verdastro con sfumature grigie sono piccoli, rotondi e dotati di pruina. La vendemmia avviene a cavallo tra la fine di settembre e i primi di ottobre.
L’Asprinio è un vino leggero, secco, di facile beva, dai sentori di fiori in primis il gelsomino e note di limone, con una spiccata acidità che disseta, con un tasso alcolico non elevato sugli undici gradi, un vino semplice, vivace e allegro. Per la sua leggerezza è ideale accompagnamento alla pizza e alle preparazioni tipiche mediterranee di grande freschezza e leggerezza, vedi la caprese.
La storia di questo vitigno è piuttosto incerta, sembra risalire al tempo degli Etruschi, ma è citato anche da Plinio, e si deve soprattutto a Roberto D’Angiò nel medioevo la sua riscoperta e la sua diffusione nella zona di Aversa.
Tra le aziende produttrici citiamo le Cantine Torre Gaia con il Brut Asprinio dalla spuma finissima, perlage persistente, dai sentori delicati ed eleganti e dal gusto fresco e vivace (B).
Altra azienda Grotta del Sole con Asprinio d’Aversa Doc dal colore giallo paglierino, dai profumi freschi, leggeri e dal sapore secco e di bella freschezza (B) e il Brut Asprinio d’Aversa Spumante Doc dai sentori tipici del vitigno, freschi e vivaci; al palato è secco e dinamico (C). Chiudiamo con le Cantine Caputo e il suo Asprinio d’Aversa Fescine Vigne Reali dai profumi delicati e fragranti (B).


LA TOUR BLANCHE,
UN SAUTERNES «DIVERSO»
Vino dai tempi di Luigi XVI
La Tour Blanche (D) è un Sauternes sui generis visto che oltre a sémillon e sauvignon contiene una piccola percentuale di muscadel che lo rende assolutamente particolare. La tenuta apparteneva a un certo monsieur Jean de Latourblanche già al tempo di Luigi XVI. Attorno al 1830 un tale monsieur Focke proprietario dei vigneti, introdusse il procedimento di aspettare l’attacco della Botrytis Cinerea, ovvero la muffa nobile, per ottenere un Auslese bordolese.
Poi un’altra curiosità: agli inizi del Novecento, anno 1907, La Tour Blanche fu donata dal banchiere M. Osiris al Ministero dell’Agricoltura Francese, ente, va da sé, pubblico.
Ma occorre arrivare agli anni Ottanta per vedere rinascere il Sauternes della tenuta che oggi ha riacquistato lustro e prestigio nei suoi registri delicatamente aromatici e citrici.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

2commenti

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Referendum

I dati definitivi: il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

1commento

referendum

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro prima giù poi recupera - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

3commenti

Salsomaggiore

Squilli di tromba al funerale di Lorenzo, ucciso da una malattia a 15 anni

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

Collecchio

Pedone investito nella notte a Lemignano: è in Rianimazione

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

1commento

comune

Il parco ex Eridania sarà "Parco della Musica"

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

LA STORIA

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

5commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Referendum

Anziano vota e muore al seggio a Marina di Carrara

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

11commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

4commenti

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)