17°

32°

Il vino

Modena, 500 milioni di volte lambrusco

Modena, 500 milioni di volte lambrusco
0

di Andrea Grignaffini

Cinquecento milioni. Un numero strabiliante se riferito alle bottiglie di Lambruschi Doc modenesi che si sono fregiate del «bollino a spalla» dal 1970, anno in cui si è costituito il Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi.
Il sigillo di qualità si riferisce al bollino rosso su cui è impresso il simbolo del rosone del Duomo di Modena per attestare l’avvenuto controllo organolettico utilizzato come requisito distintivo dal Consorzio. All’inizio si chiamava Consorzio Tutela del Lambrusco-Modena e non esistevano marchi consortili ma dal maggio 1970 vennero emanati i disciplinari di produzione dei tre Lambruschi a denominazione di origine controllata: «Lambrusco di Sorbara», «Lambrusco Salamino di Santa Croce», «Lambrusco Grasparossa di Castelvetro».
Il primo simbolo adottato dal Consorzio fu la «secchia rapita», in seguito sostituita dal rosone del Duomo di Modena, il cui marchio ha lo scopo di identificare le bottiglie prodotte dalle aziende consorziate con il bollino di qualità.
Da qui si comprende il numero di 500 milioni di bottiglie raggiunte e superate ad aprile 2008, e dal 1995 le aziende consorziate hanno la possibilità di contrassegnare i Lambruschi Doc con una numerazione da apporre in controetichetta rilasciata dal Consorzio.
Dal 2000 cambiando denominazione in Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi oltre la rivisitazione grafica del simbolo si è aggiunto un collarino che i consorziati possono apporre al collo della bottiglia in alternativa al tradizionale marchio a spalla.
Nel 2006 la Igt è stata estesa al «Lambrusco di Modena» sempre sotto il controllo del Consorzio, con lo stesso marchio delle Doc ma distinguibile per il diverso colore rosso. Il colore di un vino che vive un momento davvero straordinario.


UN'ACCADEMIA DAVVERO UNICA:
UNITI NEL NOME DEL PISTON
Amicizia e buon vino
Vi sono eventi che nascono dalla volontà e dalla determinazione di uomini che nel rimando al passato riportano in auge storie dimenticate. Stiamo parlando dell’Accademia dal Piston, nata dal desiderio di stare insieme in compagnia con la voglia di tramandare i valori dell’amicizia e della qualità dei contenuti attraverso un bicchiere di buon vino, anzi detta in dialetto piacentino una “scudlei”. Nel 2001 inizia uno scambio epistolare che racconta la storia di un vino unico, mitico, ovvero un vino fatto come una volta: ‘l Piston. Un vino creato a immagine e somiglianza del suo scopritore, un vino che nasce da un’amicizia vera, autentica improntata sulla terra e i vitigni. Un’amicizia tra due intenditori e cultori del vino, due uomini che considerano il nettare di Bacco uno stato d’animo che coinvolge l’umore di chi lo beve. Franco Ilari e Paolo Perini hanno creato il vino dell’amicizia, del buon umore, della buona compagnia. ‘l Piston nasce da un antico vitigno con oltre cinquant’anni di produzione che Franco Ilari scoprì a un pranzo di nozze, quando fu offerto dal contadino per festeggiare gli sposi. Un vino dalle proprietà beneauguranti che aveva tutte le caratteristiche del vino di una volta. Un vino d’artista fatto a tre mani: Paolo Perini, enologo artista della vite, Franco Ilari, artista del buon bere e Armodio, artista dei colori e ideatore dell’etichetta. Un’etichetta tutta particolare con impresso l’effige del classico scudlei con cui i nostri vecchi bevevano il vino dal sapore genuino quando ritornavano dal lavoro e fermandosi all’osteria chiedevano “un piston ‘d vein”. Ecco perché L’Accademia dal Piston invita a bere questo vino in compagnia di qualche amico davanti a una fetta di salame o mentre si disputa un‘accalorata partita a carte. (per info www.ilpoggiarellovini.it).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks

Cannes

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks - Gallery

La domenica pomeriggio al Colle San Giuseppe

FESTE

Un pomeriggio al Colle... foto

Il pallone di Totti ce l'ha Thomas: "Non lo vendo, è sacro"

la storia

Il pallone di Totti ce l'ha Thomas: "Non lo vendo, è sacro" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo - Laura Chimenti

L'INDISCRETO

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Magik, furto in palestra: rubato un impianto stereo

DOPO IL PALACITI

Magik, furto in palestra: rubato un impianto stereo

SORBOLO

Scoperti i ragazzi che «giocano» a buttarsi

BASEBALL

Davide, il fuoriclasse che non dimenticheremo mai

RUGBY

Gavazzi, «ultimatum» alle Zebre

MUSICA

Il dj Luca Giudici: «Sarò al fianco di Clementino»

VIA ALEOTTI

69enne travolto da un pirata

SALA BAGANZA

Investito sulle strisce: gravissimo

VIA TOSCANA

Bertolucci, rubata una bici al giorno. E le telecamere?

VIA BUDELLUNGO

Prima l'incidente, poi la lite e la "fuga" con il trattore: condannato agricoltore

play-off

Lucchese (mercoledì): oltre 6mila biglietti venduti

Problemi on line, Majo: "Fisiologico quando c'è richiesta". Per il ritorno a Lucca: prevendita nella sede del Centro di Coordinamento

1commento

PARMA

Ruba una borsetta nella chiesa dell'Annunziata: inseguita e bloccata 56enne parmigiana Video

1commento

ANTEPRIMA GAZZETTA

Ancora furti. Stavolta nella palestra della Magik

Bertolucci, telecamere spente. E sparisce una bici al giorno

1commento

baseball in lutto

Lo sport di Parma piange Davide Bassi

Parma

Una lettrice: "Stazione, un uomo nudo nel piazzale ma nessuno interviene"

32commenti

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

Via Amendola: i pusher si allontanano, gli invitati restano. E si arrabbiano

15commenti

PARMA

Trasporto pubblico: Tep fa ricorso contro BusItalia Video

Sollevate contestazioni sul piano formale e sulla sostenibilità del piano economico-finanziario

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

La nostra vita blindata nell'epoca della paura

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

GRAN BRETAGNA

Custode dello zoo sbranata da una tigre

l'allarme

Troppo facile comprare armi su internet Video

SOCIETA'

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

MEDIO ORIENTE

"Bombardiamo l'odio con l'amore": spopola il video del Kuwait contro i kamikaze

SPORT

calciomercato

Voci dalla Liguria: "Faggiano in pole per il dg dello Spezia"

ROMA

L'addio di Totti, il capitano in lacrime abbraccia i figli: "Starei qui altri 25 anni" Foto

MOTORI

Volkswagen

Golf, è l'ora della variante a metano

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione