Il piatto forte

«Aria del Po e tradizione. Ecco la Bassa in tavola»

«Aria del Po e tradizione. Ecco la Bassa in tavola»
2

di Luca Pelagatti

Cosa sia la Bassa lo sappiamo tutti. E' - Guareschi insegna - quella  fettaccia di terra grassa che sta tra il Po e la via Emilia dove galleggiano sogni e fantasmi,  una terra di sole e nebbia, di amori e odi. Pioppi, argini, granturco.  Ma questi sono colori, immagini: mancano i sapori. Ed ecco perchè allora si può dire che della Bassa conosciamo (quasi) tutto. Tranne forse la cucina, quella vera.
«E la Bassa invece ha una sua tradizione, un suo stile originale e unico», spiega Marco Dallabona, chef della «Stella d'Oro» di Soragna. Un cuoco che per conquistare le «stelle» è partito verso il mondo grande. Per tornare poi nel suo Mondo Piccolo. Che racconta e ama. Interpretandolo. «La cucina di questa terra è semplice, povera. Ma senza invidia per la città  e la collina». Lo rivelano le ricette, lo spiegano le consuetudini. E le sfumature che fanno la differenza. «Pensiamo agli anolini: solo formaggio nel ripieno, rigore che nasce forse dalla antica povertà ma che diventa poi l'anima del piatto. E la pasta è  più spessa, si deve sentire: non è solo un contenitore ma è, a sua volta, protagonista». Lo stesso scambio di ruoli che si ritrova in altri  piatti-bandiera che nascono nelle aie.

 E che  qualcuno poi  oggi, meraviglia, scopre globali. «Pensiamo all'anatra arrosto, cotta lungamente al forno: semplicissima,  ne esce quasi biscottata. Ora c'è chi la paragona alle preparazioni laccate  alla maniera pechinese. Ma qui, a due passi dal Po, è nel Dna della gente». Gente che sapeva  trasformare  saporiti «ingredienti» in una vera e propria «gastronomia». «Penso alle preparazioni a base di cacciagione dove il fegato dell'animale veniva usato  per legare il piatto. O all'intingolo succulento e perfetto del galletto con i peperoni, a quell'uso sapiente degli animali del cortile».  In più con la capacità di esaltare, con astuzia, quello che passava il magro convento. «Un piatto che ho sempre in carta sono i ravioli alla Verdi: l'esempio perfetto di un piatto di risulta, nato dall'uso accorto di ciò che resta sulla tavola,  e poi nobilitato: la carne quotidiana del ripieno si sposa a materie più ricche come la  spalla cotta e il tartufo. Il risultato ne deriva sontuoso, magniloquente. Degno della grandezza di Verdi».

 Anche se oggi la Bassa della antica miseria - grazie al cielo -   ha perso persino il ricordo. Tanto che lo chef spariglia le carte: «La cucina di ora  punta ad alleggerire le ricette. La tendenza è quella  lavorare sulle tecniche di cottura, esaltando senza appesantire. Ma salvando la unicità delle materie prime».  Anche perchè quella fettaccia di terra ora è più vicina al mondo grande che alle lanche del Po e certe differenze tra i sapori paiono perdute per il palato di molti. «A volte occorre insistere ma poi chi mangia coglie quello che c'è di unico e particolare. E allora è un incontro unico».  I fantasmi della  Bassa,  sornioni, tra nebbia e sole, ringraziano.
 


 

 Ravioli di carne alla verdi con spalla cotta e tartufo nero
 Per sei persone                                                                                                                             
 Per il ripieno
 100 gr di polpa di manzo, 100 gr di polpa di vitello, 100 gr di lonza di suino, 100 gr di verdure miste, 150 gr di Parmigiano, 4 uova
 Per la pasta
 500 gr di farina, sale q.b, un cucchiaio di olio
 Rosolare le verdure e mettervi tutta la carne a pezzi a brasare. Una volta cotta passare il tutto con il tritacarne fine: legare il tutto con uova e Parmigiano e aggiustare di sale. Fare riposare il ripieno in frigo. Impastare la sfoglia in modo classico e farcire con il ripieno tenendoli leggermente più piccoli dei normali tortelli. Cuocerli in abbondate acqua e, nel frattempo, preparare della spalla cotta a cubetti e del tartufo nero tritato in una padella con poca panna.
Fare ridurre e saltare i ravioli con poco Parmigiano. Servire subito.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Christian

    28 Settembre @ 16.33

    Anche la cantina di questo ristorante è una piacevole sorpresa. Peccato non averne parlato nell'articolo.

    Rispondi

  • teresa

    08 Settembre @ 09.16

    Buongiorno, i ravioli saranno squisiti li proverò, ma per quanto riguarda la pasta, manca il quantitativo delle uova. Penso sia 5. Grazie

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

3commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Roberto D'Aversa

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

14commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

Anga Parma

l calendario dei giovani imprenditori agricoli

Per raccogliere fondi a favore delle aziende agricole colpite dal terremoto nel Centro Italia

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

2commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

10commenti

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

1commento

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti