-0°

16°

Il vino

Termarina, l'uva antica da custodire

Termarina, l'uva antica da custodire
Ricevi gratis le news
0

Angelo Casalini il vino lo fa per sé stesso e per il piacere di condividerlo con gli amici. L’hanno inserito in un archetipo di vignaiolo: agricoltore custode. Un abito che gli calza sartorialmente come pochi altri visto l’impegno indefesso che ormai da lustri profonde nella preservazione di uve che stavano vedendo profilarsi la china del tramonto inesorabile. Ne scriviamo ora ma Veronelli, come sempre antesignano, già lo citava nel 1976. Ovviamente il pretesto è un’uva rara e strana, la Termarina: «Ha colore rosso rubino caldo in cui giuocano rapidi riflessi mattone: fiato alto, lungo e carico di sentori goudron e di frutta matura; sapore ampio, anche caldo, generoso, e completo; nerbo diritto in stoffa elegante, lunga e vellutata. Un gioiello».

L’appartenenza a un antico e quasi dimenticato vitigno autoctono rende il Termarina, un vitigno dalle grandi potenzialità, espressione identificativa di un territorio, quello parmense, che si riappropria di una realtà oggi più che mai in via di rivalutazione.
Torna in ballo Angelo Casalini, che passando dalla preparazione di deliziose marmellate e saba con la sua Termarina Rossa, è arrivato a un vino che ci sorprenderà anche nella sua longevità. Un’uva, la Termarina Rossa, che trae linfa vitale da un territorio, il Parmense e il Reggiano, (tanto da essere chiamata anche Tramarina e Oltremarina), che pur avvolto nei mesi invernali dalle brume nebbiose e umide e dalle estati calde e assolate risente dell’influsso salutare delle correnti marine che arrivano al di là dei monti e dalle quali traggono effetti benefici.

QUEGLI ACINI PICCOLI DAL DOLCISSIMO SAPORE UN VINO ROSSO AMARANTO
La Termarina è un’uva dagli acini senza vinaccioli, piccolissimi e dolcissimi per un vino dal colore rosso amaranto con nuances caramello. Naso floreale con note di frutta sotto spirito, in primis ciliegia, frutta secca e cioccolato. Bocca in perfetta sintonia tra la dolcezza, l’acidità e alcolicità.  Un vino che non è solo il ricordo di un passato ma è una sfida per un domani di grandi opportunità se aiutato dalla cura e l’esperienza di professionisti preparati nel settore enologico tanto da ritagliarsi uno spazio significativo nel panorama italiano.

UN ANTICO VITIGNO LOCALE ORA «REGISTRATO» TRA QUELLI AUTOCTONI
La Termarina nel 2007 è stata iscritta nel «Registro Nazionale delle Varietà di Vite», come uno fra gli antichi vitigni censiti nel nostro territorio. E anche questo è un passo avanti per recuperare alcuni cloni autoctoni della nostra provincia e per riportare alla realtà odierna sapori e profumi perduti. E ora passiamo in rassegna qualche millesimo che abbiamo assaggiato dalla cantina di Casalini con la premessa che tutte le annate sono state vinificate in secco e fermo, in modo assolutamente «arcaico».  La 2008 al naso impatta con la sua animalità, in bocca è astringente, riprende il rustico succitato anche leggermente amplificato da una minima rifermentazione. Ha bisogno di tempo. Veniamo a un millesimo difficile come il 2003 che fa uscire il calore solo in alcune note distillate, per il resto ciliegia, cioccolato e tocco vegetale. Si va ancor più indietro con il 1997, vegetale come un cabernet franc ma non molto performante anche per la vena aspra disarmonica.  Veramente incredibile invece il 1990: a quasi vent’anni dalla vendemmia, quando molti vini celebrati sarebbero alle corde ecco un mix affascinante di vegetale e fruttato con tocchi di torrefazione e cherry brandy e un’acidità sferzante come quella del ribes rosso. Ancora una volta il grande Gino ci aveva visto giusto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

incidente in curva

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

1commento

Criminalità

Borseggi, la paura viaggia sull'autobus

4commenti

brescello

Ricicla su Internet motori diesel rubati, denunciato 50enne parmigiano

IL CASO

Omicidio di Michelle, l'ex fidanzato «totalmente capace di intendere e volere»

2commenti

POLITICA

M5s, Ghirarduzzi replica a Pizzarotti: "Il suo è effetto cadrega"

WEEKEND

Bancarelle, musica e benedizioni degli animali: l'agenda della domenica

BUROCRAZIA

Strade pronte, ma restano chiuse

2commenti

LA STORIA

Aurora, 18enne con disabilità: «Nessun sogno è precluso»

2commenti

TORRILE

Fine dell'incubo per i vicini del piromane

SALUTE

Un test del sangue per otto tipi di tumore

Ko a Cremona

Anno nuovo, Parma vecchio

3commenti

Animali

«Delon sbaglia: non si uccide il proprio cane»

2commenti

PARMA

Oltretorrente: cori gospel in strada per contrastare lo spaccio Video

Iniziativa di "Oltretutto Oltretorrente" con il coro gospel Zoe Peculiar

10commenti

LA PEPPA

La ricetta della domenica - Quiche di carciofi

SERIE B

Cremonese-Parma 1-0: crociati sconfitti a pochi minuti dalla fine sotto gli occhi di Lizhang Foto Video

Nel primo tempo squadre equilibrate, poi i crociati calano. La Cremonese aumenta il pressing e fa gol con Cavion

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

kabul

Attacco all'hotel Intercontinental

SPORT

tennis

Australian open, gli ottavi: Seppi eliminato. Stasera gioca Fognini

SCI

Schnarf, il podio che non t'aspetti

1commento

SOCIETA'

IL DIRETTORE RISPONDE

Opinioni a confronto sui lupi

BLOG

Il "Bugiardino dei libri" di Marilù Oliva - 3

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti