Il vino

Viaggio tra le Langhe inseguendo il barolo

Viaggio tra le Langhe inseguendo il barolo
0
di Andrea Grignaffini
Novembre langarolo in quei comuni come La Morra, Barolo, Serralunga e Castiglione Falletto, magicamente vocati alla produzione di Barolo impareggiabili. 
Qui inizia ottant’anni fa la storia dei Ceretto con Riccardo (siamo nel 1930) anche se saranno poi i due figli, Bruno e Marcello negli anni Sessanta a dare un’impronta nuova e una energia vitale all’azienda. Non si fa più riferimento a un’unica grande cantina ma a una serie di piccole cantine autonome ognuna delle quali rappresentativa del top di una particolare denominazione, create dall’estro di famosi designer per conferire al vino quel tocco di cultura che rappresenta. 
E la Ceretto fra le tante prestigiose etichette prodotte presenta il suo must: il Barolo Bricco Rocche, diventato portabandiera anche al di là dei confini nazionali. Significativo il nome Bricco in quanto indica la cima di una collina ricca di vigneti degradanti di eccelsa qualità. Ma il successo del Barolo è dovuto, oltre al territorio, anche al rigore imprenditoriale, alla passione e alla continua ricerca professionale tecnologica tanto da portare ai vertici mondiali un vino emblema assoluto di un luogo, le Langhe, e di una famiglia, i Ceretto. E il vigneto rappresentativo dei «Barolo Brothers» ovvero il Bricco Rocche è quello di Castiglione con i suoi 1,75 ettari di vigna per una produzione annua di 4/7.000 bottiglie dove, è stata costruita una cantina diventata celebre, avendo come struttura il famoso cubo dell’architetto Deabate. 

Per la vinificazione dei migliori cru di Barolo la macerazione avviene in moderni tini termo controllati, dopo la malolattica il vino passa in legno e l’ultima fase vincente prevede dodici mesi in fusti piccoli e ventiquattro in botte.  

 

DUE SCUOLE DI PENSIERO MESSE A CONFRONTO

Novità e innovazione
Così i Ceretto diventano intermediari tra le due scuole di pensiero di Barolo, la più tradizionale che prevede un lunghissimo affinamento per un vino potente e tannico, e la più oltranzista che vuole un vino più fruttato, di una beva più abbordabile. 
Ultima curiosità è la storia delle «3P« che alludono al parroco, al postino, al preside, ovvero alle tre figure più rappresentative del paese che conoscono meglio i contadini possessori di quelle piccole parcelle di vigna produttrici di ottime uve. 
Ora una verticale da leggenda di Bricco Rocche, partendo da un mitico 1989, olfattivamente profondo con toni animali e balsamici rinfrescanti. Al palato è equilibrato, carnoso, con tannini perfetti e un rimando di freschezza balsamica. (F) 
Il 1982 è un vino aristocratico, di ampia finezza, al naso sentori fruttati, terrosi e fresche note balsamiche. In bocca appare  sapido, morbido, con tannini setosi e rimandi terrosi e balsamici. (F) 
Passiamo a un altro monumentale Barolo Bricco Rocche, il 1998, austero nei suoi profumi animali e nei suoi freschi toni di erbe aromatiche. In bocca è elegante, aristocratico, intenso, carnoso con tannini fini e una sapidità in gran spolvero. (F) 
Fresco, elegante il 1990, dalle sensazioni fruttate e balsamiche che virano alle spezie e al tabacco. Gustativamente impeccabile per una grande piacevolezza di beva. (F)
 Chiudiamo con il 1996, dai profumi floreali, rosa in primis, anice, spezie e note animali. In bocca rimandi floreali, di tabacco e finale con tannini leggermente sapidi. (F) 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

4commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

referendum

seggi

Referendum, urne aperte e discreta affluenza. Istruzioni per l'uso

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

1commento

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

5commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

10commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

COMMENTO

Un post per i posteri

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti