13°

30°

Il piatto forte

Il re dell'happy hours? E' nato nelle caserme

Il re dell'happy hours? E' nato nelle caserme
0

Non lo trovate nei repertori di cocktail, ne' tra le ricette che a volte i libri di vino mettono in appendice. Solo nella «Guida per negati» (Ray Foley, «Cocktail per negati», Oscar Mondadori, 13 euro) se ne trova un breve cenno. Ma non c'è semplice barista ne' barman altezzoso (ormai molti si sono piegati) che non sappia prepararlo. Ognuno ha il suo e lo fa come gli pare, o come pare a noi che lo chiediamo e stiamo a guardare mentre ce lo preparano - e intanto parte la chiacchiera col barista e con l'amico che ci raggiunge al banco e ne chiede uno anche per sé. Ognuno lo chiama a suo modo, spargendo diminutivi e vezzeggiativi, segno d'affetto e predilezione, di successo crescente, di voga imprevista. Così quel bicchiere col liquido mosso dalle bollicine che, in diverse sfumature, tende al rosso e si riflette nei lucenti cubetti di ghiaccio tra cui galleggia una fetta d'arancia o di limone, ha colonizzato l'ora dell'aperitivo estivo, s'è impadronito dei «giri» rituali che aprono le movide al rientro in città. Niente è più semplice e allegro, fresco e gradito dello spritz, spriss, sprizzino, sprizzolo, sprisseto e via declinando per influenze dialettali. 

Già il nome dice la cosa, il suono indica, precede il contenuto: è la forza della parola, l'efficacia della figura retorica. Dalle città del Veneto più godereccio, dalla Padova dei baretti e del Pedrocchi, degli studenti universitari e (un tempo) dei militari, da Verona, Venezia e Treviso, ma anche da Trieste lo spritz s'è ora diffuso sulle spiagge e nelle città di tutto il nord, e il gastronauta Davide Paolini garantisce anche in bar di Barcellona e Bruxelles. Le origini non sono recenti e i veneti più campanilisti le ritrovano nel Medio Evo o ancora prima: di certo sono coetanee al piacere di scambiare due parole e di bere un bicchier di vino, un'«ombra», prima di pranzo o di cena. Il battesimo col nome avviene nella seconda metà dell'Ottocento, con la dominazione asburgica quando i soldati austriaci, abituati alla bassa gradazione del loro vino bianco Veltliner, rischiavano d'ubriacarsi coi più robusti vini veneti: spruzzare (spritzen) nel bicchiere un po' d'acqua poteva essere la soluzione. Questa è ancora la regola di preparazione base: solo acqua gassata o seltz (dall'omonima città famosa per questo) in aggiunta al vino e nella proporzione di uno a nove. Da qui mille varianti, con aggiunte alcoliche che hanno come unica prescrizione quella di garantire alla bevanda una sfumatura di colore rosso: 4 parti di vino bianco (anche prosecco), 4 di Aperol, 2 di acqua gassata (meglio seltz) nella versione più diffusa e in equilibrio dolce; Bitter Campari, al posto dell'Aperol, per un gusto amaricante e più forte; con una parte di gin per chi poi non guida. Chichibìo
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna social network

tv e polemiche

Insinna si vendica: «Il Tapiro censurato da Striscia»

Il rock piange anche Gregg Allman

Gregg Allman

musica

Il rock piange anche Gregg Allman

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington

Sport

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Les Caves

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

Lealtrenotizie

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza sulla Pietra di Bismantova: ferito 25enne di Parma

PIETRA DI BISMANTOVA

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza: ferito 25enne di Parma

PARMA

A fuoco deposito di carta e campana del vetro: due incendi in viale Fratti e via Trieste

COLLECCHIO

Furti e auto forzate nel parcheggio dell'EgoVillage: abitanti esasperati

INCIDENTE

E' morta l'anziana investita in via Pellico

berceto

Scontro tra moto sulla strada del Cento Croci: cadono in tre

sorbolo

L'ultimo binario dell'idiozia: dopo le auto, fingono di finire sotto il treno

4commenti

truffa

Falso avvocato raggirava immigrati tra Parma e Reggio: denunciato

Roncole Verdi

Il caso di don Gregorio fa discutere: c'è chi parla di scelta azzardata

FESTE

La serata di Bob Sinclar alla Villa degli Angeli Foto

SEMBRA IERI

Sembra ieri: via Farini affollata di autobus (1998)

traffico

Autovelox: i controlli fra il 29 maggio e il 1° giugno

1commento

Pasimafi

Liberi Ugo e Marcello Grondelli

salso

Terme, via libera alla liquidazione

Autostrada

Incidente e traffico intenso: code in A1 e in A15 in serata

MEDESANO

Furto al cimitero, rubato un borsello da un'auto

PARMA

Gag, solidarietà e... abbracci gratis: i clown di corsia in piazza Garibaldi Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

URBINO

Bimbo morto di otite: indagati il medico e i genitori, donati gli organi

ravenna

Blue Whale: la Polizia "salva" una studentessa di 14 anni

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

FORMULA UNO

Doppietta Ferrari dopo 16 anni a Montecarlo. Gelo tra Vettel e Raikkonen

Montecarlo

La doppietta Ferrari è di quelle pesanti. Hamilton è il vero sconfitto (ma anche Raikkonen...)

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover