20°

33°

Il piatto forte

Il re dell'happy hours? E' nato nelle caserme

Il re dell'happy hours? E' nato nelle caserme
Ricevi gratis le news
0

Non lo trovate nei repertori di cocktail, ne' tra le ricette che a volte i libri di vino mettono in appendice. Solo nella «Guida per negati» (Ray Foley, «Cocktail per negati», Oscar Mondadori, 13 euro) se ne trova un breve cenno. Ma non c'è semplice barista ne' barman altezzoso (ormai molti si sono piegati) che non sappia prepararlo. Ognuno ha il suo e lo fa come gli pare, o come pare a noi che lo chiediamo e stiamo a guardare mentre ce lo preparano - e intanto parte la chiacchiera col barista e con l'amico che ci raggiunge al banco e ne chiede uno anche per sé. Ognuno lo chiama a suo modo, spargendo diminutivi e vezzeggiativi, segno d'affetto e predilezione, di successo crescente, di voga imprevista. Così quel bicchiere col liquido mosso dalle bollicine che, in diverse sfumature, tende al rosso e si riflette nei lucenti cubetti di ghiaccio tra cui galleggia una fetta d'arancia o di limone, ha colonizzato l'ora dell'aperitivo estivo, s'è impadronito dei «giri» rituali che aprono le movide al rientro in città. Niente è più semplice e allegro, fresco e gradito dello spritz, spriss, sprizzino, sprizzolo, sprisseto e via declinando per influenze dialettali. 

Già il nome dice la cosa, il suono indica, precede il contenuto: è la forza della parola, l'efficacia della figura retorica. Dalle città del Veneto più godereccio, dalla Padova dei baretti e del Pedrocchi, degli studenti universitari e (un tempo) dei militari, da Verona, Venezia e Treviso, ma anche da Trieste lo spritz s'è ora diffuso sulle spiagge e nelle città di tutto il nord, e il gastronauta Davide Paolini garantisce anche in bar di Barcellona e Bruxelles. Le origini non sono recenti e i veneti più campanilisti le ritrovano nel Medio Evo o ancora prima: di certo sono coetanee al piacere di scambiare due parole e di bere un bicchier di vino, un'«ombra», prima di pranzo o di cena. Il battesimo col nome avviene nella seconda metà dell'Ottocento, con la dominazione asburgica quando i soldati austriaci, abituati alla bassa gradazione del loro vino bianco Veltliner, rischiavano d'ubriacarsi coi più robusti vini veneti: spruzzare (spritzen) nel bicchiere un po' d'acqua poteva essere la soluzione. Questa è ancora la regola di preparazione base: solo acqua gassata o seltz (dall'omonima città famosa per questo) in aggiunta al vino e nella proporzione di uno a nove. Da qui mille varianti, con aggiunte alcoliche che hanno come unica prescrizione quella di garantire alla bevanda una sfumatura di colore rosso: 4 parti di vino bianco (anche prosecco), 4 di Aperol, 2 di acqua gassata (meglio seltz) nella versione più diffusa e in equilibrio dolce; Bitter Campari, al posto dell'Aperol, per un gusto amaricante e più forte; con una parte di gin per chi poi non guida. Chichibìo
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Salvador Dalì, a 28 anni dalla morte i celebri baffi intatti

Spagna

A 28 anni dalla morte i baffi di Salvador Dalì sono intatti

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata a Parma

Parma

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata 

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Mangiano pollo avariato, studenti intossicati

VARANO

Mangiano pollo avariato, studenti intossicati

Inchiesta sulle bollette

Luce, acqua e gas: storie di ordinaria vessazione

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte: la sorella ferita con la mannaia

Noceto

Quella croce che protegge la valle di Cella

Testimonianze

Notte di paura per i parmigiani a Kos

Auguri capitano

Parma, il Parma, la famiglia: i 40 di Lucarelli

Fortuna

Fidentino gratta e vince 100 mila euro

Soragna

I residenti contrari all'arrivo dei profughi

PARMA

Lite al parco di via Milano: magrebino ferisce italiano con le forbici Video

1commento

ANTEPRIMA GAZZETTA

Bollette anomale e strani anticipi da pagare: le storie sulla Gazzetta di Parma

weekend

Feste campestri, cavalli e silent party: l'agenda del sabato

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

IL CASO

Ramiola, taglia i cavi per far tacere le campane

4commenti

carabinieri

Pusher in viale Vittoria: un lettore fotografa il blitz La sequenza

3commenti

incidente

Scontro fra una moto, due auto e un camion in via Traversetolo: un ferito grave

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

TORINO

Figlio muore sul Cervino, la madre discute la  tesi Video

grecia

Scossa di 6,7: due turisti morti e 200 feriti a Kos Foto Video

SPORT

parma calcio

I 40 anni di capitan Lucarelli: speciale Gazzetta Video

parma calcio

Qui Pinzolo: la foto-cronaca del primo giorno di allenamenti

SOCIETA'

MANTOVA

Amiche muoiono per un incidente in scooter. Quell'ultimo video su Fb

Era qui la festa

Sorbolo: facce da... girone dei golosi Foto

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

EMISSIONI

Anche Audi gioca d'anticipo: interventi su 850mila diesel