-4°

Il vino

Un progetto legato alla terra tra Toscana e Piemonte

Un progetto legato alla terra tra Toscana e Piemonte
0

di Andrea Grignaffini

I rumors si facevano sempre più insistenti diventando il sottofondo di un boato che colpisce nel segno dell’intraprendenza e della comunicazione: parmigiani alla conquista delle zone enoiche più vocate d’Italia (e forse non solo). Stiamo scrivendo niente di meno che della Toscana e di quella sorta di oasi autoctona enoica che è il Piemonte langarolo. 
Stiamo scrivendo di Andrea e Luca Costa, padre e figlio, con un passato da imprenditori che si declinano in un presente da imprenditori… agricoli. E a Parma, senza enfasi, è stato presentato il loro progetto che sotto il nome «Tenute Costa», riunisce i due territori a maggiore vocazione vitivinicola per tradizione ed eccellenza del vino italiano. 

Un progetto che nasce dalla terra
«Un progetto che nasce dalla terra e dalla voglia di veder crescere qualcosa di nostro, - spiega il giovane Luca Costa – ma anche un progetto che attraversa la cultura contemporanea di cui il vino, secondo noi, è parte integrante». 
E i numeri lo dimostrano. Venti milioni di euro vengono impiegati per realizzare questa affascinante realtà: «DueCorti» in Piemonte e «TerrediFiori» in Toscana. 
Due cantine in fase di costruzione, ecologicamente all’avanguardia saranno il fiore all’occhiello per i trenta ettari vitati, ottenendo primi la certificazione dell’Agenzia Casa Clima di Bolzano in classe A Nature, come edifici ecocompatibili. 
Nasce così un’impresa sostenibile. Per tenute Costa la priorità assoluta è l’autosufficienza energetica, mediante innovative tegole con sistema solare integrato, in Piemonte, mentre in Maremma utilizzando mini pale eoliche all’insegna anche del risparmio energetico. 
Inoltre si costruisce a secco e si utilizzano pannellature in legno.  «Un progetto legato alla terra e perché la terra è il futuro di tutti - conclude Luca Costa -. Come è il futuro anche la grande tradizione vitivinicola italiana che è un patrimonio culturale immenso che lega le generazioni di ieri a quelle di domani». 
E domani assaggeremo anche vini che di certo faranno parlare. E non potrebbe essere altrimenti visto che sulla tolda del comando «tecnico» è arrivato quel Carlo Ferrini, che, se in Toscana è un nome fin troppo noto, in Langa si cimenta per la prima volta. 
E un toscano buono in Piemonte è quello che si fuma… una sfida che ha già i tratti iniziali di un Dolcetto, primo vino assoluto, anche inserendo le tenute toscane, tutto made in Ferrini. 
L’inizio è buono. Un vitigno difficile che non va troppo ammorbidito se non di quel tanto, sostengono in molti, che appaghi qualche palato in più oltre ai piemontesi. 

Nuova sfida in Alto Adige
Missione compiuta: frutto in bello spolvero e grip tannico che ci vuole. Il resto sono prove tecniche di trasmissione, più che corrette, che tra un paio d’anni avranno sviluppato la personalità di questo enologo cult. Nel frattempo un’altra sfida è intrapresa. 
Il vino bianco. Il territorio non poteva che essere quello, elettivamente perfetto, dell’Alto Adige e anche qui una sfida per Ferrini assolutamente affascinante. 
Ai Costa il tran tran non si addice. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano: il sindaco di Langhirano: "chieste le strisce pedonali"

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Il caso

Il Tar dà ragione a Medesano: sì alla farmacia a Ramiola

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

BASILICAGOIANO

Omicidio Habassi: Del Vasto capace di intendere e volere

tg parma

Greci, dai Nuovi consumatori alla candidatura alle comunali Video

5commenti

Calciomercato

Matteo Guazzo-Modena: salta tutto

Niente intesa sull'ingaggio, tegola per il mercato del Parma che ora ha un over di troppo.

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

16commenti

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

Fotografia

Parma di Badignana: la cascata

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta