-2°

Il vino

Collio, scelte «bio» per i vini dell'estate

Collio, scelte «bio» per i vini dell'estate
0

di Andrea Grignaffini

Un laboratorio di stili, di idee, di innovazione il Collio, da sempre un punto di riferimento per il mondo dei bianchi italiani. Ma il Collio non è riassumibile in queste poche parole: è anche una terra di impulsi, cambiamenti e tradizioni radicate nella storia di questa straordinaria regione vinicola. Che ci ha conquistati ancora una volta con un produttore che rappresenta al meglio bevibilità, freschezza, fragranza d’impatto e, ultimo ma non tale, rapporto qualità-prezzo.
 L’azienda agricola Coceani vede la luce verso la fine dell’800 per volontà di Alfonso Coceani.
Con l’acquisto di nuovi poderi, il lavoro è stato tramandato alle successive generazioni fino a metà degli anni ’80 (momento in cui tanti si sono rivolti a visioni fortemente moderniste), allorché Renzo ha dato una innovativa impronta all’attività agricola attraverso tecniche moderne ancorate però alla tradizione scegliendo di lavorare con metodo biologico.
Il biologico ha come principio il rispetto della terra, delle stagioni, del clima, dell’uso di sostanze naturali. Le tecniche di lavorazione si avvalgono delle condizioni geoclimatiche favorevoli seguendo il ritmo delle stagioni. Le concimazioni sono effettuate esclusivamente con letame solo se necessario e prodotti di origine minerale, vegetale e organico, escludendo pesticidi e fertilizzanti di sintesi chimica. In vigna si predilige il sistema di allevamento a quello a spalliera con cordone speronato o con Guyot. La potatura o il diradamento delle uve è utilizzato per contenere la quantità. Per ovviare a problemi di malattie della vite si continua nel solco della tradizione con l’uso di idrossido di rame  o zolfo. Con l’acquisto di nuovi vigneti tramutati in «bio» ha spostato le vendite soprattutto verso il Nord Europa, da tempo fautori di queste tecnologie. E’ la volta dell’ultima generazione della famiglia Coceani, Giulio e Alessandra, che continua con passione e impegno in questa filosofia lavorando strettamente a contatto con la terra per tornare alla natura. Oggi i vigneti sono localizzati a Capriva del Friuli al centro del Collio. Le uve vengono raccolte manualmente alle prime luci del mattino e portate subito in cantina dove subiscono un processo di raffreddamento. La vinificazione segue il disciplinare di Suolo e Salute in tutte le sue fasi.
 L’imbottigliamento avviene in atmosfera controllata di azoto seguendo i dettami del biologico. L’azienda ha realizzato una nuova cantina in parte incassata nel terreno per ottenere quelle condizioni climatiche ottimali per l’affinamento del vino.
I vini ottenuti seguendo il bio hanno caratteristiche di naturalità garantite dalla mancanza di fattori antinutrizionali e da residui di trattamenti tecnologici.
Se i bianchi sono un esempio di beva semplice ma perfettamente integra e pulita, cosa che sappiamo non sempre caratteristica primaria di vini prodotti con sistemi analoghi, i rossi non sono da meno: varietali netti, frutto dimensionato e acidità vivida.
 Perfetti per l’estate.


FRESCO PER FRESCO UN ROSÈ  «IDEALE PER LE DONNE>

Un inusuale Pinot nero
Da una donna, Cinzia Bordina dell’omonima azienda agricola, un Pinot Nero in rosa, il Ciabottino 2007 Fiore di Pesco – Rosso da Tavola, perfetto per le donne.
Una rarità dal Piemonte che stupisce davvero per i rimandi a quel fiore di pesco indicato nell’etichetta ma che poi vira sulla viola e su note fiorite. Tutta la fragranza del vitigno n questione, poi, in una bocca franca e fruttata dove la leggerezza si veste di finezza.
Un’altra maniera per percorrere le vie del Piemonte meno battuto e conosciuto per un’azienda che riserva ancora sorprese di cui racconteremo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Ex tronista

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

Calestano

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

Guardia di Finanza

Incassa poco ma solo per il fisco: sequestrati beni a un evasore "seriale" di Sorbolo

2commenti

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

3commenti

Parma Calcio

Il ds Faggiano si presenta: "Voglio un rapporto vero con la squadra" Video

1commento

SQUADRA MOBILE

Presi due spacciatori con la pistola

2commenti

Incidente

E' ancora gravissimo il rugbista ventenne investito 

SONDAGGIO

La commessa più votata? E' Giorgia

2commenti

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

5commenti

Parma

Attentato incendiario nella sede dei sindacati di base Video

Rilievi della Scientifica in via Mattei

Appennino

Schia: al via la stagione con una «valanga» di novità

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

1commento

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

1commento

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

11commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

Reggio Emilia

Giovane bastonato e preso a frustate: in manette un 55enne e due figli

Ventimiglia

Brucia la villa dei cognati e muore asfissiato

SOCIETA'

dialetto

"Io parlo parmigiano" lancia un Lunäri... da Ufo Video

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Calcio

LegaPro: Pareggio del Bassano; Venezia primo

Parma Calcio

Trasferta, Saporetti ci sarà. D'Aversa: "Nessun alibi anche nelle difficoltà"

CULTURA 

Archeologia

Restaurati 50mila metri quadrati di città a Pompei

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco