12°

Il piatto forte

Vini e guide

Vini e guide
0
di Andrea Grignaffini 
Nessuno ormai si sorprende più per gli exploit del vino parmense. Quello che sino a qualche tempo fa era il fanalino di coda di un sistema alimentare monumentale, sia nei dati quantitativi che in quelli qualitativi, si è ritagliato in poco più di un lustro una dignità di assoluto rispetto. 
Un punto saliente visto che non c’è nulla di meglio di accompagnare al bengodi alimentare di una zona come la nostra un abbinamento con il vino. Tanto per essere completi e vendere, ma sarebbe meglio dire, tentare di vendere, un prodotto nella sua complessità. 
Le guide enologiche hanno compreso, anche prima dei parmigiani, le potenzialità di un luogo che non sarà certo vocato come quelli più blasonati ma che non è certo da meno rispetto ai nostri confinanti. Se, però, il luogo ha il suo significato non occorre dimenticare i produttori, in primis quelli che fanno da traino per massa produttiva: è soprattutto merito loro che i vini siano entrati in modo così veemente nel mercato nazionale. Questo è stato effettuato con due operazioni di marketing: una di lancio e un’altra di rilancio. 
La prima ha riguardato il lambrusco. Che sia diretta conseguenza a un’operazione di mercato o meno va detto che è stato «inventato» uno stile. 
Fino a qualche anno fa questo universo era rappresentato dal comprensorio modenese che coniugava questo vitigno nelle sue declinazioni più classiche: la freschezza acida del Sorbara, la corposità fruttata del Grasparossa, la vena più selvatica del Salamino di Santa Croce. Non dimenticando certo le belle espressioni reggiane, e quelle più rare mantovane, va detto che dopo l’ingresso prepotente dei produttori parmensi, il mondo del lambrusco ha dovuto tener conto di un nuovo stile che avanzava massivo. In barba ai detrattori e agli scettici un lambrusco tutto frutto, piacione e scurissimo è un cavallo vincente per pubblico e guide. 
Non si può negare i «cinque grappoli» del Lambrusco Otello di Ceci (per il secondo anno consecutivo) o lo straordinario punteggio del Lambrusco Marcello di Ariola (97/100, a un centesimo dal gruppuscolo dei migliori vini d’Italia) per l’«Annuario» di Luca Maroni siano un evento su cui nessuno, compreso lo scrivente, avrebbe mai pensato si potesse avverare. 
Se il lambrusco è la novità, la malvasia è il ritorno di fiamma. Considerata sempre tipica sì, ma un po’ datata e, forse, di gusto arcaico, ora ha il plauso della stampa di settore. 
D’altra parte i vitigni aromatici non godono (Riesling e Traminer aromatico, esclusi) di particolare considerazione da parte degli addetti ai lavori per quella che si può definire una forma di snobismo nei confronti di una tipologia che risulta spesso amata dal pubblico meno «tecnico» per via della immediatezza di impatto, della gradevolezza e, soprattutto, della facile riconoscibilità. 
Con «Callas» Monte delle Vigne ha cambiato le carte in tavola: oltre dieci anni fa con un esperimento in legno che se subito ha lasciato perplessi, oggi al riassaggio dà risultati davvero sorprendenti; poi con l’attuale versione in acciaio che, con una costanza encomiabile, rappresenta il vino di punta dei nostri colli. 
Se questi sono i tre produttori più noti non vanno dimenticati quelli meno affermati. In prima battuta lo storico Lamoretti, un tempo notissimo per bianchi fini e puliti, ora agli onori della cronaca con dei rossi potenti ed espressivi. 
Poi Carra che anno dopo anno fa un passo in avanti con una gamma vasta ma sempre precisa e con interpretazioni moderne ma mai banali. 
Questo non dimenticando di exploit come quello del «Veleno di Donna» di Dall’Asta o la gamma estrema ma intrigante di Camillo Donati.
 Sulla sua onda un altro piccolissimo produttore si affaccia alla ribalta dalla collina di Pastorello: Crocizia. 
La conferma che Parma cresce anche come numero di produttori.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hugh Jackman: "Ho un nuovo carcinoma alla pelle"

cinema

Hugh Jackman: "Ho un nuovo carcinoma alla pelle"

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Il buongiorno in rosso di Belen fa impazzire i fans

gossip

Il buongiorno in rosso di Belen fa impazzire i fans

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Il Parma soffre ma poi vince alla grande: 4-2 sulla Sambenedettese

Stadio Tardini

Il Parma soffre ma poi vince alla grande: 4-2 sulla Sambenedettese Foto Video

Crociati a 3 punti dalla capolista Venezia. Partita numero 300 per capitan Lucarelli con la maglia del Parma

1commento

Parma-Samb

D'Aversa: "Nel primo tempo non eravamo aggressivi. Importante l'atteggiamento" Video

1commento

L'INCHIESTA

Telefonini in classe? A Parma per lo più spenti

6commenti

lega pro

Reggiana avanti con il Lumezzane: 1-0

SCUOLA

Traversetolo, in bagno solo all'intervallo

5commenti

gazzareporter

Furgone "incastrato" nel fossato tra Fugazzolo e Casaselvatica: foto

il caso

Bocconi avvelenati al Parco Martini: e Otto muore in poche ore

5commenti

Gazzareporter

La foto di un lettore: "Parco del Cinghio finito e mai aperto"

la domenica

Sapore di Carnevale, ciaspole e... Schifitombola: l'agenda

Gazzareporter

Il sole "accende" i colori in Ghiaia

Soragna

Senza patente da sempre, maxi-multa

8commenti

Milano

Meningite, 14enne grave: anche Signorelli dell'Università di Parma nella task force della Regione

SCUOLA

Troppe richieste per il Marconi: si andrà al sorteggio

FIDENZA

Lisca conficcata in gola: bambina all'ospedale

2commenti

Instameet

Appassionati di Instagram alla "scoperta" del convitto Maria Luigia

sert

"I minorenni? Usano la droga per calmarsi"

Parla la dirigente del Sert: "Oggi arrivano persone dalla vita apparentemente normale"

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

1commento

ITALIA/MONDO

Sant'Ilario d'Enza

Mezzo nudo e in perizoma fa l'esibizionista davanti a una bimba: arrestato 53enne

Austria

Cadavere nel bagagliaio: italiano ricercato per omicidio

WEEKEND

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

il disco

45 ANNI FA - Mu, il mito secondo Cocciante

SPORT

Parma-Samb

Il Parma tira fuori il carattere: l'analisi di Sandro Piovani Video

Parma-Samb

Lucarelli: "Partenza lenta, pericolo scampato" Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

LA PROVA

Countryman: anche Mini ha il suo Suv