12°

22°

Il vino

Parusso, il Barolo vuole cambiare volto

Parusso, il Barolo vuole cambiare volto
1

di Andrea Grignaffini

Siamo in Piemonte, a Monforte d’Alba, nel cuore del territorio del Barolo dove ha sede l’azienda vinicola Parusso a conduzione familiare da quattro generazioni.
I fratelli Marco e Tiziana Parusso dedicano energia, forze e una smisurata passione nelle vigne di Monforte d’Alba e Castiglione Falletto e in cantina per la produzione in gran parte di Barolo, vino simbolo di questa regione. Barolo che fino alla fine degli anni Novanta nel susseguirsi di straordinarie annate ha trovato estimatori a livello mondiale. Il successo non soddisfa completamente Marco Parusso che guarda oltre ad una concezione di vino diverso. Inizia ora la rivoluzione copernicana del modo di intendere il Barolo. Teme di rimanere ancorato e limitato fra tradizione e modernità senza arrivare a qualcosa di più profondo, di più ancestrale, desidera recuperare quell’essenza primordiale di fonte del piacere che il vino fine a se stesso riesce a trasmettere, e non più solo una bevanda da abbinare al cibo.
Nasce così una nuova filosofia enologica, un diverso modo di fare un vino tanto prestigioso quanto scontato nella sua struttura. Inizia un cammino incentrato su due fasi fondamentali: maturità dell’uva e affinamento sulle fecce combinato all’uso prevalente di nuove barrique. La maturità dell’uva è il fulcro di questo nuovo procedere e Parusso la ottiene con pazienza attraverso le basse rese, e l’attesa del momento giusto per la vendemmia anche a rischio di pregiudicare il raccolto per l’arrivo del maltempo. Altro processo basilare dall’uva al vino è il lungo periodo che deve avere di contatto con le proprie fecce arricchendosi di aromi e sostanze, infine il passaggio in legno, ovvero in barrique nuove. Questa sperimentazione anche se molto costosa e laboriosa ha dimostrato il connubio perfetto tra Barolo e legno nuovo come avviene per tutti i più grandi vini del mondo. Il risultato è un vino più equilibrato, armonico e bevibile, un grande vino. E’ il riconoscimento più che meritato di un nuovo stile personale, è la definitiva affermazione di un bere diverso, contemporaneo. Inizia nel 2000 questa nuova fase dalla località Bussia, a Monforte d’Alba dove le uve nebbiolo da sempre producono un grande Barolo facendole rimanere a lungo sulla pianta per assorbirne la linfa vitale dalla terra. Naturalmente Marco Parusso ci mette il suo ingegno, la sua intelligenza, la sua passione e la sua mano per arrivare alla prova finale. Nel 2001 assembla i tre cru Rocche, Munie e Fiurin, da sempre imbottigliati separatamente, ottenendo il Barolo Bussia, un vino nuovo, energico. L’annata 2003 darà risultati migliori. Colore granato luminoso che vira all’arancio, al naso un surplus di balsamico, alloro, spezie, chiodi di garofano che l’ossigenazione stempera in una scia di tartufo e goudron. In bocca rivela la dolcezza del frutto, una nitida freschezza, un avvolgente calore, finale lungo, aromatico, perfettamente equilibrato.
FRANCIACORTA «MAGNO»: UNA CHICCA DI CONTADI CASTALDI.  Rare bollicine da meditazione
Primi anni Novanta: Contadi Castaldi appare come una sorta di seconda linea del già celebre Bellavista. Dopo un lustro l’azienda cambia radicalmente. Siamo nel 1996 e la famiglia Moretti chiama in Franciacorta un giovane e valente ricercatore dell’Istituto Agrario di San Michele all’Adige, e decidono di affidargli il futuro della propria azienda vinicola. L’avvento di Mario Falcetti rappresenta la svolta. In memoria di quello che fu prima di lui brindiamo con un reperto da cantina: il Magno 1994. Le poche bottiglie rimaste hanno sboccatura 2001 e un riverbero di sensazioni mielate e torrefatte che si fondono in un color oro che più oro non si può. In bocca sapidità e dolcezza si rincorrono. Per chi ama bolle da meditazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • antonio sibillo

    11 Gennaio @ 12.28

    sonodi napoli e non riescoa trovare presso nessuna enoteca il BAROLO 2007,COSTE MORONI 2OO7,LANGHE BIANCO2009

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Atterraggio

olanda

Che atterraggio! Il cargo rimbalza sulla pista Video

Ligabue, necessario ricordare. Su Fb e Twitter, video della canzone 'I Campi in Aprile'

Liberazione

25 Aprile: Ligabue dal tour fa gli auguri cantando "I Campi in Aprile" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Scippo, anziana ferita in via Palestro

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

1commento

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

sos animali

Bocconi sospetti ritrovati al Montanara: parco chiuso  Foto

INCHIESTA

Chi chiami per salvare un animale selvatico?

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

PILOTTA

L'abbraccio di Samuele Bersani

risposta a un tifoso

Lucarelli su Fb: «Non voleva andare sotto la curva per decenza»

Albareto

L'alpino «Livio» morto a 101 anni

La curiosità

Paracadutista a 96 anni grazie a un parmigiano

IL CASO

Manno a Istanbul: ambasciatore di legalità

parma in crisi

Ko (anche) con il Sudtirol: squadra in ritiro a Collecchio Video

25 Aprile

Parma celebra la Liberazione. Pizzarotti ricorda il partigiano Annibale Foto Video 

Il 25 aprile festeggiato a Fidenza (Guarda le foto)

1commento

gaffe e polemiche

La "Pilotta dei lettori": da parcheggio (involontario) a campo da calcio

7commenti

GIALLO

Trovato un cadavere in Po: si pensa che sia Bebe Brown, scomparsa a Pasqua a Boretto

La testimonianza: "Sua sorella l'aveva chiamata qui per darle un futuro migliore..."

pilotta

Planet Funk e Fast Animals and Slow Kids Chi c'era

FOTOGRAFIA

Bonassera e il "Brozzi" a Fotografia Europea 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

EDITORIALE

Eliseo: sarà una sfida tra due outsider

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

E' morta la quercia più vecchia: aveva 600 anni

LIVORNO

Sale sul tetto di un treno: 18enne muore folgorato

SOCIETA'

3 mesi fa l'aggressione

Il primo selfie di Gessica Notaro (la miss sfregiata con l’acido dall’ex)

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

SPORT

crisi del parma

Ferrari: "Chi non ci crede si faccia da parte. Tifosi sosteneteci" Video

1commento

calcio e veleni

Lite Spalletti-Panucci sulla sostituzione di Dzeko Video

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"