18°

Il piatto forte

Bagna cauda, il Piemonte ha un'anima d'aglio

Bagna cauda, il Piemonte ha un'anima d'aglio
0

di Andrea Grignaffini

Per molti un incubo, per alcuni una leccornia la bagna cauda o caoda (in italiano, bagna calda) è una preparazione sui generis: in pratica una salsa ma anche un supporto per uno dei piatti unici più aromatici d’Italia. Diverse sono le versioni sulla sua storia: alcuni sostengono che sia nata in Provenza tra gli operai delle saline che insaporivano il pane in un intingolo caldo a base di aglio, acciughe e olio. Altri affermano che veniva servita agli addetti alla vendemmia per liberarsi dall’odore aspro di cui erano intrisi. Vi è anche una variante che la colloca addirittura al tempo dei Romani che usavano il garum come condimento. Ma senz’altro l’arrivo in Piemonte della bagna cauda è dovuto alle acciughe salate che venivano importate dai territori limitrofi bagnati dal mare dai lavoratori, specialmente astigiani, quando tornavano a casa. Un tempo era una preparazione che compariva solo sulle tavole delle famiglie più povere per dare sapore ai piatti, mentre era disdegnata dai più abbienti per il gusto forte dell’aglio, ma quando fu proposta anche dai ristoratori diventò ricercata da tutti. Certamente poi deve essere gustata sempre calda ed essere un momento conviviale dato che nasce intorno ad un grande recipiente di terracotta posto al centrotavola (dianet o fojòt) tenuto sopra al fuoco in cui ognuno intingeva il proprio pezzetto di verdura.

Oggi il recipiente unico è stato superato da coppette individuali sempre di terracotta poste sopra un fornelletto a spirito per mantenere costante la temperatura. Un appunto sull’olio che deve sempre essere extravergine d’oliva (ligure) ma nei tempi passati in Piemonte era utilizzato anche l’olio di noci e, infatti, oggi per i puristi della tradizione vengono usati entrambi. Fra le tante varianti c’è anche l’uso del burro insieme all’olio che concede un tocco più delicato. Passiamo ora ai colorati ortaggi che devono essere locali, di stagione, crudi o cotti: cardo gobbo di Nizza Monferrato, peperone, il Corno di bue di Carmagnola, sedano, cavolo, porri, cipollotti, rapa bianca, barbabietola rossa, patata, topinambur. Tutte accuratamente lavate, alcune sfilettate, immerse in acqua ghiacciata addizionata con limone spremuto come il cardo e tagliate a bastoncini regolari e disposti in un vassoio. Ultimo appunto l’aglio che deve essere abbondante privato dell’anima (la parte interna verdognola), e affettato sottilmente, alcuni per renderlo meno forte e più digeribile lo mettono a macerare nel latte o nella panna. In chiusura un consiglio per un gran finale: terminate le verdure cuocete nel resto dell’intingolo un uovo come all’interno della cocotte: sarà un occhio di bue buono come pochi altri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Jella latitante: il caso in Parlamento

Interrogazione

Jella latitante: il caso in Parlamento

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

RUGBY

L'addio al campo di Pulli

Le grandi firme

Ubaldo Bertoli e la Parma del secondo dopoguerra

PENSIONI

Ape social, al via le domande

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

5commenti

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

lega pro

Trasferta, crociati a Teramo in treno: ecco i convocati

Calcio

Derby, appello di Pizzarotti: "Sia una giornata di divertimento". Ai crociati: "I parmigiani credono in voi"

Il sindaco è intervenuto sul suo profilo Facebook

3commenti

meteo

Tra pioggia e arcobaleno in città, neve al Lago Santo Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

FERRARA

I carabinieri cercano il killer Igor e trovano gli spacciatori

Mondo

Il Papa in Egitto: viaggio di unità e fratellanza Video

SOCIETA'

Fisco

"Amazon ha evaso 130 milioni"

USA

A Los Angeles un luogo per gli amanti del gelato Video

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche