19°

Il piatto forte

Bagna cauda, il Piemonte ha un'anima d'aglio

Bagna cauda, il Piemonte ha un'anima d'aglio
0

di Andrea Grignaffini

Per molti un incubo, per alcuni una leccornia la bagna cauda o caoda (in italiano, bagna calda) è una preparazione sui generis: in pratica una salsa ma anche un supporto per uno dei piatti unici più aromatici d’Italia. Diverse sono le versioni sulla sua storia: alcuni sostengono che sia nata in Provenza tra gli operai delle saline che insaporivano il pane in un intingolo caldo a base di aglio, acciughe e olio. Altri affermano che veniva servita agli addetti alla vendemmia per liberarsi dall’odore aspro di cui erano intrisi. Vi è anche una variante che la colloca addirittura al tempo dei Romani che usavano il garum come condimento. Ma senz’altro l’arrivo in Piemonte della bagna cauda è dovuto alle acciughe salate che venivano importate dai territori limitrofi bagnati dal mare dai lavoratori, specialmente astigiani, quando tornavano a casa. Un tempo era una preparazione che compariva solo sulle tavole delle famiglie più povere per dare sapore ai piatti, mentre era disdegnata dai più abbienti per il gusto forte dell’aglio, ma quando fu proposta anche dai ristoratori diventò ricercata da tutti. Certamente poi deve essere gustata sempre calda ed essere un momento conviviale dato che nasce intorno ad un grande recipiente di terracotta posto al centrotavola (dianet o fojòt) tenuto sopra al fuoco in cui ognuno intingeva il proprio pezzetto di verdura.

Oggi il recipiente unico è stato superato da coppette individuali sempre di terracotta poste sopra un fornelletto a spirito per mantenere costante la temperatura. Un appunto sull’olio che deve sempre essere extravergine d’oliva (ligure) ma nei tempi passati in Piemonte era utilizzato anche l’olio di noci e, infatti, oggi per i puristi della tradizione vengono usati entrambi. Fra le tante varianti c’è anche l’uso del burro insieme all’olio che concede un tocco più delicato. Passiamo ora ai colorati ortaggi che devono essere locali, di stagione, crudi o cotti: cardo gobbo di Nizza Monferrato, peperone, il Corno di bue di Carmagnola, sedano, cavolo, porri, cipollotti, rapa bianca, barbabietola rossa, patata, topinambur. Tutte accuratamente lavate, alcune sfilettate, immerse in acqua ghiacciata addizionata con limone spremuto come il cardo e tagliate a bastoncini regolari e disposti in un vassoio. Ultimo appunto l’aglio che deve essere abbondante privato dell’anima (la parte interna verdognola), e affettato sottilmente, alcuni per renderlo meno forte e più digeribile lo mettono a macerare nel latte o nella panna. In chiusura un consiglio per un gran finale: terminate le verdure cuocete nel resto dell’intingolo un uovo come all’interno della cocotte: sarà un occhio di bue buono come pochi altri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

L'attore posta video dopo l'infarto: "Pericolo passato"

salvato

Lopez, il video dopo l'infarto: "La paura? Tutto passato"

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Salso: rogo in un garage, distrutte 4 auto; non si esclude natura dolosa

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Comune

Parma, sconto sull'Imu per chi affitta a canone concordato

1commento

carabinieri

Sushi senza "targa", sequestrati 55 chili di prodotti alimentari

Nas e Polizia municipale multano ristorante giapponese

5commenti

sicurezza

Via della Salute a Parma: sorvegliano i residenti

piazzale della pace

Fermato mentre scappa con una boutique (falsa) nello zaino: espulso dall'Italia

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

13commenti

Parma

Spacciatore arrestato dai carabinieri dopo sei anni di "lavoro"

Accertate almeno 750 cessioni di eroina dal 2011: in cella 36enne tunisino

10commenti

crisi

Copador: sciopero di due ore in vista dell'assemblea soci Video

polizia municipale

Passante aggredito da un pitbull in zona stazione

5commenti

Corniglio

Lupo morto avvelenato

14commenti

TORRILE

San Polo, rubano un'auto e la «riportano» distrutta

storie di ex

Turchia: legami con Gulen, il Galatasaray caccia Hakan Sukur

Degrado

Gli spacciatori ora assediano Piazzale Dalla Chiesa

27commenti

Carabinieri

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti

LEGA PRO

Il Parma riparte dal poker di Gubbio

Parma

Il nuovo volto della diocesi: 56 maxi parrocchie per unire i fedeli 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

2commenti

EDITORIALE

Europa, la dura realtà dopo le celebrazioni

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Economia

Stretta sui "compro oro". Ecco cosa cambia Video

Rimini

Cadavere nel trolley: non è la cinese scomparsa in crociera. La vittima è morta di stenti

SOCIETA'

western

Addio ad Alessandroni, il "fischio" più famoso del cinema Video

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

SPORT

SPECIALE F1

Buona la prima: la Ferrari di Vettel è davanti a tutti

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017