20°

34°

Il piatto forte

Un tortello della Bassa. Con un'anima di mostarda

Un tortello della Bassa. Con un'anima di mostarda
0

Andrea Grignaffini
 
Un tortello più unico che raro, al limite dell’estinzione. Ora non più. Il tortél dols: una pasta ripiena d’una dolcezza tale che spinge in là il concetto di primo piatto all’italiana e lo porta verso il mondo dei dessert. La zona tipica è racchiusa entro i confini dei comuni di Colorno, Torrile, Trecasali, Sissa e Mezzani. Un’area ben definita quasi confinante con i comuni lombardi limitrofi del mantovano dove una ricetta simile prende il nome di turtei sguazaròt, mentre nell’idioma parmense vengono chiamati “dols”. Punto molto importante di questa preparazione è la farcia che imprescindibilmente deve contenere esclusivamente i seguenti ingredienti: mosto cotto, mostarda di pere nobili, mele cotogne, cocomero da mostarda, pane grattugiato. Parliamo ora del mosto cotto utilizzato già dai tempi antichi come dolcificante preparato nel periodo della vendemmia allorché le uve non adatte alla vinificazione venivano spremute o pestate, il succo filtrato,  bollito fino a diventare uno sciroppo denso dal colore bruno scuro, profumato che prendeva il nome di saba o sapa, un condimento dal gusto pieno, dolce che si accompagna a tanti ingredienti (castagne, fagioli, patate, carni come il lesso). Passiamo ora alla mostarda che nei comuni succitati è il must per ottenere il massimo della bontà per la preparazione del ripieno e che deve essere rigorosamente artigianale o meglio ancora casalinga. Le mele cotogne devono essere possibilmente selvatiche, dure non certamente perfette alla vista ma dal sapore unico. Le pere nobili devono essere dure, non avanti nella maturazione ma una volta cotte rilasciano in bocca un sentore di fichi. Infine la zucca da mostarda o cocomero bianco. Passiamo alla pasta e sentiamo Marco Pizzigoni ed Enrico Bergonzi del ristorante “Al Vedel” di Colorno, benemerito della riscoperta militante del tortèl dòls tanto da farne l’emblema del suo locale: “Deve essere spessa, rugosa come da tradizione per le nostre paste ripiene; la forma è rettangolare e festonata su tre lati con il ripieno al centro. Poi passiamo al condimento: in bianco con burro fuso e Parmigiano (ovviamente nella versione extravecchia più sapida); in rosso con burro fuso e doppio concentrato di pomodoro, senza dimenticare il Parmigiano”. Ultima curiosità: la tradizione vuole che devono essere consumati nelle famiglie della Bassa Parmense la sera della Vigilia di Natale, l’ultimo giorno dell’anno e per la Festa di Sant’Antonio protettore degli animali, preparate dalle mani esperte delle ineguagliabili rezdòre di casa. Un mondo nel mondo che verrà svelato ai più durante la sagra del Tortél Dols organizzata dall’omonima confraternita proprio domenica 10 ottobre.

-La ricetta
Tempo e pazienza per un prodotto tradizionale
Per la preparazione dei tortél dòls occorre preparare la pasta disponendo la farina a fontana e mettendo al centro le uova.
Con l’aiuto di una forchetta sbattere le uova, incorporare la farina delicatamente e fare riposare per trenta minuti. Il vino cotto si ottiene facendo sobbollire lentamente il mosto fresco di uva lambrusco per 24 ore affinché di tre parti ne rimanga una. Per preparare la mostarda occorre pulire e tagliare a fette la frutta, lasciandola macerare una notte con lo zucchero. Colare il sugo, farlo bollire per alcuni minuti a pentola scoperta e versarlo poi sulla frutta. Procedere con questa operazione per tre giorni. Successivamente fare bollire il tutto a pentola scoperta per due ore e 30 minuti. Fare raffreddare e aggiungere la senape in gocce. Per il condimento si possono condire in due modi: fondere il burro e spolverare con Parmigiano Reggiano grattugiato; fondere il burro, unire il doppio concentrato di pomodoro per renderli rosati e spolverare di Parmigiano Reggiano grattugiato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Daniel Day-Lewis (60 anni): "Basta film vado in pensione"

Hollywood

Daniel Day-Lewis (60 anni): "Basta film vado in pensione" Foto

Maxi murale a Rio de Janeiro: è pronto per il Guinness

record

Maxi murale a Rio de Janeiro: è pronto per il Guinness Video

Figlio di Madonna preso dal Benfica

calcio

Il figlio di Madonna preso dal Benfica

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Si fa presto a dire Lambrusco

"ROSSO FRIZZANTE"

Si fa presto a dire Lambrusco. Lo speciale

di Chichibio

Lealtrenotizie

Le fiamme divorano il deposito di una disossatura: due vigili del fuoco feriti

SALA BAGANZA

Le fiamme divorano il deposito di una disossatura: due vigili del fuoco feriti Video

Salvata la fabbrica vicina. Dipendenti al lavoro nello stabilimento produttivo 

Gaione

Ladri in camera da letto, anziana finge di dormire

3commenti

via della salute

La banda degli scooter torna in azione. Ma stavolta è costretta a fuggire Foto

2commenti

tg parma

La città vissuta su una carrozzina: Scarpa e Pizzarotti in giro con Anmic Video

SPETTACOLI

Il «Sogno» inaugura l'Arena del Due

GIOVANI

Servizio civile, pochissime adesioni e il bando sta per scadere

2commenti

Paura

Fidenza: incendio in un appartamento, cinque intossicati

tragedia

Sorbolo: 40enne muore dopo una partita di calcetto Video

parma

Cercano di scipparla sul Ponte Italia: 20enne ferita

1commento

gazzareporter

I topi d'auto stavolta scelgono via Abruzzi

SONDAGGIO

Nel Parma in B preferireste rivedere Cassano o Gilardino? Votate

5commenti

I COMMENTI

Maturità, la prima prova? «Fattibile. Matematica e quizzone sono le bestie nere»

BEDONIA

Estate, risorgono i paesi disabitati

1commento

PARALIMPIADI

Ciclismo, la nuova sfida di Righetti

LIBRI

Leo Ortolani e l'arte di meravigliarsi ancora

calciomercato

Il 60% del Parma ai cinesi di Desports (a luglio): investiranno 15 milioni Video

Crespo sarà vicepresidente. L'annuncio di Marco Ferrari: "Lascio la vicepresidenza, spazio a nuove competenze"

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Da Romano», qualità a conduzione famigliare

di chichibio

ITALIA/MONDO

teramo

Dottoressa accoltellata a morte: il presunto killer si è ucciso

mafie

La Dna: 'Ndrangheta stabile in quasi tutte le Regioni.E in Emilia patto con altre organizzazioni criminali"

SOCIETA'

GUSTO

I tortelli diversi: ecco le ricette

1commento

la ricetta

La ricéta p'r i tordéj d'arbètta in djalètt Pramzàn

SPORT

Moto

Max Biaggi resta in ospedale, altra operazione

Formula 1

F1, Sainz al posto di Alonso?

MOTORI

novità

Volkswagen Arteon, salutate l'ammiraglia

TECNOLOGIA

L'auto? La proveremo sul divano. Parola di Ford