-3°

Il piatto forte

Dalla vigna alla bottiglia. Et voilà, il vino è naturale

Dalla vigna alla bottiglia. Et voilà, il vino è naturale
Ricevi gratis le news
0

Chichibìo

Compie nove anni questo unico, impagabile appuntamento per amanti del vino che è «Vini di vignaioli» (Fornovo, 31 ottobre-1 novembre). E’ nato e ha da subito potuto contare sulla competenza, la passione, l’entusiasmo di Christine Cogez che, divisa per ragioni familiari tra Parigi, Bardi e Fornovo, l’ha fortemente voluto, difeso, fatto crescere (insieme a Pro-loco e Comune, Amministrazione provinciale) mettendo a confronto vignaioli italiani e francesi uniti sotto la bandiera del vino «naturale».
Ma cos'è il vino «naturale»? Sembra quasi una dottrina? «No - risponde Christine Cogez - è un ideale, l’ideale di vinificare seguendo il territorio e il millesimo, perché il vino nasce nella vigna, dove bisogna applicare tecniche naturali vale a dire estrema attenzione per il suolo e i prodotti organici. Così si rispetta la vita della terra, della vigna, dell’uva e questo richiede lavoro artigianale, sincero, autentico: il vignaiolo accompagna, dirige, non trasforma. Compie operazioni indispensabili come la follatura, rifiuta di usare lieviti non presenti in cantina, interviene, certo, ma in modo giusto, pulito, vero». Il vignaiolo è dunque indispensabile?. «Certo, vignaioli che, come si può leggere in molte pubblicazioni, dicono ciò che fanno e fanno ciò che dicono: c'è un aspetto umano molto forte che li unisce e, tra loro, non c'è spirito competitivo, ma rispetto del suolo, senza uso di molecole di sintesi, vendemmie manuali, vinificazione senza modificatori di carattere e di millesimo, maturazione, affinamento e imbottigliamento senza cambiare il vino. Per i vignaioli che praticano l’agricoltura biologica o biodinamica è un punto d’onore fare un vino senza aiuti esterni»

Spesso però non è facile apprezzare questi vini «Il giudice è sempre il consumatore: bere un vino “naturale” è una filosofia, un piacere che porta a trovare l’espressione fedele e immediata dell’uva nella bottiglia. Non solo dell’uva, ma del territorio, del produttore: Gino Veronelli disse che preferiva bere, piuttosto che un vino industriale, un vino del contadino anche non perfetto, purché fatto da un uomo. Nel vino “naturale” si cerca digeribilità,  ricchezza del frutto, autenticità: qui è la differenza».
E come si può conoscere la produzione di questi vignaioli? «I vignaioli che producono vino “naturale” hanno come sostegno da diversi saloni  come questo: qui, da nove anni, si è riusciti a dare ai vignaioli la possibilità di incontrare il pubblico, dal consumatore che viene per scoprire un nuovo vino, al ristoratore o all’enotecario che assaggia e sceglie un certo cru, agli importatori stranieri. E su questra strada vorremmo   continuare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Incassi esplosivi per Star Wars

CINEMA

Incassi esplosivi per Star Wars

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

carabinieri sera

GUASTALLA

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 24enne

Il giovane aveva un tasso alcolico di oltre 4 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

5commenti

LUDOPATIA

Gioco d'azzardo, allarme a Parma: spendiamo in media 1.525 euro a testa (neonati compresi)

2commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

AUTOSTRADA

Incidente in A1: code fra Parma e Reggio Emilia questa mattina

Problemi anche fra Lodi e Casalpusterlengo, a Modena e a Bologna

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

BRUXELLES

Evasione di tasse in Olanda: l'Unione europea apre un'indagine su Ikea

LIBANO

Diplomatica violentata e uccisa: arrestato un uomo

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento