-3°

Il vino

Valorizzare il territorio secondo Occhipinti

Valorizzare il territorio secondo Occhipinti
Ricevi gratis le news
0

Per Giusto Occhipinti il vino è il respiro della terra e deve essere espressione specifica di vigna e di coltura. Solo così può trasmettere il suo legame con il territorio ed evocare quei valori immateriali che rimandano alla cultura dei luoghi. Terreni vocati, vitigni autoctoni, vigne scelte per la loro qualità e peculiarità che s’identificano in un vino. Questo percorso obbliga a un maggior rigore in tutte le fasi della lavorazione e non è privo di incognite. E’ una scelta d'indipendenza dalle facilitazioni che i nuovi processi produttivi consentono.
Cos, l’azienda di Giusto è una nuova chiave di lettura per la Sicilia enoica.
La filosofia dell’azienda è ottenere vini di qualità con il minimo possibile delle manipolazioni e degli interventi enologici, sia in vigna, che in cantina. I vini sono ottenuti solo da vigneti di proprietà, la densità degli impianti per ettaro si aggira intorno ai 5000 ceppi, la resa in uva va dai 35 ai 70 quintali, secondo i vitigni e al momento della vinificazione, i grappoli sono scelti a mano.
Lo abbiamo intervistato per capire meglio le prospettive del vino isolano ma non solo.
Cosa significano per voi slogan quali «mantenimento della tradizione», «innovazione nella tradizione», «valorizzazione del territorio», «genius loci»?
«Hanno più o meno lo stesso significato. Identificarsi nel territorio significa anche averne cura. Credo che le cose andrebbero più fatte che dette. Ritengo che nel momento in cui si ricorre a lieviti selezionati provenienti da un altro luogo, di fatto si tradisce la cultura del territorio e non lo si valorizza».
Va bene. Veniamo allora alla vexata quaestio: quando, dal tuo punto di vista, un vino può dirsi «tradizionale», e quando no?
«Il termine “tradizionale” di fatto ha poco senso se preso alla lettera, si presta a molti equivoci. Bisognerebbe tentare una definizione nella quale riconoscersi. In mancanza di questa, credo che per tradizionale debba intendersi un vino che sia il più naturale possibile, cioè fatto solo di uva (non sembri una provocazione!), senza interventi devianti che lo omologano, allontanandolo dallo spirito del luogo di origine».

 

MODERNITA'  VS TRADIZIONE
OPPURE VINO VERO E VINO FINTO
Strumenti e tecnologia


Ha senso fare un distinguo tra vini della tradizione e vini cosiddetti modernisti o innovativi?
«A mio avviso, ha senso solo distinguere un vino buono da uno finto. Anche il termine “innovazione” è carico di ambiguità. Abbiamo deciso di usare l’anfora di terracotta per far respirare il vino come accade nel legno, senza tuttavia il contributo tipico di questo materiale: tannini, note tostate, vaniglia. Probabilmente è  come si usano determinati strumenti a verificare se si è nel solco della tradizione o meno, più che gli strumenti in sé. La biodinamica è una filosofia di vita che si sviluppa soprattutto attraverso l’osservazione. Nasce dal desiderio di preservare la sanità della Terra, dell’ambiente, della vita in generale e quindi dell’uomo. Il suo scopo ultimo è di attivare la protezione naturale - una sorta di anticorpo - insita in ogni essere vivente. Ogni entità vivente, piante incluse, ha in sé tutti gli strumenti sia per vivere sia per difendersi, occorre solo svilupparli affinché si attivino in un circuito virtuoso: abbiamo nell’aria una gran quantità di insetti, quasi tutti utili, perché allora sterminarli indiscriminatamente con gli insetticidi? Ecco che allora biodinamica significa libertà, rispetto della vita, diversità, identità: i frutti che scaturiscono dalla sua applicazione sono diversi, più legati alla mineralità del territorio, più veri. E’ per questo che considero “finti” molti vini tecnicamente indiscutibili...». E così sia.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La festa di Natale del Bar Gianni

DADAUMPA

La festa di Natale del Bar Gianni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande sfida degli anolini

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

di Chichibìo

9commenti

Lealtrenotizie

“A Parma 18 milioni di euro per i progetti del Bando Periferie”

COMUNE

A Parma 18 milioni di euro per riqualificare le periferie. Ecco i sei progetti

La firma a Roma con Gentiloni. Soddisfatti il sindaco Pizzarotti e l'assessore Alinovi

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

ANTEPRIMA GAZZETTA

I punti critici della Massese. La situazione una settimana dopo la morte di Giulia

tg parma

Via Spezia: rapina con coltello al centro scommesse

Un bottino di circa 1.500 euro

PARMENSE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: arrivano 55 milioni di euro

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

1commento

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

parmacotto

Bimbi, tutti a "scuola di cotto" Fotogallery

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

TG PARMA

Urta un ciclista e se ne va: caccia all'auto pirata Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

Treno deraglia e finisce sulla superstrada: almeno sei morti

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Milan in ritiro fino a data da definirsi

SOCIETA'

Libano

L'assassino della diplomatica inglese è un autista di Uber

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento