12°

22°

Il vino

Valorizzare il territorio secondo Occhipinti

Valorizzare il territorio secondo Occhipinti
0

Per Giusto Occhipinti il vino è il respiro della terra e deve essere espressione specifica di vigna e di coltura. Solo così può trasmettere il suo legame con il territorio ed evocare quei valori immateriali che rimandano alla cultura dei luoghi. Terreni vocati, vitigni autoctoni, vigne scelte per la loro qualità e peculiarità che s’identificano in un vino. Questo percorso obbliga a un maggior rigore in tutte le fasi della lavorazione e non è privo di incognite. E’ una scelta d'indipendenza dalle facilitazioni che i nuovi processi produttivi consentono.
Cos, l’azienda di Giusto è una nuova chiave di lettura per la Sicilia enoica.
La filosofia dell’azienda è ottenere vini di qualità con il minimo possibile delle manipolazioni e degli interventi enologici, sia in vigna, che in cantina. I vini sono ottenuti solo da vigneti di proprietà, la densità degli impianti per ettaro si aggira intorno ai 5000 ceppi, la resa in uva va dai 35 ai 70 quintali, secondo i vitigni e al momento della vinificazione, i grappoli sono scelti a mano.
Lo abbiamo intervistato per capire meglio le prospettive del vino isolano ma non solo.
Cosa significano per voi slogan quali «mantenimento della tradizione», «innovazione nella tradizione», «valorizzazione del territorio», «genius loci»?
«Hanno più o meno lo stesso significato. Identificarsi nel territorio significa anche averne cura. Credo che le cose andrebbero più fatte che dette. Ritengo che nel momento in cui si ricorre a lieviti selezionati provenienti da un altro luogo, di fatto si tradisce la cultura del territorio e non lo si valorizza».
Va bene. Veniamo allora alla vexata quaestio: quando, dal tuo punto di vista, un vino può dirsi «tradizionale», e quando no?
«Il termine “tradizionale” di fatto ha poco senso se preso alla lettera, si presta a molti equivoci. Bisognerebbe tentare una definizione nella quale riconoscersi. In mancanza di questa, credo che per tradizionale debba intendersi un vino che sia il più naturale possibile, cioè fatto solo di uva (non sembri una provocazione!), senza interventi devianti che lo omologano, allontanandolo dallo spirito del luogo di origine».

 

MODERNITA'  VS TRADIZIONE
OPPURE VINO VERO E VINO FINTO
Strumenti e tecnologia


Ha senso fare un distinguo tra vini della tradizione e vini cosiddetti modernisti o innovativi?
«A mio avviso, ha senso solo distinguere un vino buono da uno finto. Anche il termine “innovazione” è carico di ambiguità. Abbiamo deciso di usare l’anfora di terracotta per far respirare il vino come accade nel legno, senza tuttavia il contributo tipico di questo materiale: tannini, note tostate, vaniglia. Probabilmente è  come si usano determinati strumenti a verificare se si è nel solco della tradizione o meno, più che gli strumenti in sé. La biodinamica è una filosofia di vita che si sviluppa soprattutto attraverso l’osservazione. Nasce dal desiderio di preservare la sanità della Terra, dell’ambiente, della vita in generale e quindi dell’uomo. Il suo scopo ultimo è di attivare la protezione naturale - una sorta di anticorpo - insita in ogni essere vivente. Ogni entità vivente, piante incluse, ha in sé tutti gli strumenti sia per vivere sia per difendersi, occorre solo svilupparli affinché si attivino in un circuito virtuoso: abbiamo nell’aria una gran quantità di insetti, quasi tutti utili, perché allora sterminarli indiscriminatamente con gli insetticidi? Ecco che allora biodinamica significa libertà, rispetto della vita, diversità, identità: i frutti che scaturiscono dalla sua applicazione sono diversi, più legati alla mineralità del territorio, più veri. E’ per questo che considero “finti” molti vini tecnicamente indiscutibili...». E così sia.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'abbraccio di Samuele Bersani

PILOTTA

L'abbraccio di Samuele Bersani

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo con Emmanuel

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

«Parma Gestione Entrate non poteva riscuotere le multe»

Consiglio

Il bilancio del Comune, polemica di Dall'Olio: "Multe per 13 milioni, il massimo di sempre"

Nel 2016 avanzo di 54 milioni. Parcheggi sotterranei mai costruiti: il Comune pagherà 661mila euro anziché 192mila

1commento

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

2commenti

Parma

Finto dipendente dell'acquedotto truffò un'anziana: condannato a 8 mesi

L'uomo era riuscito a farsi aprire la porta di casa e a prendere gioielli in oro per un valore di circa 10mila euro. a una 80enne

2commenti

CREMONA

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

Anno 2016

Emilia-Romagna, distretti industriali in crescita. I salumi di Parma tra i migliori

LEGA PRO

Via alla prevendita dei biglietti per il derby Parma-Reggiana

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

3commenti

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

1commento

lettere al direttore

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

2commenti

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

tg parma

1° Maggio: presentati gli appuntamenti di Cgil, Cisl e Uil. Manca il concertone.. Video

risposta a un tifoso

Lucarelli su Fb: «Non volevo andare sotto la curva per decenza»

1commento

INCHIESTA

Chi chiami per salvare un animale selvatico?

1commento

imprese

Polo Industriale Chiesi: sottoscritto l’accordo di programma per l’ampliamento

carabinieri

Il Nucleo Antifrode sequestra 126 kg di latte liofilizzato

sos animali

Bocconi sospetti ritrovati al Montanara: parco chiuso  Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

cinema

Morto Jonathan Demme, il regista del "Silenzio degli Innocenti"

Politica

E' morto Giorgio Guazzaloca: strappò il Comune di Bologna alla sinistra nel 1999

SOCIETA'

TECNOLOGIA

Smartphone, i giovani italiani sono meno "dipendenti" in Europa

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

SPORT

36^Giornata

Parma - Sudtirol 0-1: gli highlights del match Video

crisi del parma

Ferrari: "Chi non ci crede si faccia da parte. Tifosi sosteneteci" Video

1commento

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport