Il vino

Valorizzare il territorio secondo Occhipinti

Valorizzare il territorio secondo Occhipinti
0

Per Giusto Occhipinti il vino è il respiro della terra e deve essere espressione specifica di vigna e di coltura. Solo così può trasmettere il suo legame con il territorio ed evocare quei valori immateriali che rimandano alla cultura dei luoghi. Terreni vocati, vitigni autoctoni, vigne scelte per la loro qualità e peculiarità che s’identificano in un vino. Questo percorso obbliga a un maggior rigore in tutte le fasi della lavorazione e non è privo di incognite. E’ una scelta d'indipendenza dalle facilitazioni che i nuovi processi produttivi consentono.
Cos, l’azienda di Giusto è una nuova chiave di lettura per la Sicilia enoica.
La filosofia dell’azienda è ottenere vini di qualità con il minimo possibile delle manipolazioni e degli interventi enologici, sia in vigna, che in cantina. I vini sono ottenuti solo da vigneti di proprietà, la densità degli impianti per ettaro si aggira intorno ai 5000 ceppi, la resa in uva va dai 35 ai 70 quintali, secondo i vitigni e al momento della vinificazione, i grappoli sono scelti a mano.
Lo abbiamo intervistato per capire meglio le prospettive del vino isolano ma non solo.
Cosa significano per voi slogan quali «mantenimento della tradizione», «innovazione nella tradizione», «valorizzazione del territorio», «genius loci»?
«Hanno più o meno lo stesso significato. Identificarsi nel territorio significa anche averne cura. Credo che le cose andrebbero più fatte che dette. Ritengo che nel momento in cui si ricorre a lieviti selezionati provenienti da un altro luogo, di fatto si tradisce la cultura del territorio e non lo si valorizza».
Va bene. Veniamo allora alla vexata quaestio: quando, dal tuo punto di vista, un vino può dirsi «tradizionale», e quando no?
«Il termine “tradizionale” di fatto ha poco senso se preso alla lettera, si presta a molti equivoci. Bisognerebbe tentare una definizione nella quale riconoscersi. In mancanza di questa, credo che per tradizionale debba intendersi un vino che sia il più naturale possibile, cioè fatto solo di uva (non sembri una provocazione!), senza interventi devianti che lo omologano, allontanandolo dallo spirito del luogo di origine».

 

MODERNITA'  VS TRADIZIONE
OPPURE VINO VERO E VINO FINTO
Strumenti e tecnologia


Ha senso fare un distinguo tra vini della tradizione e vini cosiddetti modernisti o innovativi?
«A mio avviso, ha senso solo distinguere un vino buono da uno finto. Anche il termine “innovazione” è carico di ambiguità. Abbiamo deciso di usare l’anfora di terracotta per far respirare il vino come accade nel legno, senza tuttavia il contributo tipico di questo materiale: tannini, note tostate, vaniglia. Probabilmente è  come si usano determinati strumenti a verificare se si è nel solco della tradizione o meno, più che gli strumenti in sé. La biodinamica è una filosofia di vita che si sviluppa soprattutto attraverso l’osservazione. Nasce dal desiderio di preservare la sanità della Terra, dell’ambiente, della vita in generale e quindi dell’uomo. Il suo scopo ultimo è di attivare la protezione naturale - una sorta di anticorpo - insita in ogni essere vivente. Ogni entità vivente, piante incluse, ha in sé tutti gli strumenti sia per vivere sia per difendersi, occorre solo svilupparli affinché si attivino in un circuito virtuoso: abbiamo nell’aria una gran quantità di insetti, quasi tutti utili, perché allora sterminarli indiscriminatamente con gli insetticidi? Ecco che allora biodinamica significa libertà, rispetto della vita, diversità, identità: i frutti che scaturiscono dalla sua applicazione sono diversi, più legati alla mineralità del territorio, più veri. E’ per questo che considero “finti” molti vini tecnicamente indiscutibili...». E così sia.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La mischia che salva l'ambulanza

Sport

Rugby: tutti in mischia per... l'ambulanza Video

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

NOSTRE INIZIATIVE

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Parma Calcio

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

3commenti

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

tg parma

Travolto su via Spezia: Mihai Ciju resta gravissimo Video

tg parma

Università, aumentano gli iscritti: +12,7% Video

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

tribunale

Sparò all'amico in via Europa: condannato a 6 anni

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

25commenti

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

3commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

torino

Sale sulle scale mobili della metro. Ma col Suv Foto

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

CURIOSITA'

viaggi

Madrid coi bambini: 8 buone ragioni per partire Foto

tg parma

All'Annunziata 40 presepi in mostra da tutta Italia Video