-5°

Il piatto forte

Per essere un frutto proibito è davvero molto buono

Per essere un frutto proibito è davvero molto buono
0

di Chichibìo

Lo sognò Cartesio. Appena ventitreenne, poco dopo aver risolto problemi matematici fino allora insoluti quali la duplicazione del cubo, la trisezione dell’angolo. In quel periodo, alcuni sogni lo inquietano: decide di trascriverli, pensa che per lui, per il suo futuro, siano importanti. Nel primo, si vede sospinto da un vento impetuoso verso un misterioso collegio dove incontra due uomini che gli donano un melone proveniente da un paese straniero: è «il melone di Cartesio». Per lui, si tratta del fascino della solitudine; poi Marie-Louise von Franz (junghiana) parlerà d’inconscio collettivo, di comprensione intuitiva degli archetipi dei numeri. Freud, espressamente interpellato, risponderà, con sbrigativo pragmatismo (non amava Cartesio), che doveva trattarsi di perturbazioni d’ordine sessuale. Se non proprio convincente, Freud appare di sicuro sempre molto stimolante: per i Greci «melopepon» sono tutti i frutti a forma tonda e allungata come seni femminili e in quel sorso di linfa sugosa, di polpa croccante e turgida, in quella fresca carnalità c’è, appena velato, il segno dell’eccesso, della scorpacciata, l’incentivo a una smodata sregolatezza.

Fu certo per questo che il melone finì all’indice tra i frutti proibiti descritti dai medici medievali e furono forse probabili indigestioni dello stesso ad innescare processi che portarono alla morte di Papi e Imperatori. Era dunque questo l’inquietante, velenoso segreto nascosto da quella maturità adescatrice, «umore decomposto della terra» (come era definita nel Seicento)? Ce n’è abbastanza per sconcertare l’inconscio del giovane Cartesio e, all’alba del razionalismo moderno, proiettare l’ardore confuso della sua naturale libido nella visione onirica di un vento violento, che avvolge il misterioso collegio e gli uomini neri che, nella notte, portano, frutto dorato, il melone straniero. Senza dimenticare che i sogni, come direbbe un freudiano cinico, sono la spazzatura del sonno, resta che il melone è, per lunga tradizione, frutto ambiguo e ingannatore. A cominciare dalla scelta.

Quale il migliore? Per alcuni bisogna, anche qui, cercare la femmina: avrebbe sapore più fine con note di cannella, profumo delicato: si riconosce perché, dalla parte opposta al picciolo, porta un cerchio pigmentato che ricorda l’areola del capezzolo. Altri, invece, prediligono il frutto maschile (un punto nero al posto dell’areola), più saporito. Di certo va soppesato: più è pesante, meglio sarà e se, schiacciando l’estremità, questa sarà cedevole ed elastica il punto di maturazione è quasi perfetto. Ma non ci s’illuda però, perché, dopo aver verificato tutto ciò, ci si potrà ancora sbagliare: il melone, che ha turbato il razionale Cartesio, nasconde anche
a noi il suo segreto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

5commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Rotterdam, dimenticate i tulipani e gli zoccoli

IL VIAGGIO

Rotterdam, dimenticate i tulipani e gli zoccoli

di Luca Pelagatti

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e "aggancia" il Venezia Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è momentaneamente in vetta, a 42 punti, in attesa di Reggiana-Venezia

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

6commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

4commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

28commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

5commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

3commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Bonassola

Il parroco difende l'amore gay, il vescovo frena

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto