-2°

Il piatto forte

DOP e IGP: 165 prodotti

0

Al 31 dicembre 2007 - secondo i dati Istat - i   prodotti DOP e IGP riconosciuti ammontano a 165, 10 in più   rispetto alla stessa data dell’anno precedente; di questi 160   risultano attivi (8 prodotti in più rispetto al 2006).   Analizzando la classificazione tipologica delle specialità   agroalimentari, risulta che i settori più rappresentati sono gli   ortofrutticoli e cereali, gli olii extravergine di oliva, i   formaggi e le preparazioni di carni, che comprendono   rispettivamente 53, 38, 33 e 29 prodotti. Gli altri settori   (carni, altri prodotti di origine animale, aceti diversi dagli   aceti di vino, prodotti di panetteria, spezie e olii essenziali)   raggruppano complessivamente 12 specialità.  

Le aziende agricole e i trasformatori che operano nell’ambito   della filiera dei prodotti di qualità DOP e IGP sono,   rispettivamente, 75.448 e 6.034. Nel confronto con l’anno   precedente si registra un forte aumento delle aziende agricole   (+12.909 unità, pari a +20,6%) a fronte di una crescita più   contenuta dei trasformatori (+353 unità, pari a +6,2%). Le   aziende coltivano una superficie di 128.100 ettari (+3.842 ettari,   pari a +3,1%, rispetto al 2006), le cui produzioni vegetali   formano, tal quali o trasformate, 94 specialità DOP e IGP attive.   Esse gestiscono inoltre 44.390 allevamenti (+10.588 unità, pari a   +31,3%), le cui produzioni animali conseguite costituiscono,   sempre tal quali o trasformate, altri 66 prodotti di qualità   attivi.  Le aziende sono più numerose nei settori dei formaggi (33.311   unità, che gestiscono 35.269 allevamenti), degli olii   extravergine di oliva (17.632 unità, che coltivano 84.513 ettari)   e degli ortofrutticoli e cereali (16.024 unità, che coltivano   42.744 ettari).   I trasformatori sono maggiormente presenti nella lavorazione dei   formaggi, degli olii extravergine di oliva e delle carni, settori   che registrano, rispettivamente, 1.951, 1.413 e 916 operatori.

Gli   operatori sono localizzati prevalentemente nelle regioni   settentrionali, con il 52,8% delle aziende e il 52,5% dei   trasformatori. Sempre nel Nord è ubicato anche il 58,5% degli   allevamenti, mentre oltre il 50% della superficie nazionale   coltivata si trova nelle regioni centrali.   Rispetto al 2006 gli incrementi maggiori si verificano nel   Mezzogiorno, dove aumentano sia le aziende (+11.737 unità, pari a   +180,7%) e i trasformatori (+172 operatori, pari a 14,0%) sia gli   allevamenti (+11.305 strutture, pari a +406,4%) e la superficie   (+5.331 ettari, pari a +27,5%). Mentre gli operatori e le   strutture produttive risultano storicamente radicate e più   diffuse nel Nord, si assiste ad un progressivo rafforzamento dei   prodotti di qualità nelle regioni meridionali, specialmente nelle   Isole.   (ITALPRESS). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Lady Gaga: soffrodi disturbi psichici

RIVELAZIONE

Lady Gaga: soffro di disturbi psichici

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

Al via la stagione

A Schia una «valanga» di novità

Criminalità

Felino, il bar Jolly senza pace: quarto furto in dieci mesi

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

lega pro

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma Video

8commenti

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Campus

Sfera Ebbasta, dal rap al trap

Restauro

Zibello, il battistero torna a risplendere

Funerale

Sorbolo: rose bianche e musica per l'addio a Ilaria Bandini

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

Funerale

"Ciao Lorenzo, ora vivi nella serenità": commosso addio al 15enne di Salso

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

10commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

roma

Oggi fiducia sulla manovra e la direzione del Pd

Ventimiglia

Brucia la villa dei cognati e muore asfissiato

SOCIETA'

lettere

Cane ucciso da un cacciatore: "Terribile e inaccettabile"

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Nuoto

Federica Pellegrini vince i 200 sl

Formula uno

Fernando Alonso non andrà alla Mercedes

FOTOGRAFIA

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco

Fotofestival

Fra metafisica e Storia: un mese di mostre fotografiche a Montecchio