-2°

Il vino

Quell'«asso di picche» che vale una fortuna

Quell'«asso di picche» che vale una fortuna
0

di Andrea Grignaffini

E’ l’ultimo grido in fatto di lusso da bere. Se non ancora in Italia, negli Stati Uniti non si parla d’altro che dello Champagne di ultra-tendenza. Il suo biglietto da visita è tutto un programma: bottiglia dorata, asso di picche quale simbolo e una noticina sul prezzo: 300 euro.

Il nome ha sapore blasonato, Armand de Brignac Ace of Spade, cuvée de prestige di Cattier, uscito sul mercato americano solo a fine 2006. I natali sono francesi di antico lignaggio e più precisamente la Maison è una delle storiche, risalente al 1763 esclusivamente sempre della stessa famiglia, vantando il singolo vigneto più antico di Champagne, Clos du Moulin da cui prende il nome l’omonima cuvée.

Un’importante società statunitense di distribuzione propose alla Maison di creare in esclusiva uno Champagne ultra-premium da presentare sul mercato americano dell’ultra chic. E il risultato è una selezione di uve chardonnay, pinot noir e pinot meunier provenienti solamente dai 20 ettari di vigneti di proprietà e pressate nella classica coquard; all’assemblaggio partecipano i migliori vini di riserva della Maison, anche vecchi di 10 anni, per almeno un terzo.

Dopo 36 mesi di riposo sui lieviti, si passa manualmente al remuage e al dégorgement, infine affinato in botte.  Nasce come Blanc, ma nel 2007 è stato presentato anche in bottiglia rosa metallizzato il Rosé e il Blanc de Blancs in bottiglia argentata e in futuro arriverà anche le magnum e l’esclusivo monovigneto Clos Yons.  Ogni bottiglia è presentata in un prestigioso cofanetto in legno laccato nero rivestito di velluto. 

L’Ace of Spade si presenta di un brillante color oro intenso, carico cremosità pasticcera, opulenza tropicale leggermente toccata da note di frutta secca. Al palato è ricco, vinoso, ridondante, con un finale fruttato e di lunga persistenza resa ancor più piacevole da un perlage tra i più cremosi in assoluto.  Uno Champagne diventato famoso grazie ai rapper più celebri ma con una struttura tra le più possenti nel mondo delle bollicine d’Oltralpe.

E ORA TORNIAMO IN ITALIA CON CINQUE ROSÉ STRAVAGANTI

Viaggio da nord a sud
Bellenda Rosé Metodo Classico Riserva 2002, da una azienda celebre principalmente per il prosecco un pinot nero in purezza che del vitigno non ha certo spessori aromatici vigorosi. Il colore è rosa antico, il naso una caramellina dal profumo d’antan; la bocca tutta composta e suadente virante molto al dolce. Lo spessore e l’allungo sono quelli che sono ma è una bolla per spiriti delicati.

Rosa del Golfo Rosé Metodo Classico. Un altro spumante tutto declinato al femminile, per chi ama le sensazioni dolci e pasticcere: tanta vaniglia, tanta panna montata, tanta sofficità di beva. Quasi un dopo pasto da chiacchiera e da pasticceria secca o da macedonia, nonostante sia un Brut di una Puglia qui dolce come una mousse di fragoline di bosco.

Tasca d’Almerita Rosé Almerita 2004 Pinot Nero Sicilia, anche qui pinot nero ma con lo spirito siciliano solare e rococò per uno spumante che rappresenta una sorta di monumento al lampone nella sua versione più sciroppata. La bocca fa un passo in più verso la freschezza marina.

Zamuner Riserva Villa La Mattarina 1999 Rosé Brut, Quattro parti sempre di pinot nero e la quinta di pinot Meunier per questa bolla di grande originalità. Attacco tutto sul vitigno d’origine ma declinante verso toni ossidati che all’inizio lasciano perplessi ma che poi si fanno intriganti nella loro vena british, una sorta di Xeres tagliente e senza compromessi con una bolla sostenuta per un aperitivo all’inglese (per chi ama Sherry secchi, Marsala e Madeira) o un vino per formaggi di carattere e stagionatura (ma senza esagerare).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Arrivano i carabinieri: ladri in fuga

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

1commento

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

Domani, al Tardini (14.30) il Teramo. Le altre partite del Girone B

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

11commenti

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

"Veterani dello sport"

A Malori il premio Atleta dell'anno

Per il 2015: a febbraio non aveva potuto ritirarlo per l'incidente

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Parma

Il «Galà dell'anolino» diventa un reality show Video

Una giuria formata da grandi esperti sceglierà il miglior galleggiante

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

13commenti

Scuola

Il Romagnosi compie 156 anni

1commento

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Fanno la saltare cassa ma bruciano i soldi e rompono l'auto per la fuga

Brescia

Neonata abbandonata in strada

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti