18°

33°

Il vino

Il vino nell'anfora come tra i romani

Il vino nell'anfora come tra i romani
Ricevi gratis le news
0

di Andrea Grignaffini

Ora sta diventando una moda ma questa storia è antica come la civiltà, tanto affascinante ed evocativa da essere riproposta oggi per il gusto di ritrovare quei sapori arcaici che per tanti secoli hanno ripercorso il cammino dell’uomo nella sua evoluzione.
 

ANFORE IN TERRACOTTA DA SOTTERRARE - Parliamo della vinificazione in dolia (anfore), capienti recipienti in terracotta senza manici da interrare o da lasciare in superficie sul terreno, utilizzati da quelle popolazioni che coltivavano la vite. Per le loro caratteristiche di facilità nella fabbricazione e di praticità spesso venivano sotterrati proprio nelle vicinanze dei vigneti per una rapida vinificazione.  Prima dell’uso tutti i contenitori in terracotta destinati all’uva e al vino dovevano essere sottoposti a impeciatura che si diversificava secondo le versioni se sotterrati o sistemati sopra terra. I Romani erano in assoluto i più grandi fruitori di queste tipiche anfore famose anche per essere citate anche da Plinio che ne vantava la qualità soprattutto per l’utilizzo della pece migliore, quella proveniente dall’odierna Calabria ricavata dalla resina di picea.

LA PIGIATURA SUL CALCATORIUM - La pigiatura dell’uva avveniva sul pigiatoio (calcatorium), un ripiano in cocciopesto dotato di canalette di scolo indirizzate verso il lacus, ovvero la vasca che raccoglieva il mosto ottenuto dalla torchiatura delle vinacce. La prima torchiatura veniva separata dalla seconda molto più scadente e le vinacce spremute erano mescolate con acqua per ottenere la lora, una bevanda destinata agli schiavi. Il vino migliore era quello di puro mosto, ma occorrevano alcune procedure per consentire l’invecchiamento che si diversificava secondo le popolazioni che vinificavano. In Africa si usava calce e gesso, in Grecia argilla, sale o acqua marina, in Italia resina o feccia dell’anno precedente o aceto, ma anche mosto cotto meglio se dell’annata passata. Il vino così fermentava a lungo nella dolia affrontando lunghe macerazioni prima del consumo o della commercializzazione in terre lontane. Le anfore di terracotta ebbero vita fino alla metà del terzo secolo d. C., lasciando poi spazio ai barili di legno arrivati dalla Gallia per la praticità nella fabbricazione e come materiale più resistente. Ma torniamo a oggi, alla necessità ancestrale di tornare alle origini, al contato diretto con la natura, con l’universo

"VINI IERI", VINO AL TEMPO DI...LUNA- E' Alessandro Sgaravatti, patron dell’Azienda Agricola Castello di Lispida a Monselice di Padova (www.lispida.com) uno dei fautore del movimento «Vini Veri», vinifica secondo il procedimento antico con il passaggio in anfore di terracotta con follature giornaliere, senza controllo di temperature, senza lieviti aggiunti o solforosa, seguendo il ritmo delle stagioni e delle fasi lunari. Il vino ottenuto accompagnando questi canoni arcaici è Amphora, da uve tocai, lavorato con principi naturali, vendemmia effettuata manualmente a metà settembre, vinificato fermentando con lieviti propri in anfore di terracotta interrate, macerazione sulle bucce per sei mesi, affinamento in dolia per 14 mesi, nessuna filtrazione.
Una premessa: va ossigenato. Nel bicchiere presenta un incipit ossidativo che affonda in un bel colore giallo dorato con nuances ambrate, al naso un surplus di frutta gialla matura, pietra lavica, richiami di fieno; in bocca risulta pieno, ampio, corposo con finale di lunga persistenza. Un vino di grande corpo, con un tannino in certi tratti più simile a quello di un rosso: naturale conseguenza l’abbinamento con carni rosse come una costata ai ferri.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Ladri ancora in azione all'ospedale

ospedale

Ladri ancora in azione: rubati dei computer al Rasori Video

Il furto è stato compiuto nella notte al Day hospital pneumologico

1commento

polizia

Blitz nella notte nelle zone calde a Parma: 82 grammi di droga sequestrati, 5 espulsioni

7commenti

COLORNO

"E' morto assiderato", il piranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

14commenti

Anteprima Gazzetta

Emergenza terrorismo a Parma: il punto con l'assessore Casa

calcio

Antiterrorismo e viabilità, cambia la zona-Tardini (venerdì il "debutto") - La mappa

Posizionate le fioriere anti intrusione in centro - Video

mercato

Matri, è il giorno della firma? Ma il Parma non molla per Ceravolo Video

opening day

Sport, italianità e lealtà: venerdì taglio del nastro della B al Tardini

Prima del match Parma-Cremonese cerimonia con giuramento dei capitani e inno nazionale

1commento

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

6commenti

IL CASO

Il laghetto di Scurano potrebbe sparire

Vignali: "I boschi dell'Appennino stanno seccando" Video

Governo

Politiche sull’acqua: Berselli nominato alla guida del nuovo distretto padano

Accorpate le vecchie autorità di bacino, la sede del nuovo distretto resterà a Parma

LA STORIA

Traversetolese salva un uomo che sta annegando e lo rianima

2commenti

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

1commento

via Spezia

Scoppia la gomma del bus: paura e...ritardo

4commenti

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

11commenti

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

13commenti

ITALIA/MONDO

SVIZZERA

Maxi frana al confine con Valchiavenna, 100 evacuati

TRAGEDIA

Avvistati tre alpinisti morti sul Monte Bianco

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

Usa

Lo squalo attacca, panico in spiaggia

hi-tech

Twitter: l'hashtag ha 10 anni, se ne usano 125 mln al giorno

MOTORI

AUTO

Ferrari: ecco la nuova Gran Turismo V8, un omaggio a Portofino

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente