15°

Il piatto forte

Il migliore latte per l'estate è quello delle mandorle

Il migliore latte per l'estate è quello delle mandorle
0

di Chichibìo

Ci saremmo persi il croccante un po' appiccicoso fatto sui banchi ambulanti delle fiere, le soffici torte al marzapane, gli amaretti, i macaron parigini, i confetti, gran parte della pasticceria siciliana, i torroni, le migliori praline e quella torta prediletta, semplice, rustica, dalle mille varianti irresistibili che ne porta il nome. Senza mandorle niente di tutto ciò.
E neppure il suo latte, l’olio, la granita e l’ambrosia, nettare divino di latte, miele, mandorle. Vincent Van Gogh, già all’ospedale di Saint-Remy, pochi mesi prima di morire dipinse, per il nipotino appena nato che porterà il suo nome, un ramo di mandorlo fiorito sullo sfondo di un cielo turchese. E’ la vita che torna e si rinnova: quell'albero, i cui fiori bianco-perlacei sbocciano ancora in inverno, annuncia la primavera imminente, il tepore dopo il gelo, la caducità indifesa di fronte a gelate tardive. Forse proprio la fragile bellezza di quella fioritura inattesa, forse la valenza simbolica che gli uomini hanno subito colto e valorizzato sono alla base della sua sopravvivenza. Nasce infatti selvatico il mandorlo, e con frutti velenosi e mortali per la presenza di amigdalina e cianuro, ma i nostri antenati cacciatori e raccoglitori lo preservarono, finché nel corso dei secoli, qualche mutazione spontanea donò frutti commestibili. Bastò propagare quei semi dal carattere dominante e le mandorle dolci arrivarono a noi. Fecero la gioia degli egizi (Tutankhamon le volle anche nella sua tomba), dei marinai fenici, dei greci; l’aureola «in guisa di mandorla» divenne il simbolo del Cristo trasfigurato, di Maria regina dei cieli; il guscio duro e legnoso che protegge il seme dolce e puro rappresenta la natura vera di Gesù nascosta in spoglie umane, dice del sacro in ognuno di noi. Fu l’anima di una pietanza fondamentale nei banchetti del Medio Evo perché, nella sua versione dolce, il biancomangiare fatto di mandorle pelate e miele, morbido e cedevole, portava il ricordo del latte, del cibo materno, alla fine di un banchetto ardente di sapori e spezie: era acqua per gli assetati, sollievo alla fatica del pasto. Il latte di mandorla invece (si può anche bere la mandorla!) è dolcezza pura, latte palpabile, soffice, appena untuoso, dal buon sapore di fiori che si ottiene schiacciando le mandorle fresche, mettendole in ammollo a freddo con un po' di zucchero e filtrando il tutto. Per la granita, infine, si pestino in un mortaio mandorle pelate e zucchero in egual quantità fino ad ottenere una pasta (200 g per un litro) che andrà sciolta versando, poco per volta, l’acqua e mescolando. Si aggiunga ancora un po' di zucchero (secondo volontà), si lavori bene con una frusta per eliminare i grumi. Versate nella gelatiera a -7° e consumate subito: è la gioia suprema dell’estate. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il lago Santo visto dal drone

Fotografia

Il lago Santo visto dal drone Foto

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Serenate al balcone: i vicini protestano ma "Topolino" canta ancora

Napoli

Serenate al balcone: i vicini protestano ma "Topolino" canta ancora Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Vini da scoprire», guida sentimentale che porta da Ancarani

IL VINO

«Vini da scoprire», guida sentimentale che porta da Ancarani

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

L'INCHIESTA

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

Il caso

Rifiuti e videopoker nel parco

Lega Pro

Nuove date per i play-off

Spettacoli

Alessandro Nidi: «Sissi diventa un musical»

Salso

Maestro e alunno si ritrovano dopo 50 anni

Sicurezza

A Pilastro spuntano i dossi

Terremoto

Due parmigiane in missione per salvare l'arte dalle macerie

Parma

Investe una donna in via Venezia e si dilegua: caccia all'auto pirata

Il conducente si è fermato dopo l'incidente ma poi è ripartito: ora la polizia municipale lo cerca

1commento

TG PARMA

Corniglio: un tir resta bloccato fra le case Video

Anteprima Gazzetta

Auto di lusso rubate e rivendute all'estero: 88 richieste di rinvio a giudizio Video

Parma

"Spazio verde": quinto furto in tre anni Foto

Ricerca

Top 500: imprenditoria sana, buoni risultati per tutti i settori a Parma Video Foto

Il presidente dell'Upi Alberto Figna spiega i contenuti della ricerca

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

5commenti

Inchiesta

Tecnici Bonatti uccisi in Libia: rischio di processo per 6 persone

Trasporto pubblico

Con Busitalia tornerà Mauro Piazza: "I timori per il personale? Solo terrorismo"

14commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

9commenti

GAZZETTA

Enogastronomia: un inserto di 6 pagine

ITALIA/MONDO

NASA

Scoperto un sistema solare con 7 pianeti simili alla Terra Foto

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

3commenti

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

RUGBY

Palazzani: "Sei Nazioni, un'emozione unica. Zebre: domenica c'è l'Ulster" Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

motori

Ecco Stelvio, il primo suv Alfa Romeo Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv