Il piatto forte

Dall'"albero del pane" nasce il dolce della montagna

Dall'"albero del pane" nasce il dolce della montagna
0

di Chichibìo
Un amico, impunito gourmet e finissimo chitarrista, la prepara anche in estate compensando la calante qualità della farina con l’aggiunta di cacao. Poi tende a dimenticarla in forno, finché non appare qualche bruciacchiatura: allora la toglie, lascia intiepidire. Alla sera, la porta sotto il bersò e comincia a pizzicare le corde della chitarra. Per me, che sono poco lontano, è il segnale atteso che la pattona è pronta e che la bottiglia di spumante trentino brut, messa in fresco dal giorno del suo arrivo, dovrà essere stappata - e se l’abbinamento non è dei più canonici, pazienza: al cuoco-musicista piace così. Quando poi sul tardi, con la sua chitarra, arriva anche il barbiere, ci saranno altre bottiglie, musica, canzoni e quella teglia tenuta di scorta, e destinata alla colazione mattutina, verrà sacrificata in nome della convivialità e della musica. Funziona, infatti, anche d’estate, ma ancor più ora che arriva il suo periodo migliore, la magia di questo dolce povero, figlio del «frutto paziente« (Attilio Bertolucci), nato dall’«albero del pane», che per tanti secoli consentì la sopravvivenza di quei popoli che Emanuel Le Roy Ladurie chiamava «l'internazionale europea della povertà e del castagno». Occorre un’attenta raccolta, poi il passaggio nei casoni di pietra, veri monumenti dell’architettura del bosco, dove le castagne, stese in uno strato alto una decina di centimetri, sono essiccate lentamente grazie a un fuoco di legna di castagno che brucia piano per circa un mese. Pulite e macinate a pietra, danno una farina finissima, color avorio, che veniva conservata pressandola in un contenitore di legno per eliminare l’aria e difenderla dall’attacco di insetti. Al momento di usarla, si staccava a pezzi, veniva sminuzzata e setacciata: il sapore dolce, appena minerale, leggermente affumicato, viene trasmesso (mescolato a farina di grano) a tagliatelle e corzetti, agli gnocchi di Zeri (robusti fino ad esser chiamati «cazzotti»), alle raffinate crepes, alle frittelle, alla pattona che per noi parmigiani è la preparazione regina. Sia alta due dita (e dunque si consideri l’ampiezza della teglia in rapporto alla quantità del composto) in modo che, nel gustarla, la superficie screpolata possa affondare la sua lieve croccantezza nella consistenza della crema e possa combinarsi, riprendendo forza, col fondo appena rassodato. E’ puro e tiepido piacere orale: richiede solo ottima farina sciolta in quanta acqua basta per fare una crema liquida e senza grumi cui s'aggiunge un po' di sale, d’olio - e poi in forno a fuoco medio per circa un’ora.
 Il piacere è sicuro, la digestione può essere lunga: d’inverno aiuterà il tepore d’un camino, come d’estate ha fatto il suono di una chitarra al fresco della sera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

LA BACHECA

44 opportunità per trovare un lavoro

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

musica

La canzone di Natale di Radio Dj. Torna Elio e...c'è Valentino Video

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)