-2°

Il piatto forte

Parma riscopra i sapori che sta perdendo

Parma riscopra i sapori che sta perdendo
0

La biodiversità servita in tavola. L'azienda agraria sperimentale Stuard, (col sostegno della Provincia e di Soprip) ha ospitato una cena, curata da Maria Adelia Zana e Tiziana Azzolini  dedicata ai ristoratori e ai gestori di agriturismi, per mettere in evidenza le potenzialità di prodotti del territorio ancora poco noti (in primis carni, poi ortaggi, formaggi e cereali) che costituiscono un patrimonio da salvaguardare e valorizzare.

Riflettori puntati innanzitutto sulle carni della pecora cornigliese (in vendita presso la macelleria «Le Carni» di Langhirano), animale dal profilo nobile e di grande corporatura, a rischio di oblio gastronomico, le cui carni si distinguono per tenerezza, delicatezza e finezza di sapore tanto da poter «sfidare» il palato dei più ostili al «sa pore ovino» (in altre razze più marcato) anche in un’ardita versione in «tartare» ossia da crude.
Altro protagonista, il pomodoro riccio di Parma, varietà costoluta di spiccata dolcezza con tocco di sapidità e mitigata acidità che riporta in vita il gusto pieno del vero pomodoro come da anni non lo assaggiamo. L’idea è quella di puntare sulla ristorazione locale per far riscoprire al pubblico prodotti alimentari della zona, tipici e di assoluto valore gastronomico. A valorizzarli al massimo intervenendo al minimo e solo per metterne in evidenza le virtù, le mani sapienti di Christian Broglia executive chef di Alma. A spiegarne le caratteristiche e i giochi di combinazioni organolettiche vincenti con altri ingredienti, anche il collaboratore della «Gazzetta» Andrea Grignaffini che ha sottolineato come la buona materia prima, non sia sufficiente per la riuscita di un piatto senza l’intervento dello chef e come per ingredienti particolari come questi, l’uomo sia ancor più fondamentale. «A volte infatti si sono persi gusti e prodotti proprio per una loro mancata valorizzazione da parte degli chef: per anni il pomodoro è stato bandito dalle cucine dell’alta ristorazione italiana perché ritenuto un ingrediente difficile da usare. Quando la sua acidità non è in equilibrio con la dolcezza, il pomodoro sbilancia anche un semplice spaghetto, compromettendone il sapore finale». 
Ecco alcune proposte della serata dunque: pappa al pomodoro riccio, servita fresca, e ammorbidita da una spuma di caprino; coscia di pecora cornigliese battuta al coltello, dal gusto delicato con note fresche d’erbe aromatiche, assecondate da una crema di peperoni citrino abbrustoliti, mela Carla e mela Rossa, piccola insalata di campo; battuto di manzo bio (carni del consorzio allevatori biologici della «Valtaro & Valceno») leggermente affumicata, bottarga d’uovo di tacchino di Parma; agnolotti di farro con stracotto di carne bio serviti con la sua salsa e composta di cipolle rosse; spezzatino di pecora cornigliese cotta nel coccio (paradossalmente, la cottura esalta appieno il sapore aromatico e sempre fine dell’ovino), polenta con nocciole; reale di vitello al fieno al naturale; composta di fichi ricotta (saporosa e piacevolmente ruvida) di capra (del Mulino della Vaccarezza di Castellonchio) e peperoncino candito.  E.T.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

8commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

11commenti

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

14commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Parmense

Breve blackout a Salsomaggiore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017