-1°

14°

Il piatto forte

A Piacenza le "caramelle" hanno un cuore di spinaci

A Piacenza le "caramelle" hanno un cuore di spinaci
0

Un esempio di piatto fatto con le materie del circondario, i tortelli d’erbetta, un tempo erano il frutto di quello che c’era a disposizione: farina e uova per la sfoglia, ricotta, burro, Parmigiano e un tocco di erbaceo, per il ripieno.

Rimangono tuttora controverse le versioni di quel tocco di verde che, come dice il nome, sono raffiguranti in erbette, ma che in alcune zone sono anche spinaci, erbe dei campi, cime di barbabietola da zucchero. Ciò non toglie che la quantità a volte risulta talmente infinitesimale da rendere difficile il distinguo fra le une e gli altri, ma che assolutamente non deve mancare, anche se fa la differenza la presenza del verde dove in collina è più consistente mentre verso la Bassa diventa quasi impercettibile. Parlando della ricotta non esiste nessuna regola precisa, mucca o pecora, semplice o con una golosa aggiunta di mascarpone o panna, purché dia sapore e personalità, così come l’uso della noce moscata. Passando al burro utilizzato per irrorarli al momento finale, diverse sono le versioni: semplicemente sciolto, o color nocciola, quasi rosolato o insaporito con foglie di salvia. E che dire del Parmigiano che oltre a dare giusto equilibrio di sapidità serve ad asciugare i tortelli dalla golosa componente burrosa? Terminiamo con la pasta sfoglia e qui scatta la genialità di uno dei più interessanti tortelli italiani, raggruppando in questa affermazione non solo quelli d’erbette ma tutte le altre versioni. Parliamo dei tortelli con la coda piacentini, in realtà una sorta di caramelle arricciate, quasi plissettate. Un esempio chiaro e lampante di una preparazione in cui la pasta assurge a modello di progettualità gastronomica, struttura portante che poi cede il passo alla morbidezza di un ripieno morbido, gustoso e ammiccante. Una farcia basata sullo spinacio sbollentato, una ricotta vaccina, e un tocco di noce moscata.

Ma torniamo alla lavorazione che arriccia una pasta in grado di trattenere e incorporare negli anfratti e nelle insenature il classico condimento a base di burro e Grana, ma anche di dare una tessitura modulabile tra lo stagno della piega e la morbidezza della parte liscia. Un susseguirsi di sensazioni che andrebbero assaporate lentamente e progressivamente onde non inficiare l’intreccio. Una sorta di prova di masticabilità variabile e modulare che rompe anche la componente casearia, altresì minata proprio da quel tocco verde del ripieno e magari dalla sensazione fresca e vegetale di qualche foglia di salvia, che se fosse anche croccante non sarebbe neanche male. Il tutto nel solco di una tradizione che a volte stupisce non solo nel gusto – e nel ricordo ancestrale del tortello, pacificatore e confortante – ma anche dalla costruzione dello stesso.

A. G.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Il controllo del territorio – attività del 2016

comune

Municipale, "attività positiva nel 2016, anche con 40 agenti in meno" Tutti i numeri

L'assessore Casa ha presentato, con i vertici dei vigili urbani i numeri e il bilancio degli interventi dello scorso anno

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

comune

Dopo gli allagamenti: Duc, servizi ripristinati

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

crisi

Copador, settimana decisiva

Degrado

Un viaggio per strada del Traglione: un viaggio nel degrado

3commenti

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

2commenti

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

11commenti

ITALIA/MONDO

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

BREXIT

Il Telegraph: " La May chiuderà la frontiera a metà marzo"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

4commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia