-5°

Il piatto forte

Un pranzo di Natale diverso. Tra mare, terra e nostalgia

Un pranzo di Natale diverso. Tra mare, terra e nostalgia
0

Chichibìo


Il presepe di Manarola, 300 figure di ferro lavorato da Mario Andreoli e accese da migliaia di lampadine a energia solare, sfavilla sull'acqua e illumina con la sua magia la collina delle Tre Croci. Riomaggiore, Manarola e Corniglia sono intatte, risparmiate dalle bombe d’acqua che hanno ferito Vernazza e Monterosso. Con silenzioso ritegno, offrono, agli amici che vengono a visitarle, la loro ospitalità, l’incanto della bellezza del mare, della costa, delle case. A Maurizio Bordoni, cuoco del «Cappun magru» al Groppo, questo sembra un Natale in cui le Cinque Terre si raccolgono in preghiera. «Ci si inginocchia, si prega - mi dice - e l’idea di fondo è quella della rinascita. Noi delle Cinque Terre abbiamo capito che non esiste un paese staccato dall’altro, ma che siamo un corpo unico. La risposta all’alluvione è stata immediata, solidale e corale: tutti sono partiti con le barche per dare le cose di cui nell’immediato si aveva bisogno. E soprattutto si è portato il nostro sentimento, la nostra conoscenza del lavoro: qui siamo abituati a lavorare la terra e capaci di farlo come nessuno: un problema per il futuro è che questa gente sta sparendo. Riomaggiore, Manarola, Corniglia sono aperte all’ospitalità e, nello stesso tempo, si sente che i vicini hanno bisogno. Sarà un Natale più consapevole: è il momento di pensare al meraviglioso territorio che abbiamo ereditato e alle cure necessarie per salvaguardarlo il più possibile, a cominciare proprio da questo periodo festivo. Per la mia famiglia, che era molto religiosa, erano giorni importanti: in più, mio nonno si chiamava Natale. Erano pastori e contadini, il pranzo natalizio era il massimo dell’espressione di quella cultura e si proponeva quello che c'era: maiale, conigli, galline, la pecora, i frutti del campo come le noci, i cachi, le arance, i mandarini. Erano parte della ricchezza del territorio, la gente non comperava cose in più e questo insegnamento vale certo anche oggi. I nostri contadini avevano la loro ricchezza e quella usavano: il pranzo era coi ravioli di carne e le erbe aromatiche, la gallina bollita arricchita dal ripieno fatto con le sue frattaglie, maggiorana, bietole, pane e uova. Poi le salse: quella verde, con acciughe, capperi, prezzemolo, pinoli; lo zabaione agrodolce, con l’aceto di mele, brodo ristretto, un po' di zafferano; la salsa rossa fatta coi pomodori secchi. Seguiva un piatto in umido, di  coniglio o pecora.
Il dolce era soprattutto lo sciacchetrà e gli adulti, davanti a un bicchiere e qualche noce, stavano ore a raccontare storie. I bambini avevano il loro tavolo, il pandolce, i cachi, le arance e i mandarini che addobbavano anche l’albero di Natale.
Il cibo era sempre molto abbondante, perché questa era ed è la festa della famiglia».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

30commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

6commenti

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

4commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

Rugby

Zebre-London Wasps 13-22: ribaltato il vantaggio del primo tempo Foto

A Moletolo sono arrivati 300 tifosi inglesi

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria