-4°

Il vino

Le pagelle dei vini

Le pagelle dei vini
0

di Andrea Grignaffini

Se il comparto vinicolo in questi ultimi dieci anni ha fatto progressi continui, in certi casi addirittura sensazionali (vedi caso Lambrusco) e l’anno scorso fu il suo annus mirabilis per la critica enologica italiana, quest’anno è stato leggermente sottotono. Certo la vita bioritmicamente non è una parabola progressiva: ci stanno intoppi, cadute, rallentamenti. Figuriamoci con il vino che è materia viva, sensibile e, fortunatamente, in relazione ad annate che hanno indiscutibili segnali caratteristici (nel bene e nel male). Nessun problema quindi per un affresco 2012 non così roseo per come eravamo abituati ma senza dubbio di buon profilo. Veniamo alle cose positive, che non sono poche. In primis l’attestazione a livelli assoluti (piaccia o non piaccia) del succitato fenomeno Lambrusco «alla parmigiana». Lanciato anni fa dalle Cantine Ceci, captando le onde radar più sottili che indirizzavano i consumi verso tipologie di vino più ammiccanti e femminili, l’Otello è ancora oggi un vino cult (pensiamo a 5 grappoli assegnati ormai da anni dalla Guida AIS). Via buona tanti i proseliti come nel caso di Ariola con il successo - mondiale, ricordando il premio IWC – del Marcello (con la strabiliante votazione maroniana di 98/100 miglior vino d’Italia, pur ex aequo); di Monte delle Vigne (quest’anno il suo Lambrusco è quasi ai vertici aziendali), di Carra (sempre performante), di Dall’Asta. Per non scrivere di Lamoretti che resta l’unico a produrre Lambrusco Colli di Parma DOC, scegliendo la via della chiarezza e che quest’anno ha avuto risultati invero positivi su tutta la gamma. Vicenda singolare quella di questa classicissima cantina di Casatico: un tempo ai massimi livelli nei bianchi frizzanti, poi passata con ottimi risultati ai rossi fermi e oggi matura e completa in ogni segmento produttivo. E proprio su questo concetto anche Monte delle Vigne non è più premiata solo per i vini di punta ma su tutta la sua produzione anche frizzante. Bene, molto bene anche i nostri vignaioli di stampo naturale: Camillo Donati ormai nella tipologia è personaggio conosciuto financo all’estero e anche quest’anno si è aggiudicato perfomance di alto livello, i ragazzi di Crocizia appassionati come non mai e con bicchieri ben delineati e per finire Alberto Carretti del Podere Pradarolo che con i suoi vini (spumanti inclusi) a lunghissime macerazioni sta facendo discutere il mondo del vino italiano. Se poi dobbiamo parlare di un problema che forse potrebbe rallentare l’ulteriore crescita di un comparto che in un paio di lustri ha pur fatto passi da gigante, è la vastità della gamma di prodotti nel maggior numero di aziende: tra linee differenti, rincorsa spasmodica alla copertura di tutto il «bevibile e abbinabile» si rischia una diversificazione davvero esorbitante. Ormai ogni azienda dovrebbe sapere su cosa puntare e su cosa lavorare per il meglio: cercare di accontentare tutti spesso vuol dire poi in fondo di non accontentare nessuno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

14commenti

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

5commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

sabato

Per tenere viva la Curva Nord torna la riffa dei Boys

1commento

Gazzareporter

Massimo Mari: "Parma, inverno"

1commento

Wopa

I genitori omosessuali fra difficoltà e pregiudizi

Presentato libro a Parma in un dibattito moderato da Chiara Cacciani

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

1commento

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Rigopiano (Pescara)

Hotel sommerso da una slavina: due vittime accertate, decine di dispersi Foto

2commenti

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta