Il piatto forte

"La grande cucina non nasconde il sapore della terra dalla quale nasce"

"La grande cucina non nasconde il sapore della terra dalla quale nasce"
0

di Paolo Panni 
«La grande cucina non nasconde il sapore della terra dalla quale nasce». E’ una delle ultima frasi scritte dal poeta e sceneggiatore romagnolo Tonino Guerra (scomparso il 21 marzo nella sua Santarcangelo) per la grande cena evento che, lunedì 2 aprile, vedrà riuniti, all’Antica Corte Pallavicina di Polesine, per la prima volta, i migliori chef della regione con i loro sommelier e maître, appartenenti all’associazione Chef to Chef Emilia Romagna.
Cena che suggellerà la manifestazione «Centomani di questa terra», non solo un inedito evento che mescolerà e sommerà i saperi delle migliori menti della nostra generazione culinaria, ma anche un omaggio all’Emilia Romagna, il punto d’arrivo di un percorso espositivo e degustativo che coinvolgerà ristoratori e consumatori.
 Per un giorno Polesine, con l’Antica Corte Pallavicina, sarà la capitale della gastronomia emilianoromagnola e vedrà scrivere una vera e propria pagine di storia. Chef, contadini, produttori, maître, sommelier, gourmet, storici e filosofi del gusto, giornalisti e critici gastronomici si incontreranno, nel regno dei fratelli Luciano e Massimo Spigaroli, per ascoltare, parlare, capire quando e perché il cibo diventa cultura, per meglio avviare, insieme, un percorso di crescita qualitativa della gastronomia regionale.
 L’evento, sostenuto da assessorato regionale all’Agricultura, Unioncamere Emilia Romagna e Consorzio del parmigiano reggiano è nato «per discutere insieme – spiega Massimo Spigaroli – di quali ingredienti servono per fare un’ottima ristorazione. Un tema antico che si fa nuovo, discutendo non solo di cucina e di cuochi, ma di tutto quanto riguarda il mondo della ristorazione».
La storica giornata, aperta a tutti (soltanto la cena serale sarà ad inviti) vedrà presenti, nel cortile dell’Antica Corte, quindici tra artigiani, contadini e produttori dell’Emilia Romagna che racconteranno e proporranno, in degustazione, le loro specialità e sarà possibile anche assaporare piccoli capolavori degli chef che esprimeranno un pensiero del loro territorio. Dalle 10 alle 17, nella sala convegni, con un cambio ad ogni ora, si converserà di temi che vedono la centralità e il ruolo della ristorazione in tutti i suoi aspetti: raccontare, imparare, scoprire, cucinare, bere, innovare, accogliere, cooperare, con brevi incontri, dove il confronto tra i luminari della tavola sarà scandito da un’inesorabile clessidra che regolerà i tempi degli interventi.
Ad aprire i lavori saranno Massimo Spigaroli, chef e consigliere di «Chef to Chef» ed Igles Corelli, chef e presidente di «Chef to Chef» mentre a moderare i vari interventi saranno Alessandra Meldolesi, giornalista e sociologa gastronomica ed Andrea Petrini, giornalista, cuoco e blogger.
Tanti i relatori previsti: fra questi il presidente dell’Accademia Italiana della Cucina Giovanni Ballerini; il presidente della Camera di commercio di Parma Andrea Zanlari; il direttore didattico di Alma Luciano Tona; il presidente ed amministratore delegato di Accademia Barilla Gian Luigi Zenti; i giornalisti e critici gastronomici Davide Paolini, Enrico Chierici, Andrea Grignaffini, Paolo Marchi, Enzo Vizzari e Giorgio Melandri; il sommelier campione del mondo Luca Gardini; lo chef Massimo Bottura; il patron del «Ristorante del Pescatore» di Canneto sull’Oglio Antonio Santini; l’assessore regionale all’agricoltura Tiberio Rabboni; il presidente del Consorzio del parmigiano reggiano Giuseppe Alai e numerosi altri.
Le conclusioni saranno invece affidate al ministro delle Politiche Agricole Mario Catania. Alla fine della giornata, le 100 mani di questa terra si incroceranno per realizzare l’esclusiva e storica cena nel corso della quale i trenta cuochi di Chef to Chef, i loro sommelier e i loro maître, daranno il giusto valore, con le ricette, gli abbinamenti e il servizio, ai prodotti della loro regione. Alla cena prenderanno parte sessanta ospiti che siederanno tutti attorno ad un unico tavolo dove anche il servizio di sala sarà ad opera dei maître e dei sommelier dei rispettivi ristoranti. E sull’esclusivo menù, stampato in sessanta copie,  campeggerà la frase di Tonino Guerra: «La grande cucina non nasconde il sapore della terra dalla quale nasce».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

5commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

referendum

File infinite al Duc per la tessera. Un lettore: "Racagni, ascensore guasto: e i disabili?"

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

2commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

9commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

11commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

1commento

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti