Il piatto forte

Braci e uno spiedo rovente per stomaci davvero voraci

Braci e uno spiedo rovente per stomaci davvero voraci
0

di Andrea Grignaffini

 Parma e Brescia sempre più legate nella vita quotidiana ma ancora divise da una storia gastronomica ben più distante del centinaio di chilometri che separa le due città.
 Cerchiamo allora di conoscere un piatto bandiera della provincia lombarda, un must per i più impenitenti leccardi: lo spiedo bresciano. La sua storia si perde nella notte dei tempi quando gli uomini muniti di un’asta di ferro acuminata cacciavano le prede le infilzavano e le cuocevano all’aperto al calore di un fuoco a legna.
I Romani usavano cuocere carni e pesci abbrustolendoli sulle braci e accompagnandole con salse come il garum ottenuto da pesce fermentato. I Greci consumavano carni anche di grossa pezzatura allo spiedo, previa lessatura e servite con salse dolci. Questa pratica prevalse anche nel Medioevo a discapito delle cotture al forno: se l’animale era di taglia grossa si lessava prima di infilzarlo allo spiedo, cultura questa che la ritroviamo in tutta l’Europa specialmente in Inghilterra e in Francia. Lo stesso Leonardo da Vinci inventò un fantasmagorico spiedo automatico composto da un’elica che girava mossa dal calore e dal fumo per sollevare i giovani di cucina dall’incombenza di continuare a girare grandi spiedi.
In Italia cucinare allo spiedo ha trovato terreno fertile in diverse provincie, in particolare nel bresciano vuoi per il territorio ricco di animali da penna vuoi per la cultura armiera sviluppatasi in queste zone dedite all’estrazione del ferro, in particolare in Valtrompia e Valle Sabbia. Essendo questo territorio ricco non solo di boschi, ma anche di laghi, torrenti, rogge, la pesca insieme alla caccia ha sfamato per secoli queste popolazioni. Questa consuetudine di cottura allo spiedo ha inciso molto sulla cucina tradizionale di alcune valli bresciane diventandone un vero cult nella preparazione di varie tipologie di uccelli: i più piccoli dal becco gentile, tordi, allodole, fringuelli e quelli di pezzatura più grossa. Oggi le nuove normative comunitarie hanno molto ristretto il campo alla tradizione tipicamente bresciana di cuocere allo spiedo gli uccelletti di cui è anche vietata la caccia. Va detto che facendo un po’ di storia della golosità culinaria i migliori erano il pettirosso, il fringuello, l’allodola, il codirosso, la peppola, il bottaccio, la quaglia e il merlo; tutte carni particolarmente saporite e tenere. Ora un breve passaggio alla preparazione di un ottimo spiedato. Partiamo dai condimenti: un tempo solo burro oggi qualcuno inserisce anche olio. La brace può essere di carbone o di legna, vite, olivo, rovere, nocciolo e la combustione lenta e
senza fiamma per ottenere braci roventi vicino alle quali sfrigola lo spiedo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

feste

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

4commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

2commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

Lega Pro

Parma, sfida delicata contro il Bassano. Diretta dalle 14.30

E alle 21.30 la partita in differita su Tv Parma

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

2commenti

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

4commenti

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

6commenti

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

bologna

Agente si spara al pronto soccorso, è gravissimo

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

1commento

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery