-5°

Il vino

Côtes de Provence: un tour "estivo" tra i rosè d'autore

Côtes de Provence: un tour "estivo" tra i rosè d'autore
0

La stagione è quella giusta, il caldo assolato di questi giorni invoglia a gustare un freddo calice di rosé da accompagnare a pasti semplici e leggeri. Oggi più di ieri la moda di bere vino è cambiata, quello che un tempo era un vino al femminile per le sue caratteristiche organolettiche, in primis il colore rosa più o meno intenso, e di seguito il bouquet aromatico morbido, suadente, vellutato, poi la freschezza e la semplicità hanno conquistato anche il consumatore più tradizionale. Così scopriamo una terra al di là dei nostri confini che produce grandi rosé. Se diciamo Provenza il nostro pensiero corre subito ai delicati e inconfondibili fiori di lavanda che la rappresentano. E la Provenza è anche una bellissima regione francese ricca di colori, profumi, con una natura incontaminata e rilassante, un mare splendente e una gastronomia di tutto rispetto. Ma la Provenza è anche vino, e soprattutto rosé che con i suoi numeri astronomici (150milioni di bottiglie annue con un target mondiale del 8% e del 38% su base francese) la rende un mercato enoico di assoluto rispetto con una quotazione annua su 100 etichette prodotte nella regione ben 88 sono appunto di rosé.

Tutto ciò ha implicato negli ultimi due decenni un impegno imprenditoriale, lavorativo e commerciale di grande lungimiranza da parte dei viticoltori e di tutto il settore vinicolo annesso. Oggi i risultati raggiunti si possono definire astronomici per il raddoppio della produzione di rosé su una superficie vitata di 27.000 ettari, 170 milioni di bottiglie prodotte annualmente e 28 milioni di affezionati consumatori (9 su 10 lo consumano abitualmente).  Il rosé lo si può definire un vino democratico in quanto lo troviamo sulle eleganti tavole dei pluristellati ristoranti o su quelle modeste di agriturismi e trattorie. In Provenza il rosé con le caratteristiche peculiari di maggiore qualità proviene soprattutto da un territorio particolarmente vocato, la Côtes de Provences che detiene il 75% della produzione provenzale. I suoi rosé sono fruttati, aromatici, intensi, fragranti, con una gradevole acidità, provenienti da vitigni di syrah per il colore, la struttura e un quid di tannicità, il cinsault per la freschezza e la finezza, il grenache per il fruttato e l’eleganza, il tibourin per la complessità e la ricchezza, il mouevèdre che completa il quadro.

Fra le numerose etichette citiamo, sempre della Côtes de Provence, lo Château des Garcinières Cuvée du Prieuré 2011, dal colore rosato brillante, dai sentori delicatamente floreali ed erbacei; al gusto è sostenuto da una bella acidità e dolcezza (B).  Della stessa zona il Clos Cibonne Cuvée Prestige Caroline 2010, dal colore rosa carico e intenso, al naso profumi di erbe officinali e piccoli frutti di bosco. In bocca si dipana dinamico, strutturato, ampio con finale di lunga persistenza (C). Altro grande rosé il Château Peyrassol 2010, dal colore rosato leggiadro, all’olfatto profumi erbacei e fruttati, in bocca è in perfetto equilibrio tra acidità e freschezza (C).
 Chiudiamo con Château Miraval Pink Floyd 2011 un rosé armoniosamente aromatico che chiude complesso e minerale (C).

FASCE DI PREZZO
Legenda: prezzo medio in enoteca                                     
A    fino a    5 €                                               
B   da          5  a  10                                      
C   da         10 a  20                                      
D   da        2035                                      
E   da         3550                                      
F   da         50100                                    
G  oltre i              100 €                                   


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Falsi vigili svuotano una cassaforte

A Marore

Falsi vigili svuotano una cassaforte

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

L'odissea di un giardiniere

«Con il mio Euro2 non posso lavorare»

EMERGENZA

Parma si mobilita

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

14commenti

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

Il racconto

«Quando Roosevelt si insedio al Campidoglio»

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta