Il piatto forte

Anolini: ecco i migliori

Anolini: ecco i migliori
0

Se nel tempo della crisi il cibo è un’isola su cui rifugiarsi, il cibo della crisi è spesso quello delle proposte del supermercato, del paghi uno prendi due,  del sottocosto, del pranzo a dieci euro, dei panini più improbabili, delle insalatone più sbiadite. Ma nel periodo delle feste, nei giorni canonici dei pranzi familiari,  niente di tutto questo: siamo nella valle del cibo, conosciamo artigiani abili e onesti, con qualche attenzione possiamo procuraci materie prime di qualità. 

La tradizione del nostro territorio ci ha insegnato come cucinare semplice e gustoso, solo impiegando un po' di tempo in più, usando un po' di pazienza: sughi, bolliti, arrosti, carni stracotte, brasate, alla cacciatora  si faranno da sole, i risultati saranno garantiti. Poi abbiamo gli anolini, il fausto risultato del lungo percorso della pasta ripiena, giunta dal Medio Evo a questa sintesi felice di storia, memoria, sapore, piacere gastronomico.
 Sono il nostro cibo delle feste che, nel freddo dell’inverno, diviene più che mai caldo e corroborante, buono e materno. Soprattutto materno e, tacciano gli scettici e gli interpreti della psiche, ché gli «anolini della mamma», mai più eguagliati, sono senza dubbio i migliori, quelli per i quali siamo sempre disposti a batterci. A nulla valgono l’autorità delle accademie o dei documenti notarili, le buone ragioni dei gastronomi («devono essere leggeri, il sugo dello stracotto può bastare, il resto è equilibrio e armonia...»): ognuno ha la propria ricetta, con variazioni nella stessa famiglia e decisi cambiamenti scendendo verso il Po, salendo verso l’Appennino. Si cerchi allora di preservare la buona abitudine della preparazione casalinga, ma conosciamo, ahinoi!, la tirannia del tempo, la fretta del mondo in cui viviamo. 
Per molti è necessario acquistarli: sì, ma dove?  Spesso si è rimasti delusi, però a volte s'è trovato un buon indirizzo. E’ con questo spirito che organizziamo l’ormai consueta degustazione prenatalizia di anolini. Li abbiamo comperati in forma anonima e, per motivi logistici, solo presso panetterie e gastronomie della città. Abbiamo scelto dieci indirizzi: i primi tre classificati nelle degustazioni degli ultimi due anni e quelli che le nostre informazioni ci indicavano tra i più affidabili. Chi è rimasto escluso, se vuole partecipare in una prossima occasione, si faccia avanti e sarà preso in considerazione. 
Abbiamo acquistato anolini freschi, a base di stracotto e Parmigiano, con o senza carne nel ripieno. Sabato 15 dicembre, Laura e Corrado Cocchi ci hanno ospitato, con grande cortesia, nel loro ristorante. Gli anolini sono stati resi anonimi e numerati da chi scrive e da Paolo Micheli dell’«Accademia italiana della cucina»: entrambi abbiamo svolto solo funzione «notarile» e non abbiamo partecipato alla valutazione. 
Dopo aver sorteggiato il numero da cui iniziare, gli anolini sono stati cotti separatamente in brodo di cappone e manzo, ogni volta rinnovato, e quindi serviti in tazze da consommé senza aggiunta di Parmigiano grattugiato. Gli anolini sono stati mostrati ai degustatori anche crudi, ma il giudizio ha riguardato solo quelli cotti; si sono utilizzati i voti scolastici da 1 a 10, dove la sufficienza è fissata a 6: per arrivare al punteggio finale si è considerato aspetto, equilibrio delle componenti, loro qualità, pienezza complessiva del sapore.  Il gruppo dei degustatori  era formato da Vitaliana Adorni, cuoca esperta, moglie del campionissimo Vittorio; Gianpaolo Cantoni, gourmet e vero maestro nel raccontare barzellette; Gianfranco Cervellin, dell’Arciconfraternita dell’anolino e direttore del pronto soccorso; Franco Greci, patron del negozio da barbiere dove, una volta l’anno, si celebra il rito della colazione con anolini; Enrico Vaienti, membro dell’Accademia italiana della cucina, dell’Arciconfraternita per la ricerca del culatello supremo e primario dell'ortopedia dell'ospedale di Vaio. 
La degustazione, secondo i commenti finali, ha evidenziato un livello abbastanza uniforme di qualità attestato sulla sufficienza (solo due insufficienti), con qualche difetto riferibile a sapori spiccati di noce moscata, pasta spessa, preminenza del pane sul Parmigiano, sapori forti nello stracotto. I vincitori hanno tutti superato il 7 (buono): al primo posto si conferma La Rocca di Romani (Noi di Parma) con 7,8, seguita da Gastronomia San Leo con 7,5 e da Panetteria Rosetta con 7,1.
Oggi sulla Gazzetta di Parma nell'inserto Gusto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gara a Bologna, "Scrivi un film per Ambra Angiolini"

cinema

Gara a Bologna: "Scrivi un film per Ambra Angiolini" Video

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

feste

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

parma-bassano

Traversa di Ricci, occasione gol con Nocciolini: il Parma inizia in avanti Diretta

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

6commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

3commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

3commenti

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

1commento

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

6commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

4commenti

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

bologna

Agente si spara al pronto soccorso, è gravissimo

dopo il furto

Ritrovato il cancello del campo di concentramento di Dachau

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

1commento

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery