10°

22°

Il piatto forte

Salama sarà lei

Salama sarà lei
Ricevi gratis le news
0

Chichibio

La chiamano «salamina» e il diminutivo è, in questo caso, autentico segno d’affetto. E’ al femminile, unica eccezione nel mondo rigidamente maschile dei salami -e forse qualcosa vorrà pur dire, ché gli usi linguistici non sono mai neutri. E allora, mancando a mia conoscenza uno studio antropo-filologico che esaurisca la nostra curiosità, si potrà forse azzardare che il femminile sia usato per indicare la particolare finezza dell’impasto, il suo essere saporito, piccante, con note speziate; la necessità di cure attente e pazienti, quasi coccole; la speciale perizia richiesta nel farla, nel custodirla, nel cuocerla. 
Tutte cose che rientrano naturalmente, anche se lo schema è un po' abusato, nell’universo femminile, così come a quel mondo si può attribuire la maliziosa sensibilità di inserire la salamina, un tempo era un obbligo, nel menu delle feste nuziali: avrebbe regalato agli sposi un di più d’ardore, una inusitata gioia dei sensi («la mèta in tal sang di spus un poch ad murbin», dicono nel Ferrarese). 
Sniza, nel «Mulino del Po» di Riccardo Bacchelli, cerca di risvegliare l’attenzione di Princivalle facendo ricorso alla salamina e le madri premurose preparavano per i figli soldati, debilitati dal rancio e in licenza dal servizio militare, pranzi abbondanti dove non mancava mai. Infine, uscendo dalla questione di genere, constatiamo che la carne della scottona è migliore di quella del manzo, la gallina del gallo, la tacchinella del tacchino, la fagianella del fagiano e dunque la salamina, ma non solo per regola, è senza dubbio migliore di tutti i possibili salami da cuocere. E’ però curioso notare come appena se ne occupano gli uomini, in questo caso un prete, quello che, in ambito femminile, ha profumo afrodisiaco, è piacere, ricompensa e nutrimento diventa invece punizione, castigo di Dio, in questo caso poco ecumenicamente, riservato agli Ebrei che non possono godere «di sì gustoso e delicato saluberrimo cibo» (don Vincenzo Chendi, «Il vero campagnol ferrarese», 1761). 
Don Vincenzo ha, tuttavia, il merito di codificare la prima ricetta con la presenza, tra gli ingredienti, della lingua e del cuore di maiale, quella ricetta che evolvendosi arriva fino a noi. La nascita della salamina è forse dovuta all’uso dei porcaroli, che l’inverno scendevano dalla Valtellina verso il Ferrarese, di fare un insaccato con una decisa presenza di fegato, oggi ridotta al 3%. Scrive Corrado Barberis («Atlante dei salumi»): «L'impasto della salama, esclusivamente suino, è composto da coppa di collo (53%), pancetta (32%), lardo di gola (10%), fegato (3%), lingua (2%). Si insacca nella vescica di suino, che essendo di spessore uniforme e molto consistente, risulta idonea alla stagionatura». 
L’impasto si arricchisce di sale, pepe (sono facoltativi chiodi di garofano e cannella) e vino rosso di corpo, quale un buon sangiovese o una barbera; le carni sono macinate finemente, la lingua è a tocchetti. 
Quindi la salamina viene legata con lo spago in otto spicchi e messa ad asciugare per qualche giorno in ambiente tiepido e lontano da fonti di calore, poi si stagiona per 8-12 mesi in un luogo fresco ed aerato. Al momento opportuno, la salamina andrà messa a bagno in acqua tiepida per 12 ore e, attenzione: se tende a galleggiare significa che all’interno si sono formate bolle d’aria ed è quasi certo che la carne sia irrancidita. Altrimenti andrà lavata delicatamente, fasciata in un sacchetto di tela, messa a cuocere sospesa ad un cucchiaio di legno, posto trasversalmente sul bordo della pentola, in modo che la salamina non tocchi il fondo nè le pareti: non va forata e va cotta dolcemente per cinque ore o più. Ora la si libera dal sacchetto, si mette su un piatto di portata rotondo, si taglia la parte superiore e con un cucchiaio si estrae la polpa. 
Se tutto è andato bene, il vino che si è seccato durante la stagionatura, rilascerà un sugo profumato che arricchisce la carne e dà vita alla purée che l’accompagna. La salamina è piatto festivo e natalizio e l’uso vuole anche che il sugo sia tenuto a parte per fare, insieme a briciole di carne rimasta, il risotto di Santo Stefano. D’estate, si mangia a fette, fredda, col melone. Lambrusco o sangiovese, e il piacere continua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'Oltretorrente continua a scendere in strada: passeggiata e giochi con i gessetti

QUARTIERI

Passeggiata e giochi con i gessetti nelle strade dell'Oltretorrente Foto

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Spray al peperoncino a scuola. In cinque al pronto soccorso

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

1commento

Tragedia

E' morto il tecnico del Soccorso alpino ferito durante un salvataggio

Davide Tronconi era ricoverato al Maggiore di Parma

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

STAZIONE

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

PARMA

Commemorazione dei defunti: orari e servizi dei cimiteri di Parma dal 21 ottobre al 2 novembre

Apertura straordinaria dei cimiteri dalle 8 alle 17,30

Calcio

Parma, cambia il modulo?

Contro l'Entella il tecnico D'Aversa potrebbe apportare qualche modifica al disegno tattico dei crociati

Smog

Stop ai diesel euro 4 fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

24commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

SISMA

"Luci da terremoto" in Messico Video

Sulla Gazzetta di Parma il geologo parmense Valentino Straser spiega il fenomeno

SCUOLA

Più di 1.100 supplenti in cattedra

BEDONIA

Telecamera a caccia di meteoriti

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Bari

La Finanza ferma un gommone con 1,5 tonnellate di marijuana

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

SPORT

Moto

MotoGp, Marquez leader nelle libere 1 in Australia

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

SOCIETA'

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto