22°

Il piatto forte

Colori, sapori e vitamine che vengono dal mare

0

Di Andrea Grignaffini

Alghe, qualcosa del mondo acquatico-vegetale che ancora nelle nostre cucine italiche creano qualche perplessità. Eppure è un alimento che ha sfamato tante popolazioni specialmente rivierasche fin dalla più remota antichità, partendo dai Celti e i Vichinghi. Oggi si può dire che i maggiori consumatori sono i cinesi, i giapponesi e gli abitanti del nord Europa fino ai canadesi. Anche nell’Italia meridionale alcune varietà sono molto apprezzate e utilizzate in cucina. Le alghe sono vegetali che trovano il loro habitat nel mare, ma anche nei fiumi e nei laghi. E’ un alimento ricco di clorofilla, quasi senza calorie ma con un’abbondante carica vitaminica. La curiosità per questa verdura ha trovato estimatori fra gli chef più creativi anche per offrire a clienti vegetariani e salutisti novità culinarie per i più stravaganti. Così si creano piatti con l’utilizzo di alghe per evidenziarne il sapore, per chiarificare, per filtrare, ma soprattutto per dare texture e retrogusti con sfumature «green» differenti dal solito. Antesignano di queste nuove esperienze, il più grande genio della cucina del nuovo Millennio, il mitico Ferran Adrià che ha svincolato dal loro ambiente naturale, il mare, le alghe fresche assolutamente commestibili e versatili verso la nuova frontiera culinaria.
Ora, dato per scontato che le alghe non rientrano negli ingredienti in uso nelle nostre preparazioni tradizionali si cerca di aggiungerle o, meglio, di dare un tocco in più a preparazioni innovative, sempre però nel solco del piacere gustativo. Si può definire il mare come il più grande orto esistente, perennemente irrigato (ovviamente!) con le sue tantissime varietà di alghe commestibili, (siamo già a oltre quota cinquecento) dai colori variopinti, che vanno dal verde al viola, al rosso; dalle forme più svariate, dai gusti più particolari declinati dal forte al pungente (sempre grandemente pervaso da profumi iodati e marittimi) per finire al «neutro».
Per non citare delle succitate texture le più diverse: gommose, croccanti, morbide… Elementi che ben conoscono e utilizzano soprattutto i popoli asiatici, in primis quelli estremo-orientali, che ne fanno da sempre un uso quotidiano e pertanto esistono affermate industrie di estrazione di alghe per l’utilizzo in gastronomia.
E proprio da queste cucine che sono arrivate fino a noi alimenti a base di alghe dai nomi esotici che ci vengono proposte nei ristoranti etnici: Kombu, Wakame, Nori, Agar, Arame, Dulse…
Tutte ormai alla portata dei più, e intriganti per pranzi in cui il mare sia da sottofondo marcato a piatti di pesce, magari quelli più delicati, così da avere un contrappunto sapido e marittimo nel piatto senza utilizzare il sale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il pane: domani uno speciale di otto pagine

OGGI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Lealtrenotizie

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

dramma

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

I corpi senza vita ritrovati dai figli in camera da letto

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

5commenti

elezioni 2017

Salvini torna a Parma: "Per sostenere la candidatura della Cavandoli"

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

1commento

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

PARMA CALCIO

Faggiano e la B: «Ci proviamo»

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

2commenti

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

8commenti

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

salumi da re

Norcini e salumieri a raduno a Polesine. Sfida al "panino teen-ager"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

roma

Omofobia, Shalpy: "Sputi e insulti per strada: un trauma"

nostre iniziative

«Parma 360»: uno speciale sul festival

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon