21°

Il vino

Tokai del Colombaro: un secolo di profumi

Tokai del Colombaro: un secolo di profumi
0

Andrea Grignaffini

Un vino passito dove non ci aspetteremmo mai di trovarlo. Una sorta di scoop storico che auspichiamo possa essere leva per meditare e riprendere un’antichissima tradizione ormai persa. Siamo a Modena patria di quell’eccellenza italica che tutto il mondo ci invidia: l’Aceto Balsamico Tradizionale. E proprio con questo elixir di lunghissima vita la tradizione ottocentesca di produrre solo ed esclusivamente in annate «magiche» un nettare da meditazione ha un’affinità straordinaria.

Scopriamo tutto ciò dalle parole rutilanti di un guru maximo dell’Aceto Balsamico Tradizionale: Vincenzo Ferrari Amorotti che qualche tempo fa per un puro caso si è trovato in casa una piccola scorta di questo preziosissimo nettare ultracentenario. Una massima semplice ed efficace va detta: dopo cent’anni ci troviamo di fronte a un vino o morto o straordinario.

Il racconto non può passare che dalla seconda ipotesi.  Il Tokai del Colombaro nasce per volontà del suo avo, cavalier avvocato Francesco Aggazzotti, nel 1910, che con spirito creativo ha messo a punto un simile capolavoro, basandosi sulla tradizione, i metodi di appassimento e le tecniche di vinificazione.

Innanzitutto partiamo dal «Catalogo descrittivo delle principali varietà di uve coltivate presso il Cavaliere Avvocato Francesco Aggazzotti del Colombaro» datato 1867. Le uve utilizzate per il suo Tokai fanno parte di quei vitigni in auge in quegli anni: Greca, Aleatico, Malvasia, Ceresina, Squarciafoglia, Passeretta.

Tutte uve idonee alla produzione di vini di lunghissima durata seguendo i canoni di una perspicace lungimiranza e professionalità, quasi come capolavori d’arte. L’uva veniva vendemmiata molto tardi fino a diventare surmatura e per evitare l’attacco di insetti, ogni grappolo veniva avvolto in una garza, dopo la raccolta veniva posto sui graticci fino all’appassimento seguendo l’andamento stagionale e giornaliero (al mattino sui tetti, al di sopra delle nebbie, alla sera al coperto).

Lo scopo era di arrivare a oltre 300 grammi di zucchero per litro. La fermentazione molto lenta durava fino a primavera, fino al momento in cui l’alcol prodotto, unitamente allo zucchero residuo, bloccava in modo naturale la fermentazione.

E ora l’assaggio proprio del Tokai 1910: la bottiglia più performante del lotto che prevede anche un blended 1899 e qualche altra rarità assoluta. Nel calice il colore è giallo intenso che vira all’ambrato o alla buccia di cipolla, la consistenza è cremosa, densa ma non caramellosa, al naso un ventaglio aromatico che spazia dai piccoli fiori di campo appassiti, ai frutti di bosco, al miele, virando su quelli molto vicini al mallo di noce (al «rancio» dei più struggenti Cognac, quelli assoluti).

Ed ecco che le papille gustative ritrovano tutti i sentori aromatici e la bocca reperisce una trama di sapori voluttuosi, cremosi, morbidi, di indicibile piacevolezza con un finale di lunghissima e quasi infinita persistenza.

Entra dolce ma soave, continua progressivo dipanandosi in bocca come un unguento che mostra ancora grip tannico e in più sferzante acidità (quella leggermente amarotica del bergamotto) completamente fusa nel frutto ancora vivido.

Un vino che dopo mezzo secolo in bottiglia e mezzo secolo in botte dimostra che ha ancora un futuro di assaggi luminosi e palpitanti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Emergenza furti spaccata al Centro Cittadella dello Spip

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

3commenti

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

1commento

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

elezioni 2017

Cavandoli, la Lega: "Aspettiamo il suo sì alla candidatura"

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

5commenti

TRAFFICO

Baganzola, accesso alle fiere al rallentatore. Code per chi arriva dall'A1

Formaggio

La grana del grana

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano

Sentenza

Multa ingiusta, Equitalia condannata

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

6commenti

Bedonia

Domani riapre la stagione di pesca

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

19commenti

gazzareporter

Fontanini o.... Corcagnano?

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

Treviso

Il giudice girerà armato: "Lo Stato non c'è, devo difendermi"

2commenti

WEEKEND

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

IL DISCO

Nasce il fenomeno Sex Pistols

SPORT

tv parma

La ricetta di D'Aversa "Dobbiamo metterci più cattiveria" Video

tg parma

Festa tra gli albanesi di Parma nonostante il ko con l'Italia Video

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery