21°

Il piatto forte

Che bontà se la mozzarella viaggia in carrozza

Che bontà se la mozzarella viaggia in carrozza
0

Chichibio

In carrozza» perché, dicono i poeti della cucina, era da poco stata inaugurata la ferrovia voluta da Ferdinando II che da Napoli portava alla Reggia di Portici (7 chilometri). 
Era il 1839 e anche quel bauletto di pane fritto che racchiude la mozzarella sembrava un «cocchio»: così quel modo di dire nobilitava e dava aria di modernità a un piatto povero e antico, nato dal recupero del pane e di una mozzarella dimenticata da qualche giorno -e dunque, secondo tradizione locale, «vecchia» per essere mangiata al naturale. Così ora, chiusa in quel pane divenuto biondo per la frittura, «la mozzarella va in carrozza, come si dice a Napoli» (Mario Stefanile, «Breviario della cucina napoletana»). E si intende che il piatto è tra i più ghiotti della cucina partenopea e si mangia con una gioia che sfiora la voracità se la frittura sarà stata perfetta, come è nelle corde delle massaie napoletane, quelle che, secondo Brillat-Savarin, posseggono l’innata capacità di saper friggere. Ma, si torni all’inizio, e al pane che andrà tagliato nello spessore di circa un centimetro, liberato dalla crosta e nella dimensione di circa 7 centimetri per lato. L’ideale sarebbe il pane cafone (farina poco raffinata, lunga lievitazione con lievito madre, mollica alveolata) sodo e profumato, ma andrà bene anche un pane casereccio o rustico, meglio se di qualche giorno, insomma un pane da recuperare. 
Molti usano il pan carré, più comodo e dalla giusta misura, ma è un pane senza sapore che, una volta bagnato, tende a disfarsi e diventare molle, massimo rischio per la mozzarella in carrozza. Altro ingrediente fondamentale è, ovviamente, la mozzarella, che è solo quella ottenuta con latte di bufala: bianca, soffice, delicata, appena elastica, perlacea, fragrante per il profumo dei pascoli campani. Usatela freschissima, o almeno il più possibile e, dopo averla tagliata a fette, lasciatela scolare in modo che perda parte del suo liquido. Si può usare anche il fiordilatte vaccino, sempre facendolo scolare, ma la mozzarella è altra cosa. Ora, in un piatto capiente, si sbattono uova, pepe, sale, un po' di latte e ci si prepara a montare la carrozza che, secondo tradizione, va fatta in mano. Si inumidisce il pane spruzzandolo con acqua (la farina, poi, aderirà meglio), vi si mettono sopra una o due fette di mozzarella facendo attenzione che non escano dai bordi, si copre con un’altra fetta. Si schiaccia tra le mani la carrozza, si bagnano nell’acqua i bordi e uno per volta, si passano nella farina per ottenere una specie di colla che impedisce alla mozzarella di fuoruscire. Si cosparge tutto il panino con la farina e si toglie l’eccesso, quindi nell’uovo in modo che lo assorba bene e infine nel pan grattato non setacciato e grossolano: qualche briciola più grossa renderà la crosticina irregolare e appena croccante. A Roma, seconda patria della mozzarella in carrozza, aggiungono all’interno un filetto di acciuga salata: è una nota di sapore che non guasta, mentre fortemente sconsigliata è l’aggiunta di prosciutto cotto o mortadella o speck. Ora la carrozza è pronta per essere fritta, atto conclusivo e decisivo per la riuscita del piatto, per cui sarà necessario recuperare quella sopraddetta, innata capacità delle massaie napoletane. Olio bollente, d’oliva delicato o di semi secondo gusto, e friggendo non più di due o tre pezzi per volta per non abbassare la temperatura, in modo che la carrozza formi la crosticina e non si impregni di olio. Bisogna friggere con la «sorpresa» - ancora Brillat-Savarin, «Fisiologia del gusto» - per ottenere «una specie di crosta che involge l’oggetto, impedisce al grasso di imbeverlo e concentra i succhi; questi subiscono in tal modo una cottura interna che conferisce all’alimento tutto il sapore di cui è suscettibile...perché la «sorpresa» avvenga, è necessario che il liquido bollente abbia acquistato un calore tale da rendere la sua azione brusca e istantanea. Scolata al color biondo, passata su ruvida carta paglia, ora la mozzarella va in carrozza nel suo pane morbido, crostigliante ma non duro e, appena filante e soffice, restituisce tutto il sapore del latte e il profumo di pascoli resi intensi dall’oro dell’uovo. Bevete con misura un vino bianco campano non troppo secco o un vino rosato -o un bicchiere d’acqua fresca.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Tenuta del Buonamico: c'è un bel Fortino,speziato ed elegante

IL VINO

Tenuta del Buonamico: c'è un bel Fortino, speziato ed elegante

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

polizia municipale

Incidente tra tre auto a Chiozzola: due feriti

anteprima gazzetta

Arsenale in casa per la banda che voleva rubare la salma di Ferrari

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

6commenti

Personaggi

Francesco Canali: "Il mio messaggio di speranza ai malati di Sla"

Il “maratoneta in carrozzina”, ha scritto un articolo per la Gazzetta, per la “sua” Gazzetta

5commenti

32a giornata

Parma-Maceratese anticipata alle 18.30 (domenica 2 aprile)

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

12commenti

saranno famosi

Langhirano: Ettore, 7 anni e la sua super batteria Video

1commento

politica

Elezioni 2017, un gruppo solo in corsa per il simbolo M5S

Solo gli "Amici di Beppe Grillo" hanno presentato richiesta entro i termini

3commenti

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

corte dei conti

Interviste a pagamento, assolto Villani. Condannati 6 ex consiglieri regionali

2commenti

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

2commenti

sos animali

Bocconi avvelenati: nuovo allarme in via Capelluti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

L'ora della Brexit. Non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

studio

Cucina: i libri di ricette sono pieni di errori sulla temperatura di cottura

manchester

"Ingombri la strada", il ciclista s'infuria e reagisce Video

SPORT

argentina

Pesanti insulti al guardalinee(Video): 4 turni di squalifica a Messi

Il personaggio

Bassi: «Il Parma a Gubbio finalmente ha fatto il Parma»

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

Motori

Il lusso? Oggi veste il made in Italy di Alcantara