11°

Il piatto forte

Quelle bottiglie importanti per un giorno speciale

Quelle bottiglie importanti per un giorno speciale
Ricevi gratis le news
0

L’occasione è di quelle che non possono scappare: il Natale con la sua aura sacra è anche un’occasione conviviale ormai unica in un mondo ormai senza più punti di riferimento tradizionali. Festeggiamola quindi come si deve, con la consapevolezza del gesto e della comunione delle cose, quindi anche dei cibi e dei vini. Un momento che diventa perfetto per stappare bottiglie importanti proprio perché le cose preziose diventano tali nella condivisione. Il vino rosso acquisisce la sua centralità in virtù del menù impostato classicamente su arrosti e bolliti. Che sia perfetto o meno, il Barolo si ritaglia un angolo in un pranzo che è «il pranzo» dell’anno: cerchiamo, quindi, qualche gloriosa bottiglia nella nostra cantina pescando le cose più antiche che aspettavano il loro momento. Pensiamo a qualche 1990, millesimo d’eccezione, in qualche declinazione stilistica tra le più eclatanti. In primis Sandrone con il leggendario Cannubi Boschis ancora perfettamente balsamico con un frutto integro e polposo e un finale lunghissimo leggermente amaricante; poi Sperss il Barolo di Gaja, un tripudio di vegetale financo eccessivo nella sua asciuttezza tannica; poi l’Arborina di Altare già dal colore tanto integro da far pensare che anche diciott’anni di età siano ancora pochi nonostante un ordito tannico moderno: il suo frutto, la sua fioritura appassita nella balsamicità sono un prototipo di eleganza classica. Su questa riga il Bricco Rocche (in magnum) di Ceretto: un esempio fulgido della potenza perfettamente allineata nella finezza: nessuna sbavatura per un nucleo con una polpa e un tannino da meditazione. Si po’ andare anche più indietro, pensiamo al Barolo Brunate di Marcarini 1985, magari non lunghissimo ma di una finezza e di una varietalità da capogiro. O scendendo ancora a due 1979 di due leggende del Barolo tradizionalista: quello finissimo di Giuseppe Rinaldi o quello «violettato» di Bartolo Mascarello. Il Barolo è servito ma che come non dimenticare i Brunello che furono, quelli al di sopra di ogni contestazione: magari un vecchio Biondi Santi con quelle acidità da far tremare i polsi. O la succosità e la vinosità d’antan dei costosissimi Brunello di Soldera, o quelli col profumo di leggenda di Lisini (Prefilossero), non dimenticando quelli maschi e vigorosi di Salvioni.
E poi una chiosa finale con una chicca che ci piace sempre stappare, ancorpiù se vecchia, tanto la bolla è sempre presente: un Barbacarlo di Lino Maga, un mix di 55% di croatina, 20% di uva ughetta, 20% di uva rara e il resto, pochissimo, di barbera: effervescente quanto basta, franco, sincero, vinoso e zergo (per dirla alla Veronelli) e con finale di ammandorlato che ben  sostiene le componenti lipidiche.  E il Natale è servito. An.Gri.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

ALLUVIONE

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

MALTEMPO

Corniglio, staffetta solidale nelle stalle

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS