-5°

Il piatto forte

Quelle bottiglie importanti per un giorno speciale

Quelle bottiglie importanti per un giorno speciale
0

L’occasione è di quelle che non possono scappare: il Natale con la sua aura sacra è anche un’occasione conviviale ormai unica in un mondo ormai senza più punti di riferimento tradizionali. Festeggiamola quindi come si deve, con la consapevolezza del gesto e della comunione delle cose, quindi anche dei cibi e dei vini. Un momento che diventa perfetto per stappare bottiglie importanti proprio perché le cose preziose diventano tali nella condivisione. Il vino rosso acquisisce la sua centralità in virtù del menù impostato classicamente su arrosti e bolliti. Che sia perfetto o meno, il Barolo si ritaglia un angolo in un pranzo che è «il pranzo» dell’anno: cerchiamo, quindi, qualche gloriosa bottiglia nella nostra cantina pescando le cose più antiche che aspettavano il loro momento. Pensiamo a qualche 1990, millesimo d’eccezione, in qualche declinazione stilistica tra le più eclatanti. In primis Sandrone con il leggendario Cannubi Boschis ancora perfettamente balsamico con un frutto integro e polposo e un finale lunghissimo leggermente amaricante; poi Sperss il Barolo di Gaja, un tripudio di vegetale financo eccessivo nella sua asciuttezza tannica; poi l’Arborina di Altare già dal colore tanto integro da far pensare che anche diciott’anni di età siano ancora pochi nonostante un ordito tannico moderno: il suo frutto, la sua fioritura appassita nella balsamicità sono un prototipo di eleganza classica. Su questa riga il Bricco Rocche (in magnum) di Ceretto: un esempio fulgido della potenza perfettamente allineata nella finezza: nessuna sbavatura per un nucleo con una polpa e un tannino da meditazione. Si po’ andare anche più indietro, pensiamo al Barolo Brunate di Marcarini 1985, magari non lunghissimo ma di una finezza e di una varietalità da capogiro. O scendendo ancora a due 1979 di due leggende del Barolo tradizionalista: quello finissimo di Giuseppe Rinaldi o quello «violettato» di Bartolo Mascarello. Il Barolo è servito ma che come non dimenticare i Brunello che furono, quelli al di sopra di ogni contestazione: magari un vecchio Biondi Santi con quelle acidità da far tremare i polsi. O la succosità e la vinosità d’antan dei costosissimi Brunello di Soldera, o quelli col profumo di leggenda di Lisini (Prefilossero), non dimenticando quelli maschi e vigorosi di Salvioni.
E poi una chiosa finale con una chicca che ci piace sempre stappare, ancorpiù se vecchia, tanto la bolla è sempre presente: un Barbacarlo di Lino Maga, un mix di 55% di croatina, 20% di uva ughetta, 20% di uva rara e il resto, pochissimo, di barbera: effervescente quanto basta, franco, sincero, vinoso e zergo (per dirla alla Veronelli) e con finale di ammandorlato che ben  sostiene le componenti lipidiche.  E il Natale è servito. An.Gri.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Ecoincentivi per auto metano o gplmetanogp

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

5commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: a Langhirano il funerale 

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

24commenti

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

10commenti

Sport

Il Parma Calcio avrà la gestione dello stadio Tardini per 8 anni

1commento

Calcio

Presentato Frattali, nuovo portiere del Parma Video

Mercato: Faggiano promette sorprese per la settimana prossima

Parma

Camion in fiamme: problemi in tangenziale nel pomeriggio

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

2commenti

Tg Parma

Polizia Municipale: festa del patrono all'insegna della lotta al degrado Video

1commento

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

4commenti

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

colorno

La messa di don Mazzi per ricordare Filippo

TV PARMA

Primarie del centrosinistra: i candidati scenderanno a tre? Video

1commento

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

18commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

WASHINGTON

Trump ha giurato: è il nuovo presidente

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta