-4°

Il piatto forte

Un panettone per l'estate

Un panettone per l'estate
0

 Andrea Grignaffini

Se non fosse stato per la mente, e per la gola, legittima, di un coraggioso enogastronomo italiano, non staremmo certo nemmeno noi qui a interrogarci, giunti in pieno solleone, su un argomento che alcuni considereranno anacronistico, ignorando tuttavia che lo sconfinamento temporale di cui ci accusano è solo il risultato di una particolare e mirata operazione di marketing, che con la storia effettivamente c’entra, ma non poi così tanto. 
Cosa è accaduto? Semplicemente che ci si è posti l’annosa domanda circa la presunta stagionalità di certi manufatti dell’enogastronomia italiana, soprattutto quando questa stagionalità è dettata da regole convenzionali e socio-culturali così arbitrarie da risultare, per forza di cose, anche opinabili. Il guastatore, l’anticonvenzionale in questione, è incarnato nientemeno che dal gastronauta Davide Paolini che ha intrapreso una personale, caparbia crociata in favore della destagionalizzazione del panettone, manufatto a cui ha dedicato un’attualizzazione così entusiasta che, nel corso di cinque anni, lo ha condotto questo 25 luglio all’Eat’s Food store di Milano. 
Ma partiamo dall’inizio, ovvero dal cristallizzarsi di una tradizione della cui cronaca ringraziamo il sempre puntuale Pietro Verri, da cui l’industria dolciaria ha ricavato, tacitamente, quell’aneddoto che adesso, unendoci a Paolini, andiamo a contestare. Pare, infatti, che già nel  IX Secolo, a  Natale,  il nucleo famigliare fosse solito riunirsi attorno al focolare in attesa del  pater familias che aveva il solenne compito di  spezzare un pane di grandi dimensioni che porgeva, in segno di comunione, a tutti gli astanti. Tuttavia, nel  XV secolo fu ordinato dalle corporazioni ai fornai di Milano di impastare due pani differenti, un pane di miglio per i poveri e un pane bianco riservato ai nobili: una discriminazione alimentare, questa, che si spezzava solo il giorno di Natale, quando aristocratici e plebei potevano consumare lo stesso pane, un dolce di grandi dimensioni dalla smisurata lievitazione che veniva regalato ai clienti più affezionati: era il panettone ante litteram, detto  pan di scior o  pan de ton, realizzato con puro frumento, burro, miele e  zibibbo. 
Oggi, oltre alle versioni più classiche e, appunto, anche giustamente e tradizionalmente natalizie, ovvero a base di cedro e arancia candita e uva passa, Davide Paolini ha chiamato in causa la pasticceria italiana a cui ha chiesto lo sforzo mentale di liberare il tanto amato panettone da questa antica, desueta convenzione, e proiettarlo così nel per sempre di ogni momento dell’anno. Inutile dire che la richiesta ha avuto una fortissima eco e ha raccolto il consenso, quasi commosso, dei proseliti che il panettone, anche nella sua versione più tradizionale e dogmatica, ha saputo raccogliere negli anni.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

3commenti

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

2commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INGV

Le onde sismiche della scossa 5.5 nel Centro Italia Video

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta