Il vino

Drappierè, novità nello champagne Semplice? Chiaretto

Drappierè, novità nello champagne Semplice? Chiaretto
0

 Andrea Grignaffini

CHAMPAGNE DRAPPIERE’ nato un nuovo modo di fare Champagne che vuole evitare l’unico problema (in verità piuttosto raro) di questo leggendario vino: il famoso cerchio ala testa.
Ora Sans Ajout de Soufre (senza aggiunta di solforosa) il problema rimane tale solo se si esagera nella bevuta.. Quella che per molti era un’impresa impossibile è stata realizzata dalla maison Drappier. Siamo nei pressi di Colombay-les-deux-Eglises, nel centro di Urville, paese dell’Aube, dipartimento scarsamente considerato dagli specialisti dello champagne. Qui risiede la famiglia Drappier dalla nascita del capostipite Remy nel 1604. Bisogna aspettare però il 1808 per vedere un discendente, Louis Drappier, installarsi a Urville e dedicarsi alla viticoltura con l’acquisto di alcuni vigneti, ora arrivati a quota 40 ettari. 
Negli anni Trenta del secolo scorso un radicale cambiamento avviene con il nonno materno dell’attuale erede Michel, Geoges Collot che decide di mettere a dimora vigne di Pinot Noir, meritandosi così l’appellativo di «Père Pinot» in modo dispregiativo per una scelta che appariva assolutamente sbagliata. 
Oggi la parte vitata a pinot nero rappresenta il 70% del totale. Non meno importante sono le cantine pluricentenarie risalenti al XII secolo, scavate dai monaci cistercensi che permettono ai loro vini un affinamento ineguagliabile. Tornando allo champagne senza solforosa, il Brut Nature André & Michel Sans Ajout de Soufre Drappier, è una cuvée di pinot noir in purezza prima spremitura, senza dosaggio. Nel bicchiere brilla vivace d’oro carico tendente al ramato. Un vino originale, ampio, naturale. L’olfatto si snoda in una trama ricca di profumi di uva nera, agrumi e piccoli frutti di bosco. La bocca è ampia con richiami fruttati e note speziate nel lungo finale (D).

CHIARETTO La riviera bresciana del Garda ci regala uno degli scorci panoramici più belli d’Italia e una terra vocata ai più grandi rosé del bacino del Mediterraneo. Ed è proprio a Moniga del Garda che già nell’Ottocento il senatore veneziano Pompeo Molmenti, con possedimenti di casa e vigne in loco, inventò il Chiaretto. 
Un vino rosato, beverino, fresco, semplice, dai profumi varietali di ciliegia in primis e frutti di bosco, con un sorso fragrante e piacevole. Un vino da bere in questa stagione in abbinamento a preparazioni culinarie leggere, semplici e appetitose. Alla presentazione dell’anteprima dell’annata 2012 del Chiaretto è stato posto in primo piamo l’andamento di crescita costante nel tempo come lo dimostrano i 5 milioni di bottiglie di cinque anni fa passati ai 10 milioni abbondanti di oggi, della  denominazione Doc d’origine italiana che sta ottenendo un grande successo. 
Tutto ciò nonostante le condizioni climatiche in parte difficili del 2012: caldo estivo incessante che faceva ipotizzare una vendemmia in calo rispetto agli altri anni mentre i mesi di settembre e ottobre hanno permesso una raccolta di uve sane e a maturazione ottimale in linea con la media annuale. Così i vini Chiaretto 2012 si presentano con sentori fruttati di ciliegia matura e frutti di bosco tipici del vitigno e note di spezie orientali.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Una patente

Una patente di guida

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

anteprima gazzetta

Il caso di via D'Azeglio: "Il supermercato non deve chiudere" Video

Allarme povertà, la comunità di Sant'Egidio raddoppia il pranzo di Natale

terremoto

Trema l'Appennino reggiano: scossa 4.0 Video

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

tg parma

Abusi ripetuti su due bimbe, pedofilo condannato a 6 anni Video

Violenze nei confronti della cuginetta e di una nipote

1commento

roccabianca

Tamponamento e frontale sul ponte Verdi: due feriti, uno è grave Video

lega pro

Il Parma non si ferma: è già al lavoro per il Teramo Video

politica

Bilancio del Comune, Alfieri attacca: "Cittadini spremuti?"

"Ci hanno detto che eravamo pieni di debiti, tasse e tariffe dovevano essere al massimo. Ora compare un tesoretto di 138 milioni di euro?"

1commento

la storia

Don Stefano, un prete con l'armatura da football americano Video

San Secondo

Addio a Gardelli, giocò nella Juve e nella Lazio

vigili del fuoco

Garage in fiamme a Sissa

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

2commenti

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

GUSTO

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Rugby

La partita delle Zebre anticipata alle 15

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili
per guidare nella nebbia

1commento

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti