-4°

La ricetta

“Spaghetti cacio e pepe”, sembra facile...

“Spaghetti cacio e pepe”, sembra facile...
0

Si fa presto a dire “spaghetti cacio e pepe”, poi farli è altra cosa. E’ una pasta così semplice che gli ingredienti sono solo i tre del titolo, vale a dire spaghetti, cacio (pecorino romano) e pepe - ma ormai sappiamo che la semplicità è in realtà complessità risolta e che anche se nessuno pensa che una buccia di banana possa far ruzzolare per terra, il detto che l’afferma è uno dei più veri e saggi che ci sia. Non c’è, infatti, chi non abbia provato a farla questa pasta così ghiotta e non si sia ritrovato con un grumo di pasta-formaggio difficile da districare, con le due componenti staccate o con acquetta nel piatto.
Se ci si guarda in giro, si vede che c’è chi allarga la lista degli ingredienti ad olio o panna, al nostro Parmigiano-Reggiano (da me sempre adorato, ma qui no), chi si cimenta in difficili cotture risottate. Niente di tutto questo: non mi piacciono gli ortodossi e i diktat tra i fornelli, ma qui seguiamo la semplicità di un classico della cucina romana e al massimo discutiamo, e poi facciamo come ci pare, su spaghetti o bucatini e, se vogliamo essere disinvolti, aggiungiamo nel piatto, alla fine quando tutto è fatto, due o tre rinfrescanti fave novelle (quelle piccole e dolci), ma nulla più e mai panna o olio.
C’è una versione che si vuole più antica che dice di cuocere la pasta, condirla con pecorino romano grattugiato, pepe nero e basta – e anche questa ha il suo rustico fascino. Noi si cerchi la versione con la salsa di pecorino e tra le possibili soluzioni si provi a prepararla facendo molta attenzione. Un etto di spaghetti e circa un 70g di pecorino romano stagionato (regolatevi poi voi: la quantità è indicativa); mentre cuoce la pasta, mettete in una padella ampia il pecorino, del pepe nero strong e macinato grosso (ideale è rompere i grani grossolanamente con un batticarne) e un bicchierino di acqua fredda; si scolano gli spaghetti, si versano nella padella, si allargano su tutta la superficie e si mescola per bene, quindi si accende il fuoco, si aggiunge un mescolo d’acqua di cottura, si continua a mescolare, finché la salsa non si è formata. Si spegne, si serve subito con aggiunta di pepe e una spolverata di pecorino. Ch.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

7commenti

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

sisma e gelo

Catastrofe nel Centro Italia: Parma in prima linea nei soccorsi Video

Il Soccorso Alpino di Parma opera sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

4commenti

terzo furto

Ladri e vandali in azione a "La Bula" che chiede aiuto Video

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

6commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

4commenti

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TRAGEDIA

Le immagini terribili dell'hotel Rigopiano Gallery

INGV

Le onde sismiche della scossa 5.5 nel Centro Italia Video

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta