19°

NOSTRE INIZIATIVE

La Food Valley? Da sabato avrà guide esperte

«Parma, i Musei del Cibo Tra storia e territorio»

La Food Valley? Da sabato avrà guide esperte
1

Sono sette, come i cavalieri della Tavola Rotonda, ma qui la tavola è imbandita dai grandi prodotti tipici del Parmense. I sette volumi della collana «Parma, i Musei del Cibo. Tra storia e territorio», pubblicata da Grafiche Step editrice, che sarà in edicola con Gazzetta di Parma da sabato 5 settembre, racconta i fiori all’occhiello dell’enogastronomia locale, frutto di tradizioni secolari e di un territorio generoso: Prosciutto, Salame di Felino, vino, pomodoro, pasta, Parmigiano Reggiano e olio extravergine d’oliva. Curati da Giancarlo Gonizzi, coordinatore dell’associazione Musei del Cibo della provincia di Parma (www.museidelcibo.it), e scritti dalla giornalista Mariagrazia Villa, i volumi costituiscono un prezioso viatico agli itinerari museali, da leggere e gustare prima della visita.

Maurizio Ceci
Presidente Musei del Cibo della provincia di Parma
«La ricchezza di Parma, Food Valley italiana, merita di essere conosciuta, oltre che sulla tavola, anche dal punto di vista storico, culturale e turistico. Da questo pensiero, è maturata a fine anni Novanta, l’idea di progettare e realizzare una rete di Musei del Cibo, per raccontare le eccellenze locali, e oggi nasce questa collana di volumi, che mette in luce il rapporto dei Musei con la tradizione, la storia e il territorio, diventando un importante strumento di comunicazione, promozione e divulgazione. Nel 2014, il circuito dei sei Musei del Cibo, situati a Soragna, Langhirano, Felino, Collecchio e Sala Baganza, ha avuto un’affluenza di oltre 21.000 visitatori, rispetto ai 14.000 del 2013. Nei primi sei mesi di quest’anno il numero dei visitatori ha avuto un ulteriore incremento del 10%, certamente favorito dalla presenza dell’Expo di Milano. Una crescita dovuta anche all’offerta notevolmente arricchita, grazie all’esperienza degli operatori e alle collaborazioni con l’imprenditoria privata, che si confermano realtà concreta e vero motore dei musei: Rodolfi Mansueto ha sostenuto l’allestimento della sala didattica al Museo del Pomodoro, le Terme di Salsomaggiore hanno contribuito all’ampliamento della sezione dedicata al sale nel Museo del Prosciutto e il Consorzio del Parmigiano Reggiano ha collaborato al rinnovo di una sala del Museo di Soragna. Prosegue anche il fondamentale impegno di Barilla e di Storci alla promozione e all’attività del Museo della Pasta».

Albino Ivardi Ganapini
Vicepresidente Musei del Cibo della provincia di Parma
«Il nostro obiettivo, per il futuro, è quello di ampliare l’offerta di ogni museo, rendendoli fruibili e interessanti a diverse tipologie di visitatori. Oltre alla pubblicazione di queste Guide dei Musei del Cibo, proseguirà la collaborazione con il Master Comet – Cultura, organizzazione e marketing dell’enogastronomia territoriale - dell’Università di Parma con il quale proponiamo un ciclo di Laboratori polisensoriali itineranti, che ogni volta vedono protagonista un museo diverso e offrono esperienze di degustazione che permettono talvolta ai partecipanti di avvicinarsi anche al mondo della sommellerie. Sono, inoltre, allo studio l’ampliamento del Museo del Prosciutto (il più visitato del circuito), che potrebbe raddoppiare la superficie espositiva e dotarsi di una attrezzata sala didattica, il completamento della sala degustazione presso il Museo del Vino di Sala Baganza e il completamento del punto vendita dei prodotti tipici alla Corte di Giarola. È allo studio anche l’ampliamento dell’offerta museale nella zona della Bassa».

Giancarlo Gonizzi
Coordinatore Musei del Cibo della provincia di Parma
«Il progetto editoriale delle guide per i sei Musei del Cibo e per il MuseoAgorà d’Arte Olearia, reso possibile dalla collaborazione di Grafiche Step editrice e Gazzetta di Parma, si colloca coerentemente nell’anno di Expo, in cui il tema dell’alimentazione è al centro dell’attenzione generale. La scelta, poi, di dedicare un capitolo di ogni volume alla storia e alla cultura di ogni singolo prodotto e alla valorizzazione turistica del territorio fanno di queste guide un tassello importante del sistema di comunicazione di una terra che, nel cibo di qualità, trova la propria forte identità».

Graziano Tonelli
Direttore Archivio di Stato di Parma
«Alcuni preziosi documenti, che fanno parte dello straordinario patrimonio archivistico dell’Istituto, sono stati inseriti nei volumi di questa nuova e interessante collana editoriale. Si tratta di importanti documenti che hanno permesso di ricostruire tasselli di storia mancante e, in molti casi, di comprendere meglio alcuni aspetti legati alla produzione o alla commercializzazione delle eccellenze enogastronomiche del nostro territorio nelle epoche passate. Altri documenti, da noi posseduti e legati all’agroalimentare e alla civiltà contadina, sono stati esposti nel 2014 nella mostra su Giuseppe Verdi, appassionato agricoltore e cultore dei prodotti della sua terra. Proprio in quest’occasione, l’Archivio di Stato di Parma è stato premiato dalla Coldiretti Giovani Impresa Emilia-Romagna con l’Oscar Green».

I sette protagonisti -  I musei  da gustare,  dalla collina  alla pianura

Non sono le classiche guide che si acquistano una volta entrati al museo. Perché i volumi di «Parma, i Musei del cibo», in edicola con Gazzetta di Parma da sabato, vedono più lontano del semplice percorso museale. Tengono fede al sottotitolo della collana editoriale: «Tra storia e territorio». Raccontano, infatti, anche le origini e le caratteristiche del prodotto, l’architettura del museo e il luogo in cui si trova. Il tutto per lanciare i sette gioielli espositivi dell’enogastronomia parmense.

MUSEO DEL PROSCIUTTO
C/o Ex Foro Boario
Via Bocchialini, 7 - Langhirano (PR)
Otto sezioni per presentare il territorio provinciale e le sue caratteristiche, le razze suine destinate ai salumi dall’antichità a oggi, il sale e la conservazione degli alimenti quale premessa dell’attività salumiera, la norcineria tradizionale, il Prosciutto e gli altri salumi parmigiani nella storia, il loro impiego gastronomico, l’evoluzione delle tecniche e degli spazi nella lavorazione del Prosciutto, la produzione agroalimentare e i prodotti DOP.

MUSEO DEL SALAME
C/o Castello di Felino
Strada al Castello, 1 - Felino (PR)
Sono sei le sezioni dell’itinerario espositivo: si parte dalle testimonianze storiche sul celebre insaccato, si passa alla gastronomia del salame e alla sua presenza nell’arte figurativa, s’incontrano documenti e oggetti propri della norcineria e della produzione casalinga, poi si approfondiscono la tecnologia produttiva e la commercializzazione del prodotto, per terminare con le curiosità, gli aneddoti e i documenti storici.

MUSEO DEL VINO
C/o Rocca Sanvitale
Piazza Gramsci, 1 - Sala Baganza (PR)
Itinerario in sei tappe per condurre i visitatori a scoprire l’affascinante storia della vite e del vino nell’antichità, la viticoltura nella provincia di Parma (soprattutto nella zona collinare) e la vinificazione, dal rito della vendemmia all’imbottigliamento, ma anche il mito, il simbolo e l’esperienza dell’uva e del vino nella cultura e nell’arte, l’ambiente della cantina e, infine, gli uomini, i vitigni e i vini del Parmense.

MUSEO DEL POMODORO
C/o Corte di Giarola
Strada Giarola, 11 - Collecchio (Parma)
Articolato in sette sezioni differenti, racconta il pomodoro, dalle caratteristiche botaniche alla sua storia, all’impiego gastronomico, l’industria della conserva e quella meccanica nel Parmense, i mestieri in fabbrica, dalle sceglitrici al caldaista, al chimico, la comunicazione del prodotto, dal packaging all’advertising, e il rapporto della rossa bacca di origine amerinda con il mondo della cultura e della gastronomia.

MUSEO DELLA PASTA
C/o Corte di Giarola
Strada Giarola, 11 - Collecchio (Parma)
Si snoda in sei sezioni tematiche: parte dal grano e dai cereali, approfondisce il processo della macinazione, si sofferma sul pane e i prodotti da forno, ottenuti dalla farina di grano tenero, quindi illustra il mondo della pasta, ricavata da un impasto di acqua e semola di grano duro, racconta la sua produzione industriale e, infine, le sfaccettate relazioni che il prodotto intrattiene con la cultura e la gastronomia, soprattutto italiana.

MUSEO DEL PARMIGIANO REGGIANO
C/o Corte Castellazzi
Via Volta, 5 - Soragna (PR)
Suddiviso in otto sezioni tematiche, parte da una descrizione della sede espositiva, il caseificio Meli Lupi, (in sé museo di se stesso), racconta il processo produttivo del Re dei Formaggi, dall’arrivo del latte al caseificio alla stagionatura delle forme, approfondisce la storia plurisecolare del prodotto, e ne ripercorre gli aspetti culturali e gastronomici, senza dimenticare la sua commercializzazione.

MUSEOAGORÀ D’ARTE OLEARIA
C/o Podere Fieniletto
Via Ferrari, 3 - San Secondo P.se (PR)
Situato in un parco naturale di diverse cultivar italiane di olivo, in cui si trova anche una maestosa Agorà, è caratterizzato da tre ambienti: lo Spazio Anita, dedicato alla storia dell’olio e ai sistemi di produzione più antichi di tipo meccanico, lo Spazio Americo, che presenta gli strumenti di produzione idraulici, e l’Angolo di Lettura, immerso nel verde, per soffermarsi ad ammirare un frantoio in pietra a due macelli.S.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • RENZ

    30 Agosto @ 19.13

    R E N Z

    A PARMA, se mettiamo il prosciutto e il culatello nel MUSEO, e per mangiare un panino bisogna andare nelle numerose KEBABBERIE aperte... allora non abbiamo capito un kaiser.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

L'attore posta video dopo l'infarto: "Pericolo passato"

salvato

Lopez, il video dopo l'infarto: "La paura? Tutto passato"

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

Lavoro

Agricoltori contro l'abolizione dei voucher

Intervista

Uto Ughi: «Un buon violino è come una Ferrari»

Personaggi

Francesco Canali, messaggio di speranza ai malati di Sla

Lutto

Addio a Carlo Carli, pioniere del marketing

Fontanellato

L'ultimo saluto a Fernando Virgili, decano dei geometri

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Comune

Parma, sconto sull'Imu per chi affitta a canone concordato

1commento

carabinieri

Sushi senza "targa", sequestrati 55 chili di prodotti alimentari

Nas e Polizia municipale multano ristorante giapponese

5commenti

sicurezza

Via della Salute a Parma: sorvegliano i residenti

piazzale della pace

Fermato mentre scappa con una boutique (falsa) nello zaino: espulso dall'Italia

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

13commenti

Parma

Spacciatore arrestato dai carabinieri dopo sei anni di "lavoro"

Accertate almeno 750 cessioni di eroina dal 2011: in cella 36enne tunisino

10commenti

crisi

Copador: sciopero di due ore in vista dell'assemblea soci Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

2commenti

EDITORIALE

Europa, la dura realtà dopo le celebrazioni

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Economia

Stretta sui "compro oro". Ecco cosa cambia Video

Rimini

Cadavere nel trolley: non è la cinese scomparsa in crociera. La vittima è morta di stenti

SOCIETA'

western

Addio ad Alessandroni, il "fischio" più famoso del cinema Video

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

SPORT

SPECIALE F1

Buona la prima: la Ferrari di Vettel è davanti a tutti

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017