19°

33°

Il caso

Multe mai arrivate. Ma da pagare (il doppio)

Multe mai arrivate. Ma da pagare (il doppio)
Ricevi gratis le news
10

Multe non pagate, perché mai arrivate. Ma ora da saldare per più del doppio dell'importo iniziale. Un caso che ha fatto esplodere la protesta di una quarantina di cittadini andati a chiedere lumi al comando della polizia municipale in via del Taglio.

Michele Ceparano

Multe non pagate perché mai arrivate. Ma ora da saldare ugualmente per una cifra più che raddoppiata. Giovedì scorso al comando della polizia municipale in via del Taglio c'erano in coda una quarantina di cittadini piuttosto arrabbiati dopo aver ricevuto, il giorno prima, una notifica di pagamento piuttosto salata.

Una mattinata agitata in cui i cittadini hanno chiesto lumi su quello che pare sia stato causato da un disservizio postale. La prima notifica infatti a loro non sarebbe mai arrivata. La seconda, però, sì come racconta uno dei quaranta che l'hanno ricevuta in una mail indirizzata al comandante della polizia municipale Gaetano Noè e, per conoscenza, anche alla Gazzetta di Parma. Il tutto nell'attesa che gli uffici della polizia municipale producano i documenti in originale (tempo promesso ai cittadini: dieci giorni) e risolvano il «giallo».

«Ho ricevuto in data 27 luglio una lettera semplice - spiega l'uomo - peraltro datata 13 luglio a firma Parma Gestione Entrare Spa che aveva per oggetto “avviso di mancato pagamento di somme dovute a titolo di sanzioni amministrative”. Nella lettera viene indicato il verbale del 31/10/2015 che sarebbe stato “regolarmente notificato”». L'automobilista parmigiano si ricorda l'infrazione che gli viene contestata per aver transitato nella corsia per gli autobus del tratto finale di via Montebello, punto controllato dalle telecamere e salito alla ribalta della cronaca agli inizi di giugno quando il giudice di Pace aveva annullato ben undici multe prese in 40 giorni dalla stessa persona. «Sulla multa non discuto» sgombra il campo. Quello che discute, però, e molto, è di dover pagare, al posto di 74,20 euro, la cifra più che raddoppiata di 180,50. «Non avendo avuto, in realtà, nessun tipo di comunicazione, né notifica, né avendo io cambiato indirizzo - continua -, mia moglie giovedì (giorno successivo alla notifica, ndr) si reca al comando dei vigili per avere informazioni. Arrivata là, trova oltre quaranta persone in fila, tutte con lo stesso "problema", vale a dire accertamenti di violazioni effettuati con sistema elettronico di rilevazione, pertanto non immediatamente contestati, che non sono mai stati notificati, contrariamente a quanto riportato nella comunicazione di Parma Gestione Entrate». L'addetto, spiega l'uomo, piuttosto in difficoltà, fa riferimento a non meglio precisati disservizi postali e «invita mia moglie a tornare con una mia delega per avere copia degli atti».

Il giorno successivo, e cioè venerdì, la donna torna, «questa volta con la delega, e presenta una richiesta di accesso ad atti, provvedimenti e documenti amministrativi; le viene consegnata solo la copia dell'accertamento di violazione in oggetto, ripeto mai notificato, e la copia dei bollettini per il pagamento».

In quel momento apprende anche che la sanzione «era stata accertata il 31 ottobre del 2015, ossia quasi nove mesi fa, e che l'importo pagabile entro 5 giorni sarebbe stato di euro 74,20; peccato che l'importo richiesto ora da Parma Gestione Entrate sia di euro 180,50». Alla moglie viene spiegato che «la prima notifica del 18 dicembre 2015 sarebbe ritornata come "destinatario sconosciuto" e che quindi l'atto era stato depositato in Comune».

Il cittadino aggiunge: «L'errore singolo ci può stare, ma quando i numeri sono di questo tipo è evidente che qualcosa non ha funzionato». Ricorda inoltre che «la notifica, in caso di violazioni non immediatamente contestate, va fatta entro novanta giorni, pena la nullità della sanzione». Comunque, la vicenda non finirà certo qui. «Se non avrò risposte in merito, mi rivolgerò al Prefetto» conclude l'uomo. E, probabilmente, non sarà il solo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    31 Luglio @ 21.46

    Federicot è ancora peggio, non è che le poste fanno finta di non consegnarle ma in tantissimi casi la multa viene fatta risultare consegnata e questo è un grosso problema perchè non solo tu non hai la multa in mano da pagare ma anche volendo non sai come recuperare la multa dato che non sai nulla. Questa cosa l'ho scoperta vedendo la notifica della notifica di una multa dove era scritto che la multa era stata ritirata da un parente, peccato che non si sa quale parente sia, non si sa quale multa sia, non si sa nulla e tu non puoi sapere nulla. Ancora peggio va a chi non riceve la notifica della notifica perchè non sapendo niente si ritroverà una multa maggiorata dopo diversi mesi. Sarebbe interessante sapere se i postini devono chiedere un documento di chi firma e come mai ci sono così tanti casi.... soprattutto se in alcune abitazioni c'è sempre qualcuno in casa che può aprire, firmare e ritirare...

    Rispondi

  • federicot

    31 Luglio @ 16.33

    federicot

    le multe sono state spedite. Il problema è che le poste fanno finta di "non consegnarle". E il sistema della raccomandata non garantisce in ogni caso il mittente, una volta le notificavano direttamente i vigili, il sabato mattina.

    Rispondi

  • Francesco

    31 Luglio @ 14.26

    brundofrancesco@libero.it

    I casi sono due : o non hanno spedito le multe o spedite non sono state recapitate. Ora datevi una risposta. Ci ricorderemo di questi personaggi

    Rispondi

  • Vercingetorige

    31 Luglio @ 10.48

    Se non c' è prova dell' avvenuta notifica , il Giudice di Pace le annullerà

    Rispondi

    • Francesco

      31 Luglio @ 12.50

      brundofrancesco@libero.it

      Ma non si può andare tutte le volte da Giudice di Pace per queste cose, dobbiamo perdere ulteriore tempo per far valere la verità, basta difendere queste istituzioni atte a "metterti sotto" utilazzando la legalità pecuniaria, facciamola finita, chi sbaglia paga

      Rispondi

  • Filippo

    31 Luglio @ 10.46

    filippo.cabassa.1970@gmail.com

    Qui bisogna guardare dove sta l'inghippo. Le multe sono state inviate per raccomandata? Perché con la lentezza del servizio postale odierno siamo tornati indietro di cento anni. Speriamo che la nostra Polizia Municipale, sempre al servizio del cittadino e con l'efficienza che le è tipica, possa risolvere la cosa in poco tempo. Ma mi balla un occhio (anzi tutti e due)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Il "volo" di Tom Cruise per Mission Impossible 6

HOLLYWOOD

Tom Cruise si è rotto una caviglia sul set di "Mission Impossible 6" Video

Laura Freddi a 45 anni sarà mamma

gossip

Laura Freddi sarà mamma: è al quarto mese

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e giocali subito

GIOCHI ESTIVI

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e gioca subito

Lealtrenotizie

La disperazione degli amici di Diawara: «Non siamo riusciti a salvarlo»

Tragedia

La disperazione degli amici di Diawara: «Non siamo riusciti a salvarlo»

1commento

tg parma

Charlie Alfa, 27 anni fa la tragedia: il racconto e le immagini dell'epoca Video

DELITTO DI NATALE

Suicidio di Turco, si indaga per omicidio colposo

1commento

BUSSETO

Auto fuori strada a Roncole: paura per una bimba di 4 mesi

La piccola non è grave

CONCORSO

Miss Italia, Bedonia incorona Asia. Secondo posto per Miss Parma Foto

Eletta la quinta delle 11 ragazze che andranno alle prefinali di Jesolo

CALCIO

Parma, domani amichevole con l'Empoli: Gagliolo, Dezi e Insigne osservati speciali Video

Il TgParma fa il punto sulla preparazione della squadra

SALSO

In nove giorni due visite dei ladri

NOCETO

Incendio vicino ai binari: vigili del fuoco al lavoro fino alle 5 di questa mattina

Disagi sulla ferrovia Fidenza-Fornovo. Le foto dei nostri lettori

Medesano

Cade dalla finestra e resta sospesa nel vuoto: paura per una donna a Ramiola

Sul posto il 118 e i vigili del fuoco

PARMA

L'«altro» Ferragosto all'insegna della solidarietà

chiesa

Parroci, si cambia. Dalla città alla montagna: le nomine del vescovo

Il saluto degli "storici" don Mora e don Fontana. Novità anche per Marano, Langhirano, Corniglio

3commenti

Traversetolo

Croce azzurra, volontari cercansi

STAZIONE

Parcheggi «kiss and go»: dopo 15 minuti a Parma scatta il pedaggio Foto

2commenti

Lutto

Addio a Giovanni Mori, il medico filosofo

Appello

«Parma aiuti la Sierra Leone»

temperature

Torna l'allerta caldo: verso un giovedì e un venerdì a oltre 35°

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

MIGRANTI

L'Austria invia i militari al Brennero, ira dell'Italia

1commento

SPORT

Tg Parma

Parma, Caputo vuole un club ambizioso. Evacuo e Giorgino ai saluti Video

Gossip Sportivo

Diletta Leotta, anche il compleanno è social

SOCIETA'

CANADA

Perde l’anello nell’orto: lo ritrova 13 anni dopo... intorno a una carota

NELLA NOTTE

Fiamme sulla Torre del Mangia: paura a Siena Video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti