11°

22°

Borgotaro

Cinque pecore sbranate in Valtaro

Cinque pecore sbranate  in Valtaro
Ricevi gratis le news
38

Cinque pecore sbranate quasi certamente da uno o più lupi a Trapogna di Borgotaro. Leggi i particolari e i commenti allarmati degli abitanti.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giorgio mezzatesta

    16 Settembre @ 11.17

    DA SAPERE !!!!!! L'ISTITUTO ZOOPROFILATTICO DI TORINO HA PRESENTATO I RISULTATI DI UNO STUDIO AL CONGRESSO NAZIONALE SULL'ALLEVAMENTO OVI-CAPRINO CHE SI TIENE A CUNEO. Nessun caso di Rabbia nei lupi.I branchi di cani selvatici sono spesso responsabili degli attacchi alle greggi.La conferma viene dalle analisi sul DNA. Emerge così che circa la metà dei campioni di feci e saliva ritrovati sugli animali aggrediti non erano di lupo, ma di CANE. E' bene sapere queste cose per non parlare a vanvera.

    Rispondi

  • Stefano

    15 Settembre @ 21.19

    reinard.alfa@gmail.com

    Credo che non commenterò più articoli che riguardano la fauna locale. I commentatori abituali sono estremisti non abituati al confronto e non rispondono MAI a dati certi e testimonianze dirette. Siccome parlare con gente che non ascolta nessuno e si crede detentrice della Verità è inutile passo la palla ai vari dottori e avvocati che sanno tutto di tutto e di tutti e che non si degnano mai di rispondere se non in politichese, cioè senza dire nulla di concreto. Vi dò ragione, i lupi non esistono, non sono mai esistiti, quando esistevano non hanno mai osato attaccare voi umani guerrieri superiori, vedendovi si spaventavano. E' triste vedere gente che non ha mai passato una notte in un bosco commentare dicendo che i lupi servono.

    Rispondi

    • jumbler

      16 Settembre @ 13.46

      L'ultimo attacco documentato di un lupo ad un uomo in Italia risale al 1878. Inoltre una gran parte degli attacchi all’uomo sono da attribuirsi ad animali affetti da rabbia e la maggior parte vittime aggredite in passato spesso erano bambini lasciati da soli a sorvegliare gli animali al pascolo, una pratica diffusa in Italia fino a fine 1800. Un branco di lupi è composto mediamente da 6/7 membri e necessita di un territorio che varia dai 100 km2 fino a 1.000 e più e il territorio viene strenuamente difeso dalle intrusioni di altri branchi e individui solitari. Questi sono dati certi ed è triste vedere che chi si vanta di conoscere bene il territorio, non conosca affatto le creature che lo abitano ed il suo ecosistema. Limitarsi a pernottare nel bosco, senza avere coscienza di ciò che in quel momento ti circonda non è una cosa molto saggia.

      Rispondi

  • atipofachiro

    15 Settembre @ 08.03

    Stefano mi offro volontario, passiamo una serata insieme in un bosco a tua scelta e vediamo quanti lupi incontriamo. Io in 20 anni ne ho incontrato uno e invece di mangiarmi è scappato come un razzo. Forse sarebbe meglio che invece di passare il tempo ad ascoltare le chiacchiere da bar cerchiate di fare qualche passeggiata sulle nostre montagne. A proposito l'8 Ottobre a Casarola i tecnici del Parco dei Cento laghi organizzano un'escursione per fare wolf -howling. Venite numerosi e capirete che avete le idee molto confuse.

    Rispondi

    • Stefano

      15 Settembre @ 12.59

      reinard.alfa@gmail.com

      Ho 51 anni e conosco TUTTO il nostro appennino, dall'età di 8 anni in poi ho iniziato a girarlo tutto, compreso i posti dove gli abbraccia-alberi non sono mai stati. Non so quantificare le migliaia di km in zone impervie che ho perlustrato, ma le assicuro che i lupi li ho visti sin da bambino. E comunque il mio discorso era che ormai sono troppi e tra non molto tempo inizieranno a mangiare persone come facevano un tempo. Non mi fanno paura, sono solo realista.

      Rispondi

      • atipofachiro

        15 Settembre @ 16.54

        Ma ti rendi conto di cosa stai dicendo, lupi che mangiano le persone ma dove hai mai sentito una cosa del genere? ma voi cacciatori siete troppo suggestionabili. Ma neanche in Alaska succedono certe cose. Secondo me sarebbe meglio informarsi meglio prima di sostenere tesi assurde. Comunque tra Lesignano e Traversetolo di caprioli e cinghiali ce ne sono tanti te lo assicuro.

        Rispondi

  • Stefano

    14 Settembre @ 18.30

    reinard.alfa@gmail.com

    Non ho voglia di cercarlo ma si trova in rete, un comunicato ufficiale del regno d'Italia dove si impone lo sterminio dei lupi perchè causa di decine di morti umane in tutto il nord. Sono specificate le morti accertate e presunte provincia per provincia. Fa venire i brividi. Faccio un esempio: a Bazzano ne hanno censiti 40 in una vallata e i cinghiali sono praticamente spariti, i caprioli non esistono quasi più , quanto ci metteranno i lupi affamati a attaccare umani solitari? La fame quando è tale spinge a vincere la paura.

    Rispondi

    • jumbler

      15 Settembre @ 14.28

      Purtroppo però il censimento è stato fatto verso l'orario di chiusura dell'osteria, con un giro di bicchieri in più sarebbero sicuramente diventati 50 e più.

      Rispondi

      • 15 Settembre @ 15.49

        Non pensa che sarebbe più costruttivo cercare di essere un po' più civili nelle repliche e argomentare meglio la propria opinione lasciando perdere il sarcasmo? Non siamo per nulla interessati ai flame tra i lettori.

        Rispondi

        • jumbler

          16 Settembre @ 13.22

          Mi spiace che l'abbiate presa male, ma davanti a certe affermazioni prive di qualsiasi fondamento, è difficile trattenere un po' di sarcasmo.

          Rispondi

    • atipofachiro

      15 Settembre @ 07.55

      Non diciamo bestialità, non ci sono attacchi censiti da tantissimo tempo. Poi se qualcuno all'epoca cercava il modo di giustificare gli abbattimenti questo è un altro discorso. Ricordiamoci che il Re era un cacciatore accanito quindi.... I 40 lupi a Bazzano chi li ha censiti? i cacciatori del posto? ma per favore. I cinghiali ed i caprioli sono ancora numerosissimi tant'è che fra poco si apre la caccia al cinghiale e la provincia organizza le selezioni dei caprioli. In poche parole informati prima di dare notizie imprecise.

      Rispondi

      • Stefano

        15 Settembre @ 13.06

        reinard.alfa@gmail.com

        Censiti dalla Forestale e dai guardacaccia oltre che dai residenti, io non sono un cacciatore. A torre di traversetolo per esempio li abbiamo visti tutti, a meno che non dica che siamo tutti visionari. Un elenco non molto dettagliato e NON proveniente da un cacciatore lo può trovare all'indirizzo http://www.storiadellafauna.it/scaffale/testi/cagnolaro/antropofagia.htm . Ho dato notizie precise, altrochè, a traversetolo ( ovviamente parlo dei boschi e non del bar della piazza ) i cinghiali sono quasi estinti, i caprioli idem. Chieda quanti cinghiali hanno preso l'anno scorso, e chieda come mai non fanno più gli abbattimenti controllati dei caprioli. Amare gli animali non significa chiudere gli occhi e cercare sempre giustificazioni inutili

        Rispondi

        • giorgio mezzatesta

          16 Settembre @ 08.09

          evidentemente i 200 lupi censiti in Emilia si sono concentrati in una sola zona.....forse si stanno preparando per un attacco all'uomo in massa.

          Rispondi

        • atipofachiro

          16 Settembre @ 09.10

          Caro Mezzatesta le nostre sono parole inutili, come vede le credenze popolari che io chiamo da osteria sono praticamente impossibili da estirpare. Si figuri che un mio parente andava dicendo che un suo amico era stato circondato da un branco di lupi a Scurano (tipo indiani con il Gen. Custer) Siamo di fronte ad un grado di ignoranza quasi disarmante. Mi auguro che in qualche modo si possa fare qualcosa a livello di scuola primaria e secondaria per informare i giovani su questo ed altri argomenti. Perché non programmare incontri informativi nelle scuole?

          Rispondi

        • giorgio mezzatesta

          16 Settembre @ 15.43

          mi sono accordato con una associazione per andare nelle scuole,questo anno. Cosa , credo, fondamentale.

          Rispondi

        • giorgio mezzatesta

          16 Settembre @ 11.04

          io andrò nelle scuole, attraverso impronte nell'anima che mi ha contattato.Per informazioni ti lascio il cell.339 4033298.

          Rispondi

        • atipofachiro

          16 Settembre @ 17.28

          Perfetto, che sia un'idea magnifica. Tempo fa per capire quali idee balzane avesse in testa certa gente ho chiesto quale era secondo loro l'altezza al garrese di un lupo maschio adulto. La risposta: così, e la mano segnava una misura corrispondente a più di un metro e venti Ecco cosa circola nei nostri boschi gli Alani!

          Rispondi

        • jumbler

          15 Settembre @ 14.33

          Dov'è il problema ? Cinghiali e caprioli sono gli animali più dannosi per l'agricoltura, quindi ben venga il lupo che ne limita il numero e di conseguenza i danni da risarcire.

          Rispondi

        • giorgio mezzatesta

          16 Settembre @ 11.06

          talmente ovvio che lo può capire mio nipotino di 4 mesi.

          Rispondi

  • Bastet

    14 Settembre @ 18.16

    I lupi attaccano per mangiare, non per delinquere a caso....questo lo fa un altro animale!...Se non è immagine di repertorio, quella che vedo in accompagnamento dell'articolo....mi verrebbe proprio da dire che i lupi non dovrebbero essere contemplati tra i fautori di questa "mattanza".

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

7commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

5commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto