hi-tech

Arriva lo stop alle distrazioni digitali in classe

Il telefonino messo al bando a scuola. Nuovi studi evidenziano l'impatto degli smartphone sull'apprendimento

Arriva lo stop alle distrazioni digitali in classe
Ricevi gratis le news
0

Non c’è solo l’abitudine di portare lo smartphone sempre con sé, anche in classe.
È la stessa facilità con cui i giovani si inviano messaggi sui social network e con programmi come Whatsapp ad aver sollecitato l’attenzione degli studiosi per tentare di capire come stiano cambiando i processi cognitivi nelle generazioni di Internet 2.0 e fornire eventualmente consigli per sfruttare al meglio i lati positivi delle nuove tecnologie, minimizzando quelli negativi.
Il tema caldo è diventato proprio il telefonino, che alcune scuole mettono al bando, altre cercano di inserire tra gli strumenti della didattica, per esempio per richiedere una precisazione al docente digitando la domanda su Twitter invece che alzando la mano dal proprio banco, oppure aprendo discussioni su problematiche sollevate in classe.
Poche settimane fa la London school of economics pubblicava i dati di un’indagine (“Technology, distraction & student performance”) condotta in istituti superiori di quattro città inglesi sugli effetti del divieto dell’uso dello smartphone nelle aule: per gli studenti che hanno lasciato a casa il telefonino i voti agli esami sono stati più alti, soprattutto – viene puntualizzato – se partivano da una media bassa. In base a questa rilevazione, dunque, dell’assenza dello smartphone beneficerebbe in particolare chi ha difficoltà a imparare.
Ricercatori delle università statali dell’Ohio, dell’Illinois e del Nebraska hanno intanto raccolto nelle pagine del saggio “Mobile phones in the classroom: examining the effects of texting, twitter, and message content on student learning” gli esiti di un’indagine dedicata specificatamente a come il contenuto dei messaggi (in argomento o meno con la lezione) e la loro digitazione (per rispondere a un amico o per dare avvio a una conversazione) influiscano sull’assimilazione del contenuto del corso, nel caso in cui i dispositivi mobile restino accessibili in classe, per comprendere quanto pesino le continue interruzioni associate alle notifiche dei social network, mentre si sta portando a termine un compito diverso, quale appunto seguire una lezione trasmessa via video, prendere appunti e rispondere a questionari di verifica.
È emerso un significativo peggioramento dei risultati ottenuti da parte degli studenti che inviavano o ricevevano messaggi su questioni prive di attinenza con la materia della lezione. Sotto accusa dunque il calo di concentrazione di fronte alle molteplici fonti di distrazione che gli smartphone sono pronti a offrire, aprendo innumerevoli finestre verso ciò che sta al di là delle mura dell’aula. Alla Northwestern university, in Illinois, si interrogano dal 2009 sulle implicazioni delle “distrazioni digitali”.
A prescindere dal fatto che prendere appunti con carta e penna si sarebbe dimostrato più produttivo rispetto al ricorso a strumenti digitali, è però il multitasking, favorito dall’introduzione di laptop e telefonini nelle classi (per cui, mentre il professore spiega, si dà una sbirciatina alla bacheca di Facebook o si approfitta dell’offerta del momento per un acquisto online), a essere stato identificato come un fattore non secondario in deludenti performance agli esami.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un'onda che sembra arrivare dal film Point break

Portogallo

Onde gigantesche come nel film Point break

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

Notiziepiùlette

Timbri
la parola all'esperto: notaio

Seconde nozze e figli attenti alla successione

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

2commenti

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

3commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

MILANO

Tassista abusivo violenta due giovani passeggere

MALTEMPO

Neve: centinaia di turisti bloccati in Val Senales, situazione critica in Alto Adige

SPORT

tennis

Australian Open: Berdych travolge Fognini, azzurri tutti fuori. Federer ai quarti

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

SOCIAL NETWORK

"A voj propia ti!": IgersParma cerca un 'amministratore'

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova