21°

31°

SMARTPHONE

Attenti alle app che cliccano a vostra insaputa!

Attenti alle app che cliccano a vostra insaputa!
Ricevi gratis le news
0

(ANSA) - ROMA - In apparenza sono app normali, che monitorano la gravidanza o trasformano lo smartphone in una torcia elettrica, ma in realtà, anche una volta chiuse, continuano a connettersi e a scaricare pubblicità «fantasma», all’insaputa del possessore del dispositivo, vendendo i contatti alle aziende come se fossero veri. Il fenomeno, ha scoperto uno studio di Forensiq, è diffusissimo. Quasi il 15% delle app di tutti i sistemi operativi potrebbe essere «infettata», con almeno 12 milioni di dispositivi in tutto il mondo che si vedono «succhiare» dati, fino a 2 Giga al giorno, e anche batteria. Questa finta pubblicità è anche un danno per le aziende: un danno stimato in un miliardo di dollari.

I ricercatori hanno utilizzato un algoritmo che registra i comportamenti delle app a caccia di aspetti «non umani», come l’eccessivo numero di visualizzazioni al minuto o la connessione a diverse piattaforme in un lasso di tempo troppo breve. Da una prima verifica sono state trovate oltre 5mila app «sospette», scaricate da oltre 12 milioni di smartphone in Stati Uniti, Europa e Asia. Il tasso di telefonini infettati, scrivono gli autori, potrebbe essere dell’1% negli Usa e addirittura del 2-3% in altri paesi. Queste app sono in grado di scaricare all’insaputa dell’utente fino a 16 mila banner pubblicitari al giorno. «Queste app fraudolente - scrive il rapporto - generano traffico attraverso le principali piattaforme di scambio di banner pubblicitari, con oltre 1.100 connessioni al minuto. I programmi nascosti al loro interno simulano dei click random, e connettono il telefono alla pagina degli inserzionisti senza che l’utente lo sappia. In totale il 14,64% delle app che abbiamo testato era a alto rischio per questo tipo di frode».

Per quanto riguarda i sistemi operativi colpiti la ricerca ha trovato il rischio maggiore su Android, dove il 27% del campione è stato segnalato come sospetto. La percentuale scende al 10% per iOS e al 9% per Windows Mobile. Secondo alcuni siti come Advertising Age e BloombergBusiness Google starebbe già rimuovendo alcune delle app «zombie» dal proprio store, proprio sulla base dei risultati della ricerca. «Possiamo confermare che le nostre policy sono state pensate per offrire un’esperienza eccellente per utenti e sviluppatori. Questo è il motivo per cui rimuoviamo da Google Play le app che sono in violazione di queste policy», conferma Google.

Per difendersi, spiega il rapporto, bastano alcuni gesti. Non dare alle app il permesso di accedere a internet se non è necessario, preoccuparsi se una app chiede il permesso di funzionare anche quando lo smartphone è in stand-by o se si vuole avviare automaticamente all’accensione del telefono e infine rimuovere le app che non si usano mai.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Timbri
la parola all'esperto: notaio

Seconde nozze e figli attenti alla successione

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti