-6°

POLITICA

Affido a coppia gay: scintille fra Pellacini e Pizzarotti in Consiglio

Consulenze delle partecipate, indaga la Finanza. Il caso Tep fa discutere

Sala del Consiglio Comunale

Sala del Consiglio Comunale

6

Il caso Tep e l'affido di una bambina a una coppia gay hanno "infiammato" la discussione in Consiglio comunale. Fra gli altri temi: il regolamento sui circhi, il Parmigiano Reggiano, la gara per l'advisor di Stt, l'indagine della Finanza sulle consulenze di Parma Infrastrutture. 

PARMIGIANO REGGIANO "PROTETTO" DALL'UNESCO. Il consigliere Paolo Buzzi (Forza Italia) legge un ordine del giorno per impegnare il Comune a sostenere la richiesta per il riconoscimento dell'area di produzione del Parmigiano Reggiano come "Patrimonio culturale immateriale" da parte dell'Unesco. Secondo l'assessore alle Attività produttive Cristiano Casa, questo odg è "interessante" e "da sostenere". 

Il dibattito sul Parmigiano Reggiano, prodotto di punta della Food Valley, porta i consiglieri a una discussione sull'inceneritore. Il consigliere di maggioranza Savani fa notare che i colleghi di minoranza che propongono questo odg sono gli stessi che sostenevano l'inceneritore. Nuzzo (M5S) nel suo intervento critica la minoranza e invoca interventi per migliorare la qualità dell'aria in un'area molto inquinata, per preservare la Food Valley. Dall'Olio (Pd) ribatte che nella filiera del Parmigiano Reggiano i controlli sono numerosi. Alla fine l'ordine del giorno è approvato all'unanimità. E alle 19,30 il Consiglio comunale finisce. 

IL REGOLAMENTO SUI CIRCHI. Il Consigli discute un regolamento sugli "spettacoli viaggianti e circensi", per tutelare il benessere degli animali. L'assessore Cristiano Casa spiega che saranno effettuati controlli sulla salute degli animali dei circhi. Sono previsti interventi per garantire la sicurezza dei lavoratori e degli spettatori e migliorare l'accesso ai disabili. 

Dal dibattito emerge la necessità di trovare un'area specifica per gli spettacoli viaggianti: Casa sottolinea che non è semplice - ci sono diverse variabili da valutare - ma si tratta di "una decisione da prendere". Parma coinvolgerà anche gli altri Comuni interessati dall'introduzione del regolamento. La delibera è approvata con 25 voti favorevoli e un astenuto. 

CONSULENZE DI PARMA INFRASTRUTTURE, ACCERTAMENTI DELLA GUARDIA DI FINANZA. Paolo Buzzi (Forza Italia) presenta un ordine del giorno su consulenze per 153mila euro affidate da Parma Infrastrutture e approvate dall'allora commissario Mario Ciclosi. L'assessore al Bilancio Marco Ferretti spiega che il 30 maggio è stata revocata dalla giunta la delibera commissariale. L'ufficio legale verificherà la legittimità delle consulenze, mentre sono in corso accertamenti della Guardia di Finanza a Parma Infrastrutture e a Infomobility. L'odg di Buzzi è approvato all'unanimità. 

MOVIMENTO 5 STELLE CONTRARIO ALLE TRIVELLAZIONI. Il M5S presenta un ordine del giorno contro le trivellazioni effettuate per cercare idrocarburi nella pianura fra Parma e Sorbolo, che danneggerebbero il territorio. Nicola Dall'Olio è contrario, perché ritiene che l'energia prodotta dalle macchine impiegate per le esplorazioni non sia paragonabile a quella dei terremoti (il capogruppo del Pd sarebbe invece contrario ad azioni con la tecnica del "fracking"). Paolo Buzzi (Forza Italia) è d'accordo con il contenuto della mozione perché si dice preoccupato per ciò che succede dopo le esplorazioni: consumo di suolo, impianti impattanti sull'ambiente e così via. Feci (M5S) è d'accordo con Buzzi e critica le piccole aziende che ottengono la concessione per trivellare ma possono sparire facilmente; nel contempo, c'è "un grosso rischio" per il territorio sul piano ambientale e sul piano economico ("il territorio non ne ricava niente").  

L'odg è approvato. 

MOZIONE DI DALL'OLIO (PD) SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI PER STUDIARE UNA GESTIONE DEL SERVIZIO RIFIUTI A CONTROLLO PUBBLICO. La mozione propone al Comune di attivarsi per promuovere con i Comuni del bacino Iren un percorso condiviso per verificare, con Atersirs, la fattibilità dell'affidamento del servizio di gestione dei rifiuti a un soggetto pubblico partecipato integralmente dai Comuni. La mozione impegna il sindaco a verificare i costi di subentro all'attuale gestore e tutti gli aspetti del problema. La mozione impegna poi a chiedere l'esclusione dalle norme sul patto di stabilità, che non rendono agevole un servizio "in house". 
Interviene l'assessore all'Ambiente Gabriele Folli: "In questi mesi siamo stati attivi sul fronte della gara per l'affidamento del servizio per i prossimi 15 anni, dal 2015". Le verifiche sul servizio "in house" ci sono, anche se non mancano difficoltà. Secondo Folli, l'ambito provinciale è quello più efficiente in vista della gestione futura del servizio; ci sono discussioni in atto con alcuni Comuni, con indicazioni positive verso questa direzione. La mozione è stata votata all'unanimità.   

PELLACINI ALL'ATTACCO SULL'AFFIDO DI UNA BIMBA A UNA COPPIA GAY. L'ASSESSORE ROSSI: "LA COPPIA E' IDONEA, L'AFFIDO STA ANDANDO BENISSIMO". SCINTILLE PELLACINI-PIZZAROTTI. Giuseppe Pellacini (Udc) deplora l'affido di una bambina a una coppia gay di Parma: critica i servizi sociali del Comune e l'amministrazione stessa, chiedendo se strumentalizzi questo caso per ottenere l'adozione peri gay in Italia. Secondo Pellacini, con questa decisione "sono state discriminate famiglie vere di Parma" che avrebbero potuto avere la piccola in affido. "Siamo in presenza di una sempre più esplicita dittatura di genere", dice il capogruppo Udc parlando facendo riferimento al quadro nazionale.
L'assessore al Welfare Laura Rossi spiega che il Comune non vuole strumentalizzare nulla e chiarisce il funzionamento dell'affido, dove il bambino mantiene il legame con la famiglia d'origine e gli affidatari fungono da supporto. "Abbiamo bisogno di tantissime famiglie affidatarie perché i bisogni sono diverse: accoglienza per poche ore al giorno o per affidi più lunghi, quando le situazioni sono compromesse - dice l'assessore -. I due uomini si sono presentati nel 2011 dicendo di essere disponibili per chi ha bisogno. Abbiamo fatto un percorso di valutazione, come con tutte le persone che si candidano all'affido. Per il nostro servizio, l'idoneità è assoluta: è adeguta per accogliere un bambino o una bambina. La mamma e il papà della bambina hanno dato il consenso all'affido, che nel 2013 è stato formalizzato. C'è stata la rettifica del giudice tutelare, l'impugnazione della Procura dei minori. Il tribunale ha valutato tutto, di nuovo, e ha deciso di proseguire l'affido nell'interesse del minore. L'affido sta andando benissimo e sono tutti molto contenti e soddisfatti". 
Il sindaco Federico Pizzarotti risponde con toni duri a Pellacini, parlando di "miopia" e "frasi indegne" nel suo intervento e respinge l'accusa di strumentalizzare la vicenda per fini politici. 
Pellacini respinge al mittente la replica, invitando il sindaco a "imparare l'educazione" e difendendo gli studi citati nel suo primo intervento. 
Il consigliere Alessandro Volta interviene come genitore affidatario: "E' offensivo sentire quanto fango viene buttato sui nostri servizi, che lavorano con impegno. Quello fatto a Parma è un lavoro di impegno che va al di fuori della professione". 

STT, PRESTO SI CONOSCERA' IL NOME DELL'ADVISOR. L'assessore al Bilancio Marco Ferretti rivela che sono state aperte le buste e nel Consiglio di martedì prossimo dirà il nome del vincitore. Al momento può dire che le offerte hanno avuto sconti anche equiparati al 50% della base d'asta. La prima gaa era stata annullata quando una delle buste, custodite in un armadietto, era stata trovata aperta prima del tempo. Sulla vicenda era stata fatta denuncia ai carabinieri.

UN MINUTO DI SILENZIO PER LE VITTIME DEL MALTEMPO IN SARDEGNA. Nelle comunicazioni, il presidente del Consiglio comunale Marco Vagnozzi esprime la vicinanza della città di Parma alle vittime del maltempo in Sardegna - almeno 18 al momento - e agli sfollati e propone un minuto di silenzio.
Nelle comunicazioni c'è anche l'adesione del Comune, il sostegno morale per l'installazione di un monumento nella capitale in commemorazione dell'Arma dei carabinieri nel 2014. 

 

CASO TEP, OPPOSIZIONE ALL'ATTACCO. FOLLI DIFENDE RUBINI. h 15,30: si discutono quattro interrogazioni sulla Tep presentate da Buzzi (Forza Italia), Iotti e Vescovi (Pd), Pellacini (Udc) e Ghiretti (Parma Unita). Paolo Buzzi richiama la gara andata deserta, la sostituzione del presidente Tirelli con Rubini e la sospensione di due dirigenti. Il capogruppo di Forza Italia chiede al sindaco se non ritenga di censurare l'operato dell'attuale presidente e quali siano le intenzioni dell'amministrazione per il futuro. 

Massimo Iotti chiede se la giunta condivida quanto fatto da Rubini. Anche l'interrogazione di Giuseppe Pellacini (depositata il 6 novembre, quando ancora la vicenda era agli inizi) chiede spiegazioni sulla sospensione dei dirigenti, sottolineando che il presidente Rubini è stato poco in azienda prima di questa decisione. Giuseppe Pellacini chiede anche di vedere il curriculum di Rubini e chiede se sia vero che il presidente abbia intenzione di promuovere come dirigente una persona che ha avuto un contenzioso in passato. Roberto Ghiretti richiama la perdita di un cliente (il Parma Calcio) e la risoluzione consensuale del contratto del dirigente Vicari e chiede al sindaco se ne sia al corrente e di valutare se sussistano le ragioni per la revoca del mandato. 

L'assessore ai Trasporti Gabriele Folli risponde che in passato la politica a Parma interferiva nella gestione delle società pubbliche, mentre Rubini ha avuto il amndato "semplice e preciso" di "difendere gli interessi dei cittadini". Folli parla di "polemiche strumentali sollevate ad arte" prima di sentire la replica del presidente Rubini. L'assessore pensa che la "pubblicità giornalistica" su fatti che riguardano l'azienda non giova alla trasparenza: da qui la decisione di secretare la commissione sulla Tep. Le deleghe di Vicari saranno ridistribuite "alla struttura". Per quanto riguarda la gara andata deserta, "stiamo lavorando per valutare le opzioni disponibili, valutando la possibilità di una proroga del contratto di servizio". Sarebbe una proroga di due anni, che darebbe più certezze "a chi parteciperà alla prossima gara".  
E' stato dato un incarico a una società bolognese per il recupero dei crediti da privati, per aumentare le entrate dalle multe. Essendo un incarico inferiore a 40mila euro (per la precisione, 12.300 + Iva) è stato dato con affidamento diretto. 
Per quanto riguarda la permanenza di Rubini in azienda, Folli sottolinea che il presidente (che non ha ruoli operativi ma di indirizzo) è stato in Tep 15-20 ore a settimana ma si è sempre reso reperibile via telefono e-mail.  

La replica dell'opposizione. Buzzi: "Non si tratta di interferenza nella conduzione dell'azienda. E' un fatto che fosse nella società Delta", andata in crack. "Eravate a conoscenza o no che questo signore fosse implicato in questa vicenda, al di là delle responsabilità che potesse avere?", chiede alla giunta. "Questo signore è in azienda da quattro mesi e non ha alcuna esperienza nell'ambito del trasporto pubblico locale". Per Buzzi, "Tep sta subendo un depauperamento patrimoniale che si aggirerà sui 500mila euro". Fra l'uscita del dirigente Vicari e i mancati introiti dal Parma Calcio "siamo già a 250mila". 
Iotti: "E' un brutto precedente in una pubblica amministrazione che si possa licenziare in questo modo alcuni dirigenti e farne pagare le conseguenze economiche, significa far pagare ai cittadini scelte politiche. Vicenda gestita male". Pellacini reclama il curriculum consegnato da Rubini prima dell'insediamento per capire se la giunta sapesse del crac di Delta, in cui operava anche l'attuale presidente di Tep. Il capogruppo Udc sottolinea che sono emerse perplessità e che Folli non ha risposto alla sua domanda sulla possibile promozione di una persona che ha avuto un contenzioso ("Significa che certe risposte non le ha"). Ghiretti parla di un "clima da notte dei lunghi coltelli". Il capogruppo di Parma Unita dice che in Regione c'è stata una riunione dove erano presenti quasi tutte le aziende che si occupano di autobus turismo ma non c'era la Tep e aggiunge: "E' brutto che il presidente si sia presentato alla commissione secretata con un funzionario che è un aspirante dirigente". 

 

DEGRADO IN CITTADELLA. In attesa della Tep, che potrebbe accendere la discussione, si parte con una interrogazione di Manno sul degrado, e in particolare sulla situazione nella zona Cittadella, fra vandalismi e incuria. L'assessore Alinovi risponde che sono iniziati lavori di sfalcio e manutenzione. E per una volta i due concordano sul fatto che la collaborazione consiglieri-giunta può dare risultati concreti e positivi: Alinovi dà atto a Manno che la sua segnalazione era giusta, il consigliere riconosce che la giunta è intervenuta positivamente. Altra situazione del verde cittadino segnalata (da Volta) è quella di piazza La Pira.

Guarda il servizio del TgParma


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo Bertozzi

    20 Novembre @ 21.42

    Per una volta, apprezzo sinceramente l'appassionata reazione di Pizzarotti alle retrograde affermazioni di Pellacini: bravo!

    Rispondi

  • nebbiaabanchi

    20 Novembre @ 11.13

    L'assessore Folli ha affermato che il dirigente non sarà sostituito e le sue funzioni saranno assunte dagli organi aziendali, con evidente risparmio. Quindi provo a capire; le responsabilità per cui il dirigente veniva pagato verranno divise tra i dipendenti? Avvisatelo che un'azienda non è un'associazione!!!

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    20 Novembre @ 10.12

    Questa volta mi sembra che Pellacini abbia fatto veramente interventi e polemiche strumentali, ma affermare (come fa Folli) che "la pubblicità giornalistica su fatti che riguardano l'azienda non giova alla trasparenza", per giustificare l'audizione secretata sul caso TEP, rasenta il ridicolo...

    Rispondi

  • Vercingetorige

    20 Novembre @ 09.52

    Dunque, il Consiglio Comunale ha approvato il nuovo regolamento comunale per i circhi equestri. Questo regolamento consente che , solo per una volta all' anno , nel periodo tra il 1 aprile ed il 1 ottobre, possano esibirsi nella nostra città circhi che utilizzino animali esotici per i loro spettacoli. ORBENE , ALLORA , se , nel periodo stabilito , arriva un circo con elefanti , tigri , leoni e tutto il caravanserraglio , a norma e per rispetto del regolamento del Comune, dev' essergli garantito di poter fare la sua rappresentazione , senza che gruppi di fanatici ostruiscano l' entrata , minaccino ed insultino il Personale e gli spettatori , spaventando i bambini che , andati con gioia per vedere lo spettacolo, devono andarsene con le lacrime agli occhi per colpa di quattro fessacchiotti.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    20 Novembre @ 09.36

    ANCORA UNA VOLTA PIZZAROTTI SI E' DIMOSTRATO NON ALL' ALTEZZA DELLA CARICA CHE RICOPRE ! Prescindo dall' argomento della discussione. Non è questo il punto. Il punto è che, chi riveste incarichi politici di rilievo , deve ben sapere che l' opposizione esiste apposta per rivolgergli critiche, anche pungenti , alle quali lui può rispondere anche con determinazione , ma sempre rispettando la dignità del ruolo istituzionale che ricopre. Pizzarotti se ne conferma incapace. Chi ribatte agli oppositori con invettive ingiuriose , o , com' è successo in passato, scimmiottando o facendo smorfie , non è un Sindaco , è una zitella isterica ! Se l' opposizione avesse i brufoli , diserterebbe le sedute del Consiglio Comunale fino a quando Pizzarotti non abbia pubblicamente chiesto scusa , impegnandosi a comportamenti più decorosi in futuro. Pizzarotti è fortunato che l' opposizione, oggi , a Parma, i brufoli non li ha.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

DOPPIO ENRICO VIII

Sorpresa al Regio: Spotti recita "muto", Zanellato canta

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

14commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

4commenti

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

19commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

14commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video