-4°

IL RACCONTO DELLA DOMENICA

Il football, Caterina e le albicocche

Gli uomini, finito di mangiare, si erano sveltamente piazzati in circolo davanti al televisore

Rubrica: il Racconto della Domenica

Rubrica: il Racconto della Domenica

Ricevi gratis le news
0

 

Caterina aveva servito la famiglia a tavola. Non era una novità. Era il suo lavoro quotidiano e lo svolgeva con abilità e passione. Non era una facile abitudine, ma qualcosa che si fondeva con l'amore, con il calore di una certezza che non l'avrebbe mai abbandonata fino a quando le sue mani non si fossero trovate malate o forzatamente disoccupate; una condizione meramente immaginaria, lontana dalla realtà quanto il cielo dalla terra. Terminato di pranzare, le due figlie, Loredana e Roberta, l'avevano aiutata a raccogliere piatti e posate, preparare la lavastoviglie per la sera, quando avrebbe lavato per la giornata a seguire. La famiglia si riuniva a mezzogiorno di tutti i giorni dell'anno e Caterina preparava tagliatelle al sugo o lasagne, tortelli di spinaci o di zucca, frittate con uova fresche delle sue galline livornesi, pizza, torta fritta e salume prodotto dal maiale che curava e ingrassava Gianni, suo marito. Lo preparava un anno per l'altro. In autunno Gianni chiamava Erasmo, il norcino della zona, che uccideva, squartava e divideva il suino in tutti quei prodotti di alta qualità e raffinata gastronomia.
Gli uomini, finito di mangiare, si erano sveltamente piazzati in circolo davanti al televisore. Un evento domenicale che non si può lasciar sfuggire, se gioca, in una partita di campionato mondiale, la nazionale italiana di calcio. Caterina aveva spazzato il pavimento dalle briciole di pane, pulito i beccucci del gas e rassettata la cucina e si era tolta il grembiule a fiori rossi. «Vado nei campi a raccogliere un cestino di albicocche per nonna Luisa». Aveva parlato al plurale, per tutti, ma nessuno aveva risposto. Erano presi dal tifo, dal gioco. Si sentivano fischi e grida, rabbia, sozzure e bestemmie. I tifosi facevano sentire le loro voci. Gli uomini non avevano voglia di smuoversi dalla sedia per andare ad aiutare Caterina che voleva ricordarsi di nonna Luisa, che amava le albicocche e quando si sentiva in forze le metteva a bollire sul fuoco e faceva la marmellata per Caterina e le figlie.
Prima di uscire da casa, Caterina si era messa una borsa di tela a tracolla per essere più libera nel muovere braccia e mani. Per la raccolta era l'ideale. Comoda e sicura. Caterina non era stata mai una scavezzacollo, una di quelle bambine che si strappano le vesti, anche se non rinunciava al giuoco; era invece una ragazzina che se la cavava, e bene, in cucina; imparava veloce, svelta e sicura. Era brava col forno, con i dolci, e col cucito. Le mani. Le mani erano il suo talento, il dono più prezioso della natura. Proprio per il motivo che sapeva ingegnarsi in qualsiasi cosa, Caterina aveva scelto di uscire da sola a raccogliere le albicocche. Cosa ci voleva? E quanto ad arrampicarsi non era poi la prima volta.
Aveva scelto un albero così carico di frutti che pareva una sposa con sei gemelli in pancia. Sarebbe stato un piacere sgravarla. Si tolse gli zoccoli e li appoggiò a terra sotto una pianta vicina. Scalza, aveva indossato una tunica leggera di lino per meglio muoversi a salire sull'albero.
Iniziata la scalata si era trovata in poco tempo a metà strada e aveva cominciato la raccolta. Il ramo sul quale si messa cavalcioni era carico, forse pericoloso, ma Caterina non se ne rendeva conto. Raccoglieva. Raccoglieva. Ebbe all'improvviso un lampo negli occhi, uno schianto e la certezza che il ramo si era spezzato e lei stava precipitando dall'albero. Sentiva il fogliame, i rami, la corteccia che nella caduta la graffiavano il viso. Le braccia e le mani con cui tentava di rendere la caduta meno grave e dolorosa. Andò a piantarsi con la testa nella terra, non sentì male, sapeva di avere le cosce e il sedere che compattavano con il sole che tramando tra le foglie lambiva l'epidermide e scaldava le bianche carni di donna Caterina. Si pulì alla meglio. Quando entrò in casa con le albicocche che aveva fatto in tempo a raccogliere, stordita ma felice, disse: «sono caduta dalla pianta». Dal gruppo degli uomini ancora nessuna risposta.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sant'Ilario: allegria al Be Movie

FESTE PGN

Sant'Ilario: allegria al Be Movie Foto

Emma Chambers

Emma Chambers

Gran Bretagna

Morta Emma Chambers, sorella di Hugh Grant in "Notting Hill"

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

social

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Rischio gelo: scuole chiuse a Bardi, Bore, Varsi, Varano Melegari e Berceto

APPENNINO

Rischio gelo: scuole chiuse a Bardi, Bore, Varsi, Varano Melegari e Berceto

MALTEMPO

Ancora neve: rischio gelate in Appennino, stasera stop ai mezzi pesanti in A1 e via Emilia

Disagi limitati in autostrada

GAZZAREPORTER

Le foto di una lettrice: "Piazzale San Lorenzo, rifiuti abbandonati nonostante l'ecostation"

MONTICELLI

Si sentono male alla festa: 45 persone finiscono in ospedale a Parma

SALSO-BUSSETO

La neve non ferma la Sojasun Verdi Marathon: vincono Tariq Bamaarouf ed Elenora Gardelli Foto

WEEKEND

Tra sci, escursioni e tavole golose: l'agenda della domenica

Via Picasso

«Undici colpi nel mio bar: un incubo»

1commento

Attore

Addio a Poletti, recitò con Fellini

In treno

Violinista dimentica la valigia, «miracolo» della Polfer

CALCIO

Salernitana-Parma, non ci saranno Siligardi, Munari e Di Gaudio: parla D'Aversa Video

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

2commenti

GAZZAREPORTER

Domenica, ore 7: "Sta nevicando abbondantemente a Panocchia" Foto

VIADANA

Sequestrato un furgone carico di agnelli maltrattati

1commento

PARMA 2020

Capitale della cultura: svelati tutti i progetti

Ex Eridania

Rubata di nuovo la bacchetta di Toscanini

1commento

Traversetolo

I profughi spalano la neve: tregua tra Comune e Betania

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il misterioso filo che lega le vite di tutti noi

di Michele Brambilla

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Pilone crolla sul ponte: bloccato l'accesso stradale a Venezia Foto Video

BRESCIA

Incendio in discoteca a Desenzano: 17 intossicati

SPORT

OLIMPIADI INVERNALI

Cerimonia di chiusura: Arianna Fontana portata in trionfo Foto

RUGBY

Zebre sconfitte in casa 10-7 dal Cardiff Blues

SOCIETA'

LA PEPPA

Frittata di spaghetti, la ricetta del cuore

il disco

1973: Edoardo Bennato spicca il volo

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day