Il racconto della domenica

Il papavero e la coccinella

Logo rubrica: il Racconto della Domenica
Ricevi gratis le news
0

Un mattino nel prato il papavero sbocciò. Disse buongiorno ai suoi vicini di casa, ch’erano due margheritine e un soffione, e si guardò intorno. Vide un altissimo cielo azzurro, le rondini che si posavano sul noce, le farfalle che danzavano nel sole…e vide una coccinella con una veste gialla e nera e le alucce così delicate che sembravano fatte d’aria:- Com’è piccina, disse, dove andrà tutta sola?-
E la chiamò. –Coccinella, coccinella-. Essa venne e si posò sui petali di velluto.
–Dove vai coccinella?- le chiese il papavero. –Non lo so, rispose, volo qua e là-. –Non hai nessuno?- -Sono sola-. –E la tua casa dov’è?- -Non ce l’ho-. –Non ce l’hai?- disse stupito il papavero. –No- rispose la coccinella.
–E non sei triste?- continuò il papavero.
–Un poco, quando è sera-. –Allora fermati qui-. Il papavero distese i petali e la coccinella entrò. –Oh, disse, che meraviglia!- C’era una luce rossa; c’erano tappeti di velluto, delle alte colonne nere e un tavolino in mezzo, intarsiato tanto bene che neanche una regina lo possedeva. La coccinella per la gioia cominciò a danzare; ma le sue zampette erano tanto sottili e delicate che il papavero neppure la sentiva. –Sei leggera come l’aria, le disse, sei contenta?-
-Tanto- rispose la coccinella. Essa il mattino lo salutava e se ne andava a zonzo per il prato e a tutti raccontava della sua casa rossa. Lo raccontava alle formiche, ai ragnetti tessitori, alle api e ai piccoli azzurri nontiscordardime. Era tanto felice che tutti l’ascoltavano incantati. Poi tornava dal suo bel papavero per non farlo stare in pena. Arrivava leggera leggera cantando una canzoncina che s’era inventata lei:-com’è bella la casetta che si chiude quando è sera, è una casa di velluto l’ha dipinta primavera-. Il papavero rideva e si faceva sempre più rosso e bello per la sua coccinella. Essa gli raccontava tutto quello che aveva visto nel prato:-C’è il ragno che ha finito la sua tela-. –Dov’è?- chiedeva il papavero. –Laggiù, tra due fili d’erba-.
–Ha lavorato molto?-
-Tutto il giorno, per tanti giorni. Ora la tela brilla al sole; è tutta ricamata come una nuvola-. – E la formica Nerina?- chiedeva il papavero. – Sta bene, rispondeva la coccinella, sono stata oggi a trovarla.-
-A casa sua?- chiedeva il papavero. –Sì, è una casa molto grande, con tanti corridoi e tante stanzette. Ma è così buia! Io ci morirei-. Le margheritine vicine di casa li sentivano conversare e dicevano:-Come sono felici il papavero e la coccinella!- Il soffione bisbigliava a un moscerino suo amico: -Così si sta bene al mondo; vedi come si vogliono bene il papavero e la coccinella?- Un giorno la coccinella uscì dalla sua casa, salutò le margheritine, fece per salutare il soffione… ma esso non c’era più. Se n’era andato col vento chissà dove. Quanto piangere fece la coccinella! Il papavero per consolarla le disse: -E’ andato con il vento in un paese dove i soffioni diventano grandi come nuvole e non muoiono mai-. Essa sgranò gli occhi, sbatté le ali e disse: -Ma allora è felice!
- La sera il papavero chiudeva i petali ed essa, nel tepore della casetta, cantava in sordina la sua canzone. Ma i petali erano trasparenti ed essa diceva, sottovoce, per non svegliare le margheritine: -Papavero-. –Sì…- -Che cosa sono le stelle?-
-Sono i fiori del cielo-. –Ma esse ci vedono?- continuava la coccinella. –Certo. Vedono una coccinella nella sua casetta, un papavero nel prato e dicono “Come sono felici”. Buonanotte coccinella-. –Buonanotte papavero-. Poi, un triste giorno… . Le ore del mattino passarono e la coccinella non tornò. –Avete visto la coccinella?- chiese il papavero alle farfalle. –Non l’abbiamo vista- risposero.
Passarono le ore del pomeriggio; il sole, ahimè, camminava nel cielo e si abbassava sempre più, sempre più… . –Avete visto la coccinella?- chiese il papavero ai passeri che tornavano al nido. –Non l’abbiamo vista- risposero. Il papavero non voleva chiudere i petali perché essa… sarebbe pur tornata! Forse s’era fermata sulla riva del fiume, forse era andata dalla formica Nerina. –Coccinella coccinella- chiamava il papavero. Gli pareva di sentire il lieve fruscio delle sue alucce; ma era l’aria della sera. Gli pareva di udire lontano la sua voce: com’è bella la casetta che si chiude quando è sera; ma era l’erba del prato che cantava la sua canzone alle stelle.
–Coccinella coccinellaa-. I petali infine si chiusero sulla casetta vuota. Ma il papavero, quella notte, non dormì. Appena fu giorno si schiuse: -Coccinella coccinellaaa…-. Il prato ancora dormiva. C’erano perle di rugiada sui fiori chiusi e una luce rosa tra le foglie del melo. Il papavero chiamava la sua coccinella. Sul mezzogiorno un ragnetto giunse, silenzioso; disse poi alle margheritine sottovoce, perché il papavero non l’udisse: -L’ho vista; l’ha mangiata un bambino credendola un confetto. Ingenuamente-. Il ragnetto piangeva. Ma il papavero non l’udì. Il bimbo s’accorse di avere sulla lingua qualcosa di vivo.
–Perdinci-, disse. E se ne liberò.
Quale capogiro ebbe la coccinella.
Il papavero se ne accorse. Abbassò i petali:-Vieni, le disse, sei bagnata come un pesce, girandolona bellissima-.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

calcio

Il Parma s'accontenta

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

LENTIGIONE

Tentano di forzare posto di blocco: denunciati un giovane di Sissa Trecasali e un africano

Il giovane parmense guidava in stato d'ebbrezza e ha cercato di evitare i controlli della Municipale

2commenti

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande